Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga pizzeria pazza, da multare. E il Pd attacca Melgrati sindaco: La Polizia Locale e rispetto norme anti-Covid

Un funzionario comunale di Pietra Ligure, Marco Pesce, direttore de La Gazzetta di Loano, si reca in una pizzeria di Albenga per ritirare ‘pizze da asporto’. Trova una sorpresa. Il cartello all’ingresso avvisa: una persona alla volta, ma all’interno trova altri 5 in attesa. Inutili le sue rimostranze che affida alla pagina Facebook con molte reazioni scandalizzate. Ad Albenga va pure in scena uno scontro tra il segretario del Pd, Mallarini e il focoso sindaco di Alassio. In ballo le norme anticovid che la polizia locale cerca di far rispettare.

SOLO ASPORTO di Marco Pesce –
L’altra sera, un po’ per pigrizia un po’ per aiutare le attività produttive locali, abbiamo deciso di ordinare una pizza da asporto. Ho telefonato e mi hanno detto a che ora andarle a ritirare. Mi presento davanti alla porta in lieve anticipo e ho tempo di leggervi la sacrosanta scritta “E’ ammesso l’accesso a una sola persona alla volta”. Dalla vetrina all’interno ne vedo cinque. Aspetto fuori, al “fresco”, e quando il pizzaiolo (senza mascherina perché “vicino al forno fa sudare“) mi fa cenno d’entrare chiedo come mai nel locale ci fossero tante persone. “Sono entrate una alla volta, che problema c’è?”. Ho sorriso, pagato e sono uscito con le cibarie. Ad Albenga ci sono molte altre ottime pizzerie.

COMMENTI- Laura Etta –  E dopo un anno, siamo punto a capo… Siamo tutti stanchi, tutti, ma se continuiamo così…

Assunta Civile – Dovrebbe essere criterio e rispetto anche del cliente ad entrare uno per volta … Con questa crisi,non ci si può permettere di assumere personale che vigili gli ingressi. Purtroppo tutto fa ..

Enrica Scotto-  Quanta gente incivile e irresponsabile.

Floriana Camurri – Non è una novità Marco…purtroppo non ci sono piu’ controlli e troppa gente che non rispetta niente…
Roma Lesley Baldwin – È capitato la stessa cosa a me ieri sera..
Anna Ingui – Non servono le persone che vigilano fuori perché comunque sta al cliente e soprattutto al proprietario far rispettare gli ingressi e visto che non usa neanche la mascherina correttamente…..di che cosa stiamo parlando…..meriterebbe che nessuno entrasse nel suo locale nel rispetto invece di chi le regole le fa rispettare e le rispetta.
Franca Pastorino – Questa è la dimostrazione che ognuno interpreta ciò che legge a modo suo … e per questo ne stiamo ancora pagando le conseguenze dopo un anno. Se ciascuno di noi fosse coscienzioso non ci sarebbe bisogno di nessun genere di controllo ma troppi purtroppo amano trasgredire non rendendosi conto che il male lo fanno in primis a se stessi.
Massimo Casu – Poi li fan chiudere e la colpa è del governo.

20 marzo 0re 17,15 – Ivano Mallarini (Segretario circolo PD Albenga)

Ivano Mallarini segretario circolo Pd Albenga

“Per Marco Melgrati il rispetto delle regole è un grave errore. Questo è quanto abbiamo letto nelle sue ultime dichiarazioni di stampa a commento delle doverose azioni che sono state prese ad Albenga dalla Polizia Locale per mantenere il rispetto delle norme anticovid.

Dichiarazioni oltremodo inopportune in quanto provenienti da un sindaco, persona delle istituzioni, mancando completamente di rispetto verso le vittime del Covid a pochi giorni dalla loro commemorazione e che parla in modo evidentemente irresponsabile solo perché non si tratta di casa sua.

Albenga è una realtà complessa e lo sforzo indirizzato al mantenimento delle regole da parte della amministrazione dimostra solo saggezza nella gestione pubblica mettendo avanti tutto la tutela della salute pubblica, perché questa è l’unica via che ci permetterà di uscire da questa crisi sanitaria globale.

Come PD, con i nostri amministratori, siamo a fianco di tutti i commercianti che stanno pagando uno dei prezzi più cari nella crisi economica causata dalla pandemia, e sicuramente il primo modo per dimostrarlo è facendo sì che le regole imposte siano uguali per tutti.

Forse Alassio è diventata COVID free e li le regole non valgono? Ce lo spiegherà meglio il sindaco Melgrati, che nel frattempo invitiamo a occuparsi dei problemi della sua cittadina dove sicuramente c’è molto da fare.

IL SINDACO  TOMATIS E I CONTROLLI 

20 marzo 15,47 – In merito a quanto è emerso a seguito dei controlli della polizia locale di Albenga il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis precisa: “Innanzitutto vorrei evidenziare che se anche una delle nostre attività decidesse di andare ad Alassio, in un’ottica comprensoriale, sarebbe comprensibile in considerazione del fatto che già molte attività di Alassio si sono invece trasferite ad Albenga. 
Detto questo, l’attività della polizia Locale di Albenga è indirizzata a far rispettare le regole aspetto che, in questo momento, è indispensabile per far sì che non si debba verificare un nuovo aumento dei contagi.  Il dovere di un Sindaco e di una Amministrazione è quello di tutelare la salute ed il bene di tutti i cittadini. Ad oggi la strada che ci permetterà, nell’immediatezza, di uscire da questa situazione e che consentirà alle attività commerciali e produttive di tornare alla normalità è il rispetto delle regole che, peraltro, la  maggioranza dei pubblici esercizi già osserva con rigore. Il Centro Storico di Albenga negli ultimi anni è cresciuto in tutte le sue piazze ed è diventato un punto di attrazione turistico e un riferimento per l’intero comprensorio anche grazie all’impegno di tutti i commercianti e i titolari di pubblici esercizi con i quali negli anni la nostra Amministrazione ha sempre cercato di instaurare un dialogo proficuo e costruttivo. “
20 marzo 11,10 – Gentili giornalisti, con la presente sono ad inoltrare Nota urgente in merito al provvedimento di chiusura del Caffè Noir.
Constatato un vizio di forma in merito al provvedimento emesso dalla Polizia Locale di Albenga nei confronti del Caffè Noir si è provveduto alla revoca immediata della misura accessoria della chiusura per cinque giorni dell’attività.

20 marzo 9,17 – Albenga. Controlli della Polizia Locale, chiuse tre attività commerciali per 5 giorni

A seguito di una attività di monitoraggio del territorio posta in essere nelle scorse settimane, delle numerose segnalazioni ricevuto, del costante controllo posto in essere anch dalle Forze dell’Ordine e dopo aver svolto adeguata attività informativa volta a prevenire la necessaria esecuzione di provvedimenti più severi nella serata di ieri gli agenti dell’ufficio Sicurezza Urbana della Polizia Locale di Albenga e l’unità cinofila con il commissario Lupo, hanno posto in essere un servizio di controllo volto a verificare  il rispetto delle normative antiCovid da parte delle attività commerciali del territorio.
A seguito dei controlli a fronte della maggior parte degli esercizi commerciali che hanno rispettato la normativa in vigore sono stati eseguiti tre provvedimenti di chiusura immediata dell’attività per 5 giorni nei confronti di:
La Taberna del Foro
– Sancio
– Caffè Noir.
I gestori di dette attività somministravano bevande fuori dall’orario consentito per il servizio d’asporto e/o permettevano il consumo delle stesse nelle immediate vicinanze nel locale.
Dal comando dichiarano: ” Gli Uffici di Polizia Locale preposti ai controlli del rispetto delle normative covid – ma questo principio vale per tutte le attività preventive che vengono effettuate – non agiscono a seguito delle pressioni mediatiche. Il procedimento d’accertamento di violazioni di questa natura richiedono la massima attenzione sotto il profilo della fase probatoria. Abbiamo acquisito in questi giorni elementi oggettivi idonei a provare le attività elusive della normativa imposta alle attività di somministrazione specifiche per le zone arancioni (come la provincia di Savona), si è deciso solo in seguito al solido bagaglio probatorio di procedere con la contestazione delle violazioni che prevedono l’ordine immediato di chiusura dell’attività. In uno dei casi di violazione accertata, l’attività sanzionata aveva servito almeno 30 consumazioni ed in prossimità dell’attività si stavano radunando – causando assembramenti – almeno 50 persone . La Polizia Locale ha avuto particolare attenzione a non creare turbativa all’ ordine pubblico “.

Mara Cacace Ufficio Stampa Comune di Albenga

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto