Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga che idea! Un bel porto turistico

Tempi che fanno tremare, tra crisi nera e in guerra con il coronavirus. Che c’è di meglio per risollevare il morale che riproporre ad Albenga un bel porticciolo turistico capace di rilanciare e valorizzare tutti i tesori, anche nascosti, della città. E chi se non il buon Saverio Gagliotti il
15 febbraio 2021, 17:23  avanzare la richiesta: “Unità d’intenti per il porto turistico”. Appello a Vaccarezza, Brunetto, Bozzano, Mai, Arboscello e l’on Vazio. Chi avrà risposto per primo e con slancio di fattibilità ?

Gaglioti sulla sua pagina Facebook: Buon giorno a tutti ho appena recuperato un profugo qualcuno lo conosce mica ? Diego Distilo .

L’esponente di “Aria nuova per Albenga” e “Solo per Albenga”: “Il nostro appello è rivolto a tutte le persone di buonsenso che vogliono dare sviluppo alla nostra splendida città”.

Dopo i finanziamenti ottenuti per la salvaguardia del litorale realizzando il progetto moli del primo lotto e con il secondo lotto prossimo alla realizzazione, è il momento di unire tutte le forze, così come sta accadendo al governo, per chiedere la realizzazione del nostro approdo turistico“. Cosi Saverio Gaglioti portavoce di “Aria nuova per Albenga” e “Solo per Albenga” chiede un’unità d’intenti.

Ci rivolgiamo ai consiglieri regionali Vaccarezza, Brunetto, Bozzano, Mai e Arboscello per chiedere di lasciare da parte la politica e di fare squadra per poter dare ad Albenga il nostro porto – prosegue Gaglioti – Viale Che Guevara con il progetto Moli potrebbe diventare ciò che noi sosteniamo da tempo per lo sviluppo turistico e se la Regione Liguria, chiedendo aiuto allo Stato (recovey fund) si adoperasse in tale direzione, Albenga finalmente potrebbe avere un porto degno della seconda città della provincia seguendo le splendide Loano, Alassio ed Andora. Il nostro appello è rivolto a tutte le persone di buonsenso che vogliono dare sviluppo alla nostra splendida città, siamo certi che gli ingauni tutti saranno riconoscenti. In questo momento storico di unità nazionale tutto sarebbe più facile utilizzando il nostro parlamentare ingauno Franco Vazio, che siamo certi che a Roma faccia gli interessi di Albenga. Barra dritta, avanti tutta“.

Nuovo bando per la nomina di un legale che valuterà la fattibilità

di trasformare la Fondazione Oddi in Azienda Speciale

COMUNICATO STAMPA – Gli uffici comunali, tenendo conto degli accorgimenti tecnici relativi al bando precedente (andato deserto), stanno predisponendo il nuovo bando di gara per la nomina del legale che dovrà fornire un approfondito parere sulla fattibilità giuridica e sulla convenienza economica relativa alla possibilità di trasformare la Fondazione Oddi in azienda speciale.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “La nostra Amministrazione vuole arrivare alla conclusione del percorso per poter effettuare tutte le valutazioni del caso riguardo alla fattibilità giuridica e convenienza economica della possibilità di trasformare la Fondazione Oddi in Azienda Speciale pur mantenendo attiva anche la componente culturale che da sempre la caratterizza“.

Aggiunge il Presidente del Consiglio Comunale Diego Distilo:Sono davvero contento che si stia proseguendo con un punto del programma della nostra Amministrazione. Lasciamo lavorare i nostri tecnici e successivamente i legali per poter valutare al meglio questo ambizioso progetto . Ora attendiamo fiduciosi”.

Albenga: al via l’iter approvativo per la depurazione di Vadino

COMUNICATO STAMPA – È stato protocollato in Provincia ieri mattina il progetto relativo al completamento della depurazione di Albenga.

Spiega Adriano Baldini direttore tecnico di APS: “APS (gestore unico dell’Ato idrico integrato) ha recepito il progetto relativo al collettamento di Vadino redatto dall’ing. Angelo Gallea per conto del Comune di Albenga e lo ha trasmesso all’Autorità d’Ambito per la convocazione della conferenza di servizi necessaria a completare l’iter autorizzativo e mandare in gara l’intervento.Questo permetterà ad Albenga di arrivare al 100% della depurazione ed uscire completamente dalla sanzione europea. Ricordiamo infatti che da novembre il 70% di Albenga è collegata a Borghetto Santo Spirito e sono già state inviate le analisi dei reflui all’Autorità d’Ambito in modo da ottenere una riduzione del 70% della sanzione”.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis:Questo è un passo decisivo attraverso il quale è iniziato ufficialmente l’iter autorizzativo che vedrà sedere al tavolo di discussione tutti i soggetti coinvolti in questo che, per la nostra città, è un progetto di fondamentale importanza.Siamo soddisfatti di come sta funzionando l’impianto primario di trattamento in viale Che Guevara che ci ha permesso di arrivare a depurare il 70% dei nostri reflui.”

Avatar

Trucioli

Torna in alto