Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Noli, la bella notizia: ok della giunta al Nolita Country Hotel. Firmata la convenzione.
Visita in città di Casella candidato, incontro con ‘nonna Rosa’. Era la staffetta partigiana

La convenzione, al profano lettore, appare chiara e precisa: “La destinazione d’uso della nuova struttura ricettiva dovrà essere vincolata ad albergo tradizionale….”. Si chiamerà ‘Nolita Country Hotel’ (in origine Albergo “Miramare 2”). Il primo progetto risale al 2008, respinto dall’allora giunta  (Repetto sindaco). Motivo: era in corso la variante complessiva  al Piano ricettivo turistico comunale. Si sarebbe comunque tenuto presente all’interno del nuovo strumento urbanistico. La giunta Regionale (Burlando) nel 2011 ha approvato la variante al Programma turistico e di conseguenza al Piano regolatore generale di Noli. Ma il nuovo Puc che resta ‘chiuso’, inspiegabilmente, nel cassetto, in attesa di adozione, dopo aver superato i due mandati di Pino Niccoli sindaco. 

Nello procedimento di approvazione del progetto ‘Albergo Miramare 2‘, la stessa Regione ha chiesto (e ottenuto) la riduzione dei volumi del nuovo complesso immobiliare su un terreno, con rustico, confinante con la strada provinciale che porta alla frazione Voze. Sotto l’antico castello. Un taglio del 20% di cubatura sia fuori terra,  sia interrato che consente la realizzazione di 7 camere molto spaziose, 40 mq.  oltre ai servizi; 3 al piano terra, 4 al primo piano. Il vincolo ad ‘albergo tradizionale’ ha durata di 90 anni e resta tale anche in caso di vendita della struttura a terzi. Le clausole non dovrebbero lasciare varco ad alcuna variante con destinazione diversa. Ovvero da hotel, a Rta, ad alloggi destinazione al mercato delle seconde case.

Per Noli rappresenta una novità nel campo ricettivo, oltre al fatto che altre tre vecchie strutture, chiuse da anni, sono in attesa da tempo dello svincolo alberghiero e trasformazione in abitazioni. Noli dove non mancano neppure indiscrezioni sull’aspirazione – volontà di proprietari dei muri di cessazione di attività ricettiva e vendita immobiliare. In un contesto provinciale e del ponente ligure dove negli ultimi 15 anni il patrimonio turistico- alberghiero  tradizionali si è più che dimezzato e solo in piccola parte salvato con residence.  A Noli gli hotel  con camere di 14- 15 mq. vendono il pernottamento da 120 a 150 € . C’è un particolare, diciamo curioso e che si presta a qualche interrogativo. Nel progetto e convenzione, la famiglia Ganduglia si impegna a riservare, nel park dell’hotel, 3 posti auto  pubblici con libero accesso e senza limitazione alcuna. Trattandosi di una zona lontano dal centro abitato difficile immaginare quale sia il fabbisogno di parcheggio pubblico, da chi possa essere utilizzato e dunque se non sarebbe stato più sensato monetizzare per le esauste casse comunali i proventi. Si tratta di una condizione (quella dei parcheggi pubblici) imposta dalla normativa regionale ? Oppure è una scelta ragionata (e poco convincente) dell’Amministrazione Fossati ?

IL VIA LIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE – Vedi il verbale di giunta 9 settembre 2020 (…………). APPROVAZIONE BOZZA DI CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI NOLIE I SIGG.RI: GANDUGLIA ANNARITA E RICCARDO PER IL RILASCIO DEL TITOLO ABILITATIVO VOLTO ALLA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO ALBERGO DENOMINATO “NOLITA COUNTRY HOTEL” LOCALIZZATO IN NOLI, REGIONE CHIAPPELLA, VIA DEFFERRARI…

Sfogliando la convenzione che riportiamo in sintesi (ma che si può leggere nella sua completezza e forse più comprensibile ai tecnici della materia) vedi…….).

2 – Vedi elaborato superficie piano terra e primo piano (……………)

CONVENZIONE IN SINTESI – ATTO UNILATERALE D’OBBLIGO …. quale proposta irrevocabile di Convenzione Urbanistica per l’esecuzione del progetto per la realizzazione di una nuova struttura ricettiva (albergo tradizionale) in Noli, sui terreni catastalmente individuati ….. tra il COMUNE di NOLI e  il Signor GANDUGLIA Riccardo, nato a Savona il 19/07/1962, residente in Noli (SV), Via Anton da Noli n.1,  la Signora GANDUGLIA Annarita, nata a Genova il 28/11/1959, residente in Noli (SV), via Colombo n. 98, entrambi in qualità di proprietari dei terreni, con annessi preesistenti fabbricati, siti in Comune di Noli, Via Defferrari n. 91, …il primo anche in qualità di legale rappresentante della Società “Hotel Miramare di Ganduglia R. & A. S.n.c…. “….

Premesso che: a) i Signori Riccardo e Annarita Ganduglia sono proprietari, nel Comune di Noli, dei terreni censiti … e degli entrostanti fabbricati censiti …. b) i suddetti immobili ricadono in ambito “TU” (Tessuto Urbano) del P.T.C.P. regionale, nonché in area sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale ai sensi del D.M. 2 ottobre 1961 (“Dichiarazione di notevole interesse pubblico della zona comprendente la località Castello e l’abitato comunale, sita nell’ambito del Comune di Noli (Savona)”);

b1) l’area interessata dall’intervento era classificata, ai sensi del previgente P.R.G., come zona “SP4.8” (zona a standard urbanistici di interesse comune) di B1.1 (zona satura). Attualmente, in esito all’approvazione (con D.G.R. n. 1118/2011) della variante al Programma Turistico, la suddetta zona è divenuta un ambito turistico-ricettivo;

c) in data 23/05/2008, con nota assunta al protocollo comunale… , i Signori Ganduglia hanno presentato allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Noli un’istanza …. intesa ad ottenere l’autorizzazione unica per la realizzazione -in variante al Piano Regolatore Generale in allora vigente- di una nuova struttura ricettiva (Albergo “Miramare 2”) da localizzare sui terreni supra meglio individuati;

d) la Giunta Comunale, con delibera n. 24/2008 del 28/05/2008, ha ritenuto detta istanza non procedibile “essendo in corso una variante complessiva al Piano ricettivo/turistico comunale ove l’Amministrazione comunale valuterà l’inserimento della proposta all’interno della suddetta variante al Piano”;

e) con delibera n. 1118 del 16/09/2011 …. la Giunta Regionale ha poi approvato la variante al Programma Turistico e conseguente variante al Piano Regolatore Generale di Noli. Con tale delibera -in particolare- la Regione ha condiviso il progetto per la realizzazione dell’Albergo “Miramare 2”, prescrivendo però “una riduzione dei volumi (sia fuori terra che interrati) in termini non inferiori ad una quota pari al 20% delle quantità previste nonché della quota parte relativa ai parcheggi pubblici con conseguente individuazione in loro sostituzione, nell’ambito degli obblighi convenzionali a carico dell’operatore da concordarsi con l’amministrazione comunale, di altre prestazioni urbanistiche tenuto conto della destinazione a servizi pubblici dell’area interessata.

La destinazione d’uso della nuova struttura ricettiva, da condizionare a permesso di costruire convenzionato, dovrà essere vincolata ad albergo tradizionale a norma dell’art. 2 comma 1”; f) il Consiglio Comunale, con delibera n. 2 del 13/03/2012, ha successivamente preso atto della suddetta D.G.R. n. 1118/2011, accogliendo integralmente la variante al Programma Turistico e la conseguente variante al P.R.G., “nei limiti e subordinatamente all’osservanza delle condizioni e prescrizioni” indicate dalla Regione;

g)…. al fine di conformarsi alle prescrizioni regionali, quindi, i Signori Ganduglia, in data 04/09/2013, hanno presentato allo S.U.A.P. di Noli un nuovo progetto  ai sensi della sopravvenuta L.R. 10/2012;

h) ….da ultimo, per superare alcune obiezioni sollevate dall’Amministrazione comunale (che riteneva il progetto presentato in data 04/09/2013 non completamente “coerente” con le prescrizioni impartite dalla Regione …, nonché alle valutazioni espresse, nella seduta del 26/08/2014, dalla C.L.P. (secondo cui “la tipologia architettonica del complesso immobiliare in progetto presenta elementi di distonia architettonica sul trattamento delle facciate in particolare con la ripetitività dell’elemento ad arco”), i Signori Ganduglia, in data 19/09/2016, hanno presentato un’ulteriore progetto …, integrato in data 31/05/2017,… ed in data 20/12/2018, elaborato secondo le indicazioni sia della C.L.P. che della Soprintendenza ai beni paesistici della Liguria, ed in conformità alle previsioni del vigente P.R.G. e del vigente Programma Turistico di Noli (così come modificato in esito alla D.G.R. n. 1118/2011).

Tale progetto, in recepimento delle prescrizioni regionali poi introdotte nello Strumento Urbanistico, prevede -rispetto all’originario progetto presentato in data 23/05/2008- una riduzione del 20% dei volumi fuori terra; i) in data 15/03/2019 la Soprintendenza….ha espresso parere favorevole in ordine all’intervento …Una volta esaminato il progetto ed accertata la procedibilità dell’istanza, il Responsabile dello Sportello Unico, …. ha convocato -ai sensi dell’allora vigente art. 10, comma 2, della L.R. 10/2012- la Conferenza dei Servizi in seduta referente …., in data 27 settembre 2019 si è svolta la prima seduta referente della Conferenza dei Servizi…; successivamente, con deliberazione il Consiglio Comunale di Noli ha espresso il proprio definitivo assenso all’intervento proposto, approvando contestualmente anche lo schema della presente Convenzione urbanistica;

Il procedimento in Conferenza dei Servizi si è da ultimo concluso con l’approvazione -nella seduta deliberante- del progetto  e tale approvazione è stata successivamente formalizzata nel provvedimento dirigenziale del Responsabile SUAP… i Soggetti Attuatori -in forza del suddetto provvedimento autorizzatorio- intendono pertanto procedere all’esecuzione del progetto per la realizzazione di una nuova struttura ricettiva (denominata “Nolita Country Hotel”) …

CONVENZIONE ….CONTRIBUTO PER ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE …..Soggetti attuatori, si impegnano a realizzare a propria cura e spese, come descritto nella Relazione tecnico – illustrativa facente parte degli elaborati dello SUAP in oggetto: –tre parcheggi ad uso pubblico, in uso perpetuo, denominati 1P, 2P e 3PH, nell’autorimessa interrata, …. con accesso ai medesimi senza chiusure o limitazioni di alcun tipo e con libera circolazione all’area di manovra. La manutenzione ordinaria e straordinaria dei quali resta a carico dei Soggetti Attuatori. …

I Soggetti Attuatori si obbligano a corrispondere al Comune di Noli -un contributo di costruzione costituito da una quota pari all’incidenza delle opere di urbanizzazione, determinato ai sensi dell’articolo 16 del medesimo decreto e in conformità alle previsioni della L.R. 25/1995, nonché da una quota corrispondente alla “voce” costo di costruzione. La quota del contributo di costruzione relativa all’incidenza delle opere di urbanizzazione che i Soggetti Attuatori sono tenuti a corrispondere  potrà essere corrisposta -una volta determinata in via definitiva dal Comune- in due rate semestrali,… previa costituzione di idonea garanzia del pagamento delle rate differite. …..A titolo meramente previsionale ed assumendo a base del calcolo le tariffe oggi vigenti in Comune di Noli, risulta che la somma complessivamente dovuta dai Soggetti Attuatori allo stesso Comune, a titolo di contributo di costruzione è pari a 71.093,24 verrà corrisposto al Comune in quattro rate .

DESTINAZIONI URBANISTICHE 1. Il progetto, in conformità a quanto disposto dall’art. 2, comma 1, della L.R. 1/2008 e dal vigente P.R.G. di Noli (come modificato dalla D.G.R. n. 1118/2011), rimane vincolata alla destinazione d’uso ad “albergo tradizionale”, della durata di 90 anni .

PER IL CANDIDATO DELLA LISTA ‘SANSA PRESIDENTE’, JAN CASELLA, ALASSINO:

‘LA MIA MATTINATA SPECIALE  A NOLI’

Mini tappa elettorale a Noli del candidato al consiglio regionale per ‘Sansa presidente’ Jan Casella, consigliere comunale di minoranza ad Alassio: qui con nonna Rosa e Claudio Giachino

Dalla pagina Facebook di Casella – “Su invito del mio amico Matteo  Giachino, Presidente del NOLI Social Club”. L’Associazione di Promozione Sociale con sede Noli, partner ARCI, nata nel gennaio 2020, si prefigge “la divulgazione della cultura (musicale, letteraria, artistica) e la promozione della solidarietà sociale”.  Casella: “Ho avuto il piacere di incontrare molti cittadini dello splendido borgo. Claudio, il papà di Matteo, mi ha fatto l’enorme regalo di farmi conoscere la staffetta partigiana Maria Vittoria Pastorino detta “Nonna Rosa” con la quale ho lungamente conversato. “Con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro”.

La signora Rosa è la mamma  del dr. Aldo Grasselli, dal febbraio 2008 presidente della Società italiana di medicina veterinaria preventiva ed ex direttore del servizio veterinario delle Asl a Finale Ligure prima e Chiavari poi. Nominato presidente del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare  con il compito di effettuare su tutto il territorio nazionale, in modo autorevole e indipendente, la valutazione dei rischi nel campo dell’igiene e della sicurezza degli alimenti. Nel 2001 da candidato sindaco ha perso le elezioni a favore del ‘rivale’ dr. Pino Niccoli medico di famiglia dell’area di centro destra. La famiglia Giachino è, a sua volta, conosciuta nella cittadina turistica perchè gestisce il Bar Torino.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto