Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Binari a monte soluzione: 10 consigli di buon senso. Cosa è utile sapere. La mia umile e inascoltata voce dal 1994

Da decenni il progetto per il raddoppio della ferrovia da Finale Ligure ad Andora appassiona l’opinione pubblica  e col passare degli anni ha prodotto solo opinioni  e posizioni divergenti, con  promesse mai  realizzate da parte di chi dovrebbe decidere e  soddisfare interessi generali, evitando di fomentare dubbi  per  quanto  potrà succedere.

di Gian Luigi Taboga

Tra Albenga e Loano (foto a Ceriale levante) il doppio binario vista mare ed in centro città.

Su un punto c’è convergenza : il raddoppio va completato ! Per il resto c’è soltanto un coacervo di proposte e di …….spropositi.

Dal lontano 1994  io  sostengo che occorre:

  • Ultimare il raddoppio con un passaggio in sotterranea da Finale Ligure  a Loano. Utilizzare la linea già a doppio binario da Loano ad Albenga  e raggiungere Andora in galleria, con stazione ad Alassio e fermata a Laigueglia.
  • Togliere il disagio dei passaggi a livello e  del rumore prodotto  dalla ferrovia di superficie, restituendo la godibilità ambientale a chi abita o soggiorna nelle aree interessate.
  • Garantire un servizio di prossimità a chi usa il treno con maggiore frequenza, come i pendolari, i turisti, gli anziani, gli studenti.
  • Salvaguardare l’ambiente, gli interessi degli agricoltori, rivalutare la proprietà edilizia liberata dai vincoli e dai disagi che la linea. ferroviaria procura o procurerebbe con lo spostamento a monte.
  • Eliminare il sali/scendi del progetto di spostamento a monte  per i vari ostacoli  che la linea dovrebbe  superare dai trenta metri sopra ad Albenga  ai due sotto il livello del mare di Alassio.
  • Mantenere la protezione a mare della massicciata da Ceriale ad Albenga  a spese di Ferrovie Italiane e a salvaguardia della pianura agricola.
  • Mantenere tutte le fermate e le stazioni attualmente in esercizio con speciale riferimento a quella di Albenga che dispone degli spazi necessari anche per il servizio merci, con la possibilità di alcune fermate strategiche come il Santa Corona e la Marina di Loano
  • Ridurre la percorrenza rispetto al progetto di spostamento a monte  e sicuramente  anche con un risparmio di costi non indifferente
  • Eliminare i disagi  che le popolazioni dovrebbero subire per anni  per la costruzione di viadotti, discariche , rilevati e per gli espropri previsti dallo spostamento a monte
  • Riutilizzare le aree lasciate libere dalla ferrovia di superficie ed adibirle  ad uso ludico, sportivo  culturale  e per il turismo più qualificato.
  • Ritengo assolutamente fattibile  quanto sopra confortato dal parere di eminenti studiosi che, lavorando in mezzo mondo, hanno realizzato strutture ben più importanti con risultati esaltanti. Sarebbe troppo lungo elencarle tutte  e perché  molti di noi ne sono testimoni e  ne hanno usufruito e sperimentato i vantaggi viaggiando all’estero ed in Italia.

Ormai progetti come quello di spostamento a monte della nostra ferrovia sono considerati assolutamente superati, dispendiosi e dannosi per gli utenti che usano il treno  solo se è comodo economico e sicuro. Opere come le varie  linee ferroviarie  metropolitane e a lungo percorso  sono state realizzate passando sotto i fiumi, i mari, in zone sismiche  e nei più diversi sottosuoli  con risultati entusiasmanti.

Perché noi non possiamo allinearci ? E’ una domanda che in tante occasioni ho rivolto a chi di dovere ,ma la risposta è sempre stata il silenzio,  più profondo di una ferrovia sotterranea che forse rimarrà un sogno nel cassetto.

Gian Luigi Taboga

NOTA DI TRUCIOLI.IT – ULTIME NOTIZIE DA IVG.IT PAGINA A PAGAMENTO

ALBENGA VENDIAMO ALLOGGI VISTA MOZZAFIATO SUL MARE

CON PONTE PEDONALE ALLA FUTURA PISTA CICLABILE REALIZZATA AL POSTO DELLA FERROVIA

II Governo Conte: il Sottosegretario di Stato del PD per le Infrastrutture e Trasporti dal 13 settembre 2019 al 12 febbraio 2021. Salvatore Margiotta, di Potenza (Basilicata), ingegnere e professore universitario. Con il collega avv. Franco Vazio ed il sindaco di Albenga Tomatis. Esibizione ed illustrazione del progetto binari a monte ed impegno del governo al Finanziamento dell’opera attesa dagli anni ’60

Nuovo Complesso residenziale…..Testo…Albenga è prevista la realizzazione di un auditorium  come opera di urbanizzazione a scomputo e la creazione di un giardino pubblico di circa mille mq.  posto al piano primo, con previsione collegamento con ponte pedonale alla futura pista ciclabile che sarà realizzata al poste della ferrovia (progetto già inserito nelle opere strutturali  del Recovery Plan….il tutto grazie al progetto di  Gonçalo Byrne, architetto portoghese di fama mondiale insignito della medaglia d’oro dell’Accademie d’Architecture de France…..

Ecco il testo redazionale pubblicitario pubblicato da Ivg.it leggi……

E su diversi siti di agenzie immobiliari si possono leggere annunci che riguardano città tra Andora e Finale: “Affarone….alloggio ubicato nei pressi della ferrovia…con il trasferimento a monte dei binari…occasione unica nel prezzo…e valorizzazione dell’investimento….con pista ciclabile, pedonali, aree verdi alberate….”.

L’assessore regionale ai Trasporti e al Turismo, avv. Gianni Berrino, sanremese, Fratelli d’Italia, proprio in un recentissima nota stampa ha dichiarato: “...investendo e sbloccando il cantiere per il raddoppio ferroviario, con i binari a monte, anche tra Finale Ligure e Andora, oltre alla risagomatura delle gallerie,  permetterà alle merci provenienti da Francia e Spagna di viaggiare su treno anziché su autostrada..” dichiara l’Assessore regionale a proposito del susseguirsi di incidenti mortali e paralisi del traffico sulla A 10.

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto