Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il valore, il ruolo dell’associazionismo.
E ‘presidenza story’ in Confcommercio savonese raccontata dai mass media

Gian Luigi Taboga non entra nelle dispute, non si mette di mezzo allo ‘spettacolo’ elezioni Confcommercio della provincia di Savona. Approfondisce con la sua preparazione, visuale e testimonianza, il valore etico e sociale delle associazioni, comprese quelle di categoria e onlus. Ecco il suo testo: La solidarietà. Nel tragico momento del bisogno la solidarietà è l’ancora di salvezza alla quale aggrapparsi. Esiste una solidarietà interpersonale , una di gruppo, una delle istituzioni ed una ben strutturata e collaudata che è quella che fa capo all’associazionismo.

di Gian Luigi Taboga

Gian Luigi Taboga

Le Associazioni riconosciute dalla nostra Costituzione come un vero e proprio supporto di carattere sindacale, economico, culturale, scientifico, religioso, solidale, professionale  e di promozione sociale  svolgendo  un ruolo indispensabile ed insostituibile  per la vita del nostro Paese.

Purtroppo esistono anche le “associazioni a delinquere” fonte di contagio malefico e di degrado. insediatesi in larghi strati ed a vari livelli della  nostra società incivile; è doveroso credere che le forze dell’ordine la magistratura possano debellarle  facendo crollare il muro di omertà che spesso le difende.

Questo è un impegno decisivo che deve coinvolgere tutti.

Il volontariato è il motore ed il volano delle associazioni e solo se viene rivalutato il ruolo degli iscritti si può sperare in un futuro migliore per l’intera società civile.

Occorre  eliminare  certe baronie che si sono create nel corso dei decenni, occorre riscoprire i principi che hanno ispirato a suo tempo i padri fondatori delle singole associazioni, adattandoli ai  bisogni di oggi e  del prossimo futuro.

La  sete di grandezza e la progressiva burocratizzazione  a spinto  le “costellazioni associative “ a diventare “ vere e proprie galassie” dove la voce del singolo si perde nel vuoto dell’infinito, passando dal primordiale associazionismo alle varie  Confederazioni di ogni ordine e grado che nulla hanno da invidiare alle Istituzioni dello Stato.

Si è creata una gerarchia di funzionari , di burocrati e di manager spesso  inamovibili, con corrispettivi che nulla hanno a che  vedere con il primordiale volontariato.

Esistono due principali motivi per riscoprire certi valori e trovare nuove strade:

  • Gli interessi generali e diffusi.
  • Il valore dell’individuo in quanto componente essenziale della democrazia.

La nostra Costituzione prevede a tali fini  la collaborazione fattiva tra i cittadini e chi li rappresenta  e il diritto alla sussiediarietà nelle forme e nel rispetto delle leggi e delle norme vigenti.

Le forze politiche, i partiti , i movimenti , le associazioni  avrebbero ben validi  motivi per  ponderare tali concetti e tradurli in atti concreti, tali da incentivare la partecipazione dei cittadini e renderli artefici responsabili del loro presente e dell’avvenire dei loro figli.

Le condizioni migliori sono quelle offerte da un momento di crisi e di transizione come quello attuale, ci auguriamo per   noi tutti di saper  cogliere l’occasione propizia.

Per ASSOUTENTI Savona Gian Luigi Taboga.

ARTICOLO DEL SECOLO XIX DOMENICA 29 NOVEMBRE 2020

non cita gli alleati del presidente Bertino ma le 11 categorie che lo contestano

ARTICOLO DE LA STAMPA 29 NOVEMBRE 2020

cita tra i sostenitori del sesto mandato di Bertino alcuni nomi di peso della categoria

Luciano Pasquale e lo storico presidente provinciale di Confcommercio, Vincenzo Bertino. Due personaggi di lunghissima resistenza, meritano gli auguri ! Bertino ricopre anche la carica di vice presidente della Camera di Commercio (veterano del consiglio di quella originaria di Savona) delle Riviere Liguri.

Marco Pesce tabaccaio varazzino e  a lungo tesoriere, Giovanni De Filippi (storica famiglia di concessionario auto e presidente delle Opere Sociali di Savona), Lorenza Giudice pluri votata ed attivissima presidente in quel di Albenga, candidata del centro destra (CAMBIAMO CON TOTI) non eletta alle Regionali, infine la giovane e promettente promessa Carlo Maria Barzola, quarta generazione storica famiglia Alassina con il nonno che ha ricoperto per anni la carica di presidente provinciale e locale dei Pubblici esercizi, poi il papà. Infine non è un mistero la reciproca fiducia tra presidenti: ora Luciano Pasquale tornato alla presidenza della Fondazione De Mari e presidente dell’Autofiori dall’aprile 2019.

IL SOVRANO NEL SERVIZIO DI SILVIA CAMPESE SUL SECOLO XIX – SAVONA

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto