Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, l’atroce beffa del destino. Una targa ricorda 86 vittime ‘dimenticate’

Il dr. Stefano Bosio dalla sua pagina Facebook: “Pontone armato 86 vittime!” E Christian Castiglione: E’ la galleria tra Savona e Albisola dove erano custodite 2 ton. di balestite, tritolo, bombe, pallottole e altre armi del pontone armato posto li davanti, affondato dai tedeschi in fuga!

‘Le tragedie irreparabili delle guerre!’ ricorda il dr. Bosio che è stato anche candidato sindaco di Savona nel 1994 con il Movimento Federalista Savonese e soprattutto affermato primario ortopedico al San Paolo e consulente peritale.

La targa dai più dimenticata: “L’8 maggio 1945 per atroce beffa del destino decine di ignari passanti che la guerra aveva risparmiato perivano qui nel crollo provocato da scoppio di materie esplosive davanti al Tribunale di Dio segniamo (nella scritta c’è un evidente errore, manca la i) anche questi morti sul conto dei pazzi criminali che vollero la guerra”.

Giuseppe Siri – In quella galleria c’é rimasta mia madre, avevo cinque anni. Si era fermata a salutare i miei nonni di Albissola Marina, era in bicicletta e andava a Savona per comprare materiale per cucire. Se tirava dritto si sarebbe salvata. L’otto maggio sono 76 anni. Spero che le autoritá locali se ne ricordino.

Paolo Marson – Si Stefano. Lì morì mia zia, Maria, era un bambina e stava tornando da scuola. Fuori dalla galleria, lato nord verso Albisola, trovi una lapide (anonima) in suo ricordo. Per questo mio nonno intitolò, ad Albisola Superiore, una strada “via VIII Maggio”, che un tempo era privata ed oggi è la via pubblica che porta da corso Mazzini alle scuole elementari. Fu una tragedia enorme, nella comunità e nella mia famiglia, mio nonno in particolare rimase legato a quell’evento per tutta la sua ulteriore lunghissima vita. Mi portava sempre a cambiare i fiori a quella lapide. Grazie di questo ricordo.

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto