Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Borghetto S.Spirito: Ca’da Manin addio. Il centro storico continua a impoverirsi

Ca’ da Manin ha chiuso: l’ultima gestione con Giulia e Alessandro. L’unico ristorante pizzeria nel cuore dell’antico centro storico (caruggiu) di Borghetto S. Spirito. Un locale caratteristico inaugurato, primi anni ’90, dai fratelli Zolezzi. La notizia, diffusa via Facebook,  ha provocato centinaia di commenti e reazioni (turisti inclusi) con qualche isolato spunto polemico. Borghetto degli anni d’oro e del rivoluzionario boom edilizio era una assurta a piccola ‘capitale’ della ristorazione. Uno chef pluristellato: il mitico Ferrer, nomea nazionale e santuario gourmet (si trasferirà a Torre del Mare). C’era il Tartarino, il sempre affollato Da Mario. La prima pizzeria, Stube.

La nome culinaria di Borghetto S. Spirito avevo attirato così altre iniziative. La storica famiglia Lammardo (12 fratelli e sorelle, alcuni sparsi per il mondo) con il nucleo maggiore (genitori inclusi) si erano trasferiti da Varazze ed avevano aperto il K609, diventato la meta notturna della Riviera. Ristorante e pizzeria. Nella stagione estiva tirava tardi, con i commensali al tavoli del dehor fino alle 3 del mattino. Spesso tavolate di clienti che lasciavano le sale da ballo della zona. Altro locale di successo ( e di cui trucioli. it ha scritto, La Borghesina, 45 anni con i fratelli Marco e Mirella Oliva originari di Nasino). Negli anni ’60 erano aperti anche i ristoranti e trattorie Cristina, Da Mutti, Milano, Primosole, Elisabetta.  Solo 5 i bar: Bolla, da Mutti, Delfino, Nanni (sulla piazza dell’ex Municipio), René. Ma su tutti c’è chi ricorda (primi anni ’70) la Pizzeria Stube di Augusto Enrico che poi si trasferirà al culmine del successo nel porto turistico di Loano. Uno delle prime del comprensorio, sempre in coda per trovare un tavolo libero, clienti dalla Riviera ed entroterra.

Ora la notizia che il ristorantino Da Manin  ha chiuso i battenti. Leggiamo un commento , forse significativo, nei 4 anni di gestione dei Mammana. Lino Vocci: “Il migliore ristorante di Borghetto, tutto buono, simpatia e pulizia ottimi!!Consiglio vivamente!!!”.  Oppure: Massimiliano Zunino: “Siete sempre stati perfetti in tutto, è un grande dispiacere”. O ancora: I caruggi di Borghetto hanno perso qualcosa di bello.” 

L’ANNUNCIO E L’ULTIMO SALUTO DEI GESTORI –

“Ciao a tutti cari clienti.. Con molto dispiacere vi comunichiamo la fine della nostra attività all’interno del ristorante Ca’da Manin..inutile stare ad elencarvi le motivazioni che sono molteplici e di vario genere…lo staff al completo teneva tantissimo a ringraziarvi tutti quanti uno ad uno per essere stati nostri ospiti, sono stati 4 anni bellissimi in cui ci avete sempre sostenuto ed elogiato nel bene e nel male facendoci crescere giorno per giorno..abbiamo instaurato bellissimi rapporti con persone simpaticissime che continueremo a frequentare anche al di fuori del contesto locale, perché in fin dei conti la ristorazione è soprattutto questo.. non è semplicemente posare un piatto su un tavolo ma è prima di tutto fiducia, rispetto e convivialità, quello che abbiamo creato con la maggior parte di voi..!!
Auguriamo buona fortuna a chi eventualmente prenderà il nostro posto e nella speranza di avervi lasciato un bel ricordo vi diamo un grosso abbraccio virtuale ringraziandovi nuovamente”.
Alessandro e tutto lo staff
COMMENTI – 
Elvio Dallan – Ca’ da Manin ….Con dispiacere apprendo la notizia e auguro a tutti voi di poter riprendere presto un’altra attività di ristorazione soprattutto per ritrovare la passione e la professionalità di uno staff serio e affiatato che ha dato il suo contributo al tessuto commerciale di Borghetto S.S. Ciao a presto.
Mariarita Dassano – Cà da Manin: un ristorante nel quale ritrovare sapori autentici e il calore di casa… Uno staff splendido, sul piano professionale e umano. Ci mancherete, tantissimo! Speriamo, a prescindere, di rivedervi presto altrimenti… Nei nostri cuori, conserverete sempre un posto speciale!!! Un abbraccio forte forte
Marisa Carrozzo – Mi spiace tantissimo grazie delle vostre serate bellissime e per la vostra ospitalità vi ricorderò sempre buone cose a tutti voi.
Elisa Guilla Che peccato  un posto che rimarrà per sempre nel mio cuore e in quello della mia famiglia vi auguro tanta fortuna, un abbraccio.
Katia Pitzalis – Ciao grande Ale, mi spiace ma avrete avuto i vostri buoni ma dolorosi motivi… Tu e tua sorella senz’altro riuscirete in altro, con la vostra preparazione ma soprattutto con la vostra innata educazione simpatia e serietà vi si apriranno altre strade. Un abbraccio forte e soprattutto un grande in bocca al 🐺.
Francesco Edoardo Misso – Mi dispiace tantissimo. Era sempre piacevole gustare un pranzo o una cena da voi e non solo in estate! I caruggi di Borghetto hanno perso qualcosa di bello. In bocca al lupo…
Maurizio Marzana – Ciao Alessandro ci spiace tantissimo per noi Borghetto era anche Ca’ da Manin e soprattutto Voi cari amici. Un abbraccio da Maurizio Daniela Francesca e Serena. Un grande augurio per il vostro futuro.
Lucia Leto – Ogni volta che un una Partita Iva muore è una parte di Italia che perde. Mio marito ha chiuso la partita Iva in questo periodo, dopo 35 anni fa male al cuore ma ci può stare. Il mio AUGURIO va ai ragazzi che non devono smettere di crederci. FORZA RAGAZZI una parte d’Italia è con voi!!!! Torneranno tempi migliori in cui tutti noi saremo felici di sostenere i piccoli imprenditori per aiutare la ripresa. FORZA FORZA FORZA.
Marco Mascarino – Siamo stati spesso nel vostro locale. Siamo tutti dispiaciuti. Ogni volta che chiude un locale Borghetto diventa più povera.
PS. di Ca’ Manin- Grazie infinite a tutti voi davvero uno ad uno, per il vostro affetto e la vostra vicinanza.. questi bellissimi messaggi e le chiamate che state facendo sono l’ennesima dimostrazione che si era creato un gruppo unito e fantastico.. Mille volte grazie !!! un grande abbraccio a tutti quanti ci si vede in giro.
E L’11 GIUGNO 2020 SULLA PAGINA FACEBOOK DI CA’ MANIN  UNA FINE IRONIA – TESTIMONIANZA
“Siamo lieti di comunicarvi la nostra riapertura a partire da sabato 13 giugno ! Un ringraziamento speciale va al nostro Governo che grazie a delle linee guida chiare e precise ma soprattutto ad aiuti economici consistenti, ha contribuito fortemente alla ripresa della nostra e di molte altre attività commerciali ; è sempre un piacere constatare come in un periodo duro come quello che stiamo vivendo, lo stato è sempre presente e pronto a sostenerci in maniera concreta.. Grazie. Vi aspettiamo 😜😜 Ca’ da Manin.
COMMENTI – 
Marco Pattano – Noto molta ironia…😂 torneremo presto anche noi. Abbiamo passato da voi la cena dell’ultimo dell’anno e replicheremo sicuramente.
IL 19 OTTOBRE 2019
DA CA’ MANIN – Non saremmo mai voluti arrivare a scrivere queste parole, ma è con grandissima tristezza e profondo dolore cbe purtroppo annunciamo la scomparsa questa mattina del membro principale nonché fondatore della nuova immagine di Ca’da Manin.. Il nostro mitico chef Pino se n’è andato lasciando un grosso vuoto dentro noi tutti.. Ci sembrava doveroso avvisare dell’ accaduto voi clienti e i partecipanti del gruppo.. allo stesso tempo volevamo ringraziarvi delle belle serate passate tutti assieme al locale e comunichiamo che non intendiamo chiudere o fermarci per nessuna ragione, ma anzi continueremo a lavorare sodo giorno dopo giorno per poter migliorare sempre di più e farvi passare dei piacevoli momenti tutti assieme..
Il locale rimane chiuso qualche giorno per metabolizzare per quanto possibile il brutto colpo dopodiché saremo nuovamente pronti e carichi più di prima. Vogliamo ricordarlo postando questa foto che racchiude tutta la sua ironia e la sua gioia che riuscìva a contagiare tutti noi.

IL 6 LUGLIO 2017-

“Non si diventa capitani restando in porto a sognare gli oceani…” Cit.
Proprio cosi, e ogni nave o flotta che sia ha il suo capitano..La nave di Ca’ da Manin ha ormai preso il largo e oggi esattamente festeggia il suo primo anno di attività..!! Tutta la ciurma ci tiene a fare un ringraziamento speciale al proprio di capitano, colui senza il quale non ci sarebbe nave, non ci sarebbe avventura, non ci sarebbe equipaggio e non ci sarebbe niente..colui che guida la sua flotta in ogni momento di gioia e di pericolo, colui che di avventure ne ha già passate un’ infinità ma che non si sente mai arrivato e si mette sempre in gioco divertendosi e facendolo con passione. Grazie Capitan Mammana Filippo e auguri a tutto l’ equipaggio di Ca’ da Manin.

IL 18 GIUGNO 2017- Il mix perfetto tra vigore giovanile ed esperienza..le componenti fondamentali con la quale si forma una squadra degna di essere chiamata squadra..quella di Ca’ da Manin è al completo e pronta per farvi passare delle piacevoli serate in compagnia e all’ insegna della buona cucina..!!! Capitanati dal nostro mentore nonché Chef Mammana Filippo vi salutiamo e vi aspettiamo numerosi presso la nostra struttura…una buona estate a tutti voi da parte di tutto il team..!! Vale E Deny Dalvivo, Jico Hawlader, Simona Esposito, Giulia Raimondo, Alessandro Mammana.

E QUANDO LA FAMIGLIA LAMMARDO (k609) POSAVA PER UNA FOTO RICORDO

La ‘Lammardo dinasty’ felice: 8 fratelli, 4 sorelle, i due anziani genitori, mogli e mariti, in una immagine di qualche anno fa, da album dei ricordi e guinness. Due dei fratelli Lammardo sono nel frattempo mancati. E ‘amministratrice’ era  Teresa (vivente), nubile, non le sfuggiva nulla dalla postazione ‘cassa’, capace di mediare, ereditando lo scettro di papà e mamma.

Avatar

Trucioli

Torna in alto