Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano, a Verzi chiude la Conad? Disagi. E restauro Bagni Marinella con discoteca. Quanto costano i rifiuti da Covid 19. A.A.A il ginepro di 3 secoli chiede aiuto

La minoranza consiliare pidiessina di Loano esiste e fa sentire la sua ‘flebile’ voce. Ha rivelato a Ivg.it che il suo cliente pubblicitario in quel di Loano Verzi, cioè il colosso commerciale Conad, è prossimo alla chiusura per trasferirsi a levante di Loano, a ponente ha già un punto vendita. Per la frazione, oltre la zona alta delle Bulasce e dei Meceti, un grave disservizio. Verzi già priva di negozi. L’ultimo ‘alimentari’  era dei genitori, oggi defunti, dell’assessore all’Urbanistica, Vittorio Burastero. Leggi inoltre: quel ginepro a Verzi ha almeno 300 anni. Leggi infine buone notizie sull’immobile comunale La Marinella. E quanto costa al Comune il ritiro rifiuti dei cittadini colpiti da Covid.

Sempre il gruppo PD  ha chiesto un incontro urgente al sindaco per Loano Salute.  Ha pronta una mozione da sottoporre al prossimo Consiglio Comunale. Il tema: Loano Salute e i servizi offerti, che, secondo i ‘dem’ loanesi, “sarebbero da migliorare e ottimizzare”. Il sindaco Pignocca, in una nota riservata alla stampa ‘amica’, ha subito precisato che l’incontro con i consiglieri del Pd Roberto Franco e Giulia Tassara si terrà nei prossimi giorni.

Nella città dei fortissimi, quanto a consenso elettorale Vaccarezza e Brunetto, Loano Salute nonostante l’impegno dei medici, da domenica a martedì (con appuntamenti già fissati per chi si era prenotato), è rimasta senza vaccino antinfluenzale. C’era stata la richiesta di una dotazione maggiore rispetto allo scorso anno.  Nulla da fare anche in tempi di ‘peste’. Si aggiunga che uno dei medici di famiglia, il dr. Tortarolo, per tre giorni la settimana, extra orario, pratica personalmente il vaccino. Altra notiziola taciuta: a Loano Salute ( e non solo a Loano) è disponibile unicamente il vaccino Fluad, il più indicato per le persone dai 60 anni in su. Dunque nessuna vaccinazione, fino a questo momento, per l’altro vaccino riservato ai chi ha un’età inferiore ai 60.

Loano che presto- la buona notizia che si apprende a Loano Salute – potrà effettuare i tamponi Coronavirus, già attuati da un paio di strutture private e con prenotazione,  anche in farmacia. I test sierologici, invece, sempre in laboratori privati, risalgono all’aprile scorso.

Il sindaco Pignocca fa sapere: “Su un tema così importante è necessario lavorare tutti insieme. Ma posso anticipare fin d’ora che, su richiesta e in collaborazione con i medici di Loano Salute, stiamo già predisponendo la creazione di un punto presso il quale effettuare prelievi e tamponi. “In particolare come protezione civile di Loano acquisteremo una tenda da collocare all’esterno della casa salute, in maniera da evitare possibili contatti tra chi ha necessità di sottoporsi a tampone e tutti gli altri utenti. In questo modo potremo procedere con gli interventi già a partire dal mese di novembre”.

E il prof. Matteo Bassetti , consulente prediletto dall’amico presidente Toti che ha assunto anche l’assessorato alla Sanità che era di Sonia Viale leghista e non eletta, si fa fotografare e posta su Facebook.  Qualcuno lo avrà informato che nella storica città dei Doria…. “. Bassetti: “La D.ssa Chiara Dentone mi ha appena  fatto vaccino antinfluenzale. Tutti i sanitari dovrebbero farlo. Obbligatoriamente. Oltre a tutti quelli a cui il SSN lo offre gratuitamente.  In alcune regioni ci sono difficoltà nell’eseguire il vaccino, ma c’è ancora tempo per tutto il mese di novembre. Alla fine ci saranno vaccini per tutti quelli che lo vorranno fare. Mi auguro che alla fine della campagna vaccinandosi non avanzino vaccini non utilizzati come avvenuto sempre in Italia nei tempi recenti. Vaccinarsi è un atto d’amore verso noi stessi, verso le persone che amiamo e verso la società in cui viviamo. Le malattie infettive si vincono anche con i vaccini”.

Nessun cenno, neppure dal lui, quale tipo di vaccino abbia iniettato. Il Fluad ?

LOANO VERZI – La perdita della ‘Conad’  sarebbe un grave danno sociale per residenti, turisti delle seconde case. Il suo primo direttore, Marco Borghi loanese, figlio dell’ex comandante dei vigili (compianto); il nonno di Marco era consigliere del Psdi poi Psi, ai  tempi in cui era un attivo sindacalista al Santa Corana. Il nipote dirige egregiamente, già da giovanissimo, dalla nuova sede di Toirano, anche i due centri commerciali a Loano.

E cosa rispondono i dipendenti Conad di Verzi ? “Per ora solo voci, tutte da confermare,  non siamo stati informati di nulla, dunque l’attività prosegue. Purtroppo c’è chi telefona per sapere se siamo ancora aperti, si è diffuso l’allarmismo”.

Ci sarà  una sacrosanta mobilitazione popolare, meglio se con raccolta di firme, per scongiurare quest’ultima ‘mazzata’ per Verzi che non è mai stata ingenerosa con il centro destra, a Loano sempre più imbattibile soprattutto ora che può contare sul ‘mega risultato ‘elettorale del concittadino dr. Brunello Brunetto nel gruppo consiliare leghista in Regione. Nella dirigenza Conad, tra l’altro, non mancano i ‘confratelli’.

QUI PALAZZO DORIA – NOTIZIE RISERVATE PER TRUCIOLI.IT

AFFIDAMENTO INCARICO PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO

DEFINITIVO DEL RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DEL FABBRICATO BAGNI LA MARINELLA.

DALLA DETERMINA DIRIGENZIALE…….”Il fabbricato, ubicato nell’ambito del Demanio Marittimo, denominato “ LA MARINELLA”, censito al Catasto al Fg.14 mapp.1526 in Comune di Loano è stato interessato da un evento incendiario nella notte fra il 07/05/2019 ed il 08/05/2019;- l’evento incendiario si è sviluppato nel piano terreno del fabbricato a livello del litorale marino, ed ha principalmente interessato un locale adibito a cucina ed un adiacente locale ove si trovavano depositatied accatastati materiali di arredo (lettini, sdraio, ecc.) dello stabilimento balneare limitrofo denominato“Bagni La Marinella”;RAVVISATA la necessità, pertanto, di intervenire sul suddetto fabbricato in area demaniale marittima e provvedere, pertanto, all’affidamento dell’incarico di progettazione per il restauro e il risanamento conservativo dello stesso; ACCERTATA l’impossibilità di utilizzare personale dipendente, già impegnato in ulteriori attività, per cui si rende necessario attribuire un incarico a tecnico esterno all’amministrazione;DATO ATTO che il suddetto incarico – configurandosi quale servizio di supporto ai sensi deld.lgs.50/2016 per la realizzazione di opere pubbliche – rimane escluso dal programma degli incarichi approvato con D.C.C. n.48/2019;RICHIAMATA la deliberazione n.6/2005 della Corte dei Conti – sez. riunite;PRESO ATTOche, così come previsto dall’art. 36 comma 2 lettera a) del D. Lgs. n. 50 del 18/04/2016,si può procedere all’affidamento dell’incarico professionale a personale qualificato esterno a questa Amministrazione mediante affidamento diretto;DATO ATTO che quest’Ufficio ha provveduto a richiedere all’arch. Matteo Martini di Loano la disponibilità ad eseguire le prestazioni professionali atte alla redazione del progetto definitivo di restauro e risanamento conservativo del fabbricato LA MARINELLA;VISTA l’offerta pervenuta al prot. n. 36332 del 19/10/2020 da parte dell’arch.Matteo Martini di Loano che si è offerto di espletare l’incarico a fronte di un compenso complessivo di Euro 8.834,00 oltre oneri paria Euro 353,36 (contributo previdenziale pari al 4%) per un totale complessivo pari a Euro 9.187,36;CONSIDERATO che, per quanto previsto dall’art. 36 comma 2 lettera a) del D. Lgs. n.50/2016, in merito alle motivazioni per la scelta del contraente:- il dott. Arch. Matteo Martini è in possesso dei requisiti di idoneità tecnico-professionale per l’espletamento del servizio individuato;- l’offerta presentata dall’arch. Matteo Martini risponde pienamente alle esigenze tecniche individuate dall’amministrazione nell’ambito della progettazione suddetta;- che l’offerta economica, presentata dal professionista, è da ritenersi congrua rispetto alle prestazioni professionali da svolgere

TERZA INTEGRAZIONE IMPEGNO DI SPESA PER RITIRO E SMALTIMENTO

RIFIUTI  DI PERSONE SOTTOPOSTE A REGIME DI ISOLAMENTO OBBLIGATORIO PER COVID 19

PRESO ATTO che la Ditta BASECO di Villanova d’Albenga, interpellata in merito ha offerto di continuare a eseguire il servizio in questione con le seguenti modalità e costi:- un ritiro rifiuti a fine periodo isolamento (nel caso di isolamento prolungato, una volta alla settimana):Euro 150,00 per ogni viaggio a prescindere al numero degli utenti da cui raccogliere i rifiuti;- fornitura di appositi contenitori per ogni utenza: euro/cad 60,00;- fornitura di contenitori per stoccaggio rifiuti ogni utenza: euro/cad 10,00;- smaltimento rifiuti: euro/kg 1,00;RITENUTO opportuno impegnare ulteriori di Euro 15.000,00 sul Cap. 2315 per la raccolta e smaltimento dei rifiuti provenienti da soggetti che sono venuti a contatto con persone infette o che risultano portatori di COVID 19; oggetto dell’impegno: raccolta e smaltimento rifiuti soggetti che sono venuti a contatto con persone infette o che risultano portatori di COVID 19 importo dell’impegno: 15.000,00 euro.

SINDACO, VICE E CONSIGLIERE IN VISITA AL CANTIERE NAVALE ‘AMICO’

Il sindaco Pignocca in visita al cantiere navale Amico nel porto turistico di Loano; a sn il capogruppo del Pd, Roberto Franco sindacalista dipendente alla Piaggio di Villanova d’Albenga.

Luca Lettieri, vice sindaco: “Visita al Cantiere Navale Amico. Oggi siamo stati invitati dalla famiglia Amico a visitare il suo cantiere navale di Loano. E’ un’importante realtà imprenditoriale che dal 2010 segna il ritorno della famiglia nella nostra città, un’attività che nasce nel lontano 1799 da Matteo Amico, mastro costruttore. Il cantiere ha in servizio 15 dipendenti e genera un indotto importante per il nostro comprensorio. È grande l’ attenzione sulla sostenibilità ambientale nella gestione delle lavorazioni per le imbarcazioni che vanno dai 5 ai 60 metri. Il 95% della clientela è straniera e questo fa sì che il nome dei Cantieri Amico di Loano giri per il mondo. Auguri per i vostri 10 anni anni a Loano e grazie per l’importante ruolo imprenditoriale che ricoprite per la nostra comunità e per tutto il comprensorio”.

MA A VERZI VENGONO ALLA LUCE ANCHE BELLE E CURIOSE NOTIZIE

Scrive sulla sua pagina Facebook di una loanese Doc, Luisella Rosso, brillante e documentata.

Il ginepro storico, speriamo continui a resistere e sopravvivere agli incendi. Come si vede dalla foto non si direbbe che è non molta l’attenzione che gli viene riservata. A meno che i noti due ambientalisti e smanettatori loanesi non abbiano già pronta una curava da cavallo

“Questa pianta si trova in località Stevi, a margine del percorso comunale che da Verzi raggiunge la vetta del Monte Carmo. Unico esemplare in provincia di Savona di ginepro “Juniperus oxycedrus”. L’albero ha un’età stimata di circa 300 anni, una circonferenza di circa 190 centimetri ed una altezza di circa 10 metri. Fa parte dei 44 alberi monumentali classificati dal Corpo Forestale e dalla Provincia di Savona tutelati come patrimonio di particolare interesse naturalistico, ambientale e storico culturale. Lo accudiscono alcuni volontari de gli “Amici del Carmo” ai quali va il mio ringraziamento!”

Commenta Clara Boasso: “È un eroe! Sicuramente si sarà salvato da incendi!”
Avatar

Trucioli

Torna in alto