Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio, Casella, il candidato che risparmia
Melgrati: ‘A novembre torno sindaco, votate per…ma quel Vaccarezza quante marchette!’
E Lucchini tifa Brunetto loanese e leghista

Una campagna elettorale diversa dalle precedenti ? Alassio che di fatto schiera un solo concittadino candidato – consigliere comunale di minoranza – Jan Casella per Sansa presidente. Nella sua città un ‘campione’ di preferenze. Fino alla settimana scorsa la sua esposizione mediatica e promozionale appariva sottotono. Da ‘candidato povero’ che non può mettere in campo il dio denaro, con spazi pubblicitari a pagamento, cene, pranzi, colazioni, quintali di materiale – propaganda. Poi è arrivato lo ‘spot’ in grande evidenza su Ivg.it che ha fatto incetta di clienti candidati, a destra e a manca,  una ventina. Casella che sui social si è fatto largo e conoscere oltre i confini. Mentre domina la scena il navigato ed esperto di campagne elettorali Marco Melgrati. Con un coupe de theatre della vigilia. Lettera agli elettori firmata ‘sindaco di Alassio’ e l’annuncio: “Da novembre torno operativo”.

IL CANDIDATO CASELLA ALLA RISCOSSA NELLA VOLATA FINALE – Con quanta probabilità di essere eletto o almeno il primo dei non eletti ?  Leggiamo dalla sua pagina facebook: “Oggi ho avuto il piacere di conoscere Nicola Piccardo, che ad Onzo ha rimesso in piedi le proprietà di famiglia per farne un’azienda olivicola improntata al D.O.P. e all’ecosisostenibilità e sta lavorando per aprire una struttura ricettiva green nell’ottica di rivitalizzare e ripopolare il nostro entroterra.È anche grazie a giovani imprenditori come lui che abbiamo la possibilità di promuovere al meglio le qualità della Liguria”.

Una felice bicchierata con gli amici di Alassio Volta Pagina. “È bello sentire il calore delle persone vicine in un momento così importante. Grazie!” scrive Jan Casella

VOTA LA LISTA FORZA ITALIA- LIGURIA POPOLARE

POTETE VOTARE UN UOMO E UNA DONNA DELLA LISTA!

di Marco Melgrati sindaco di Alassio

Cari concittadini, sono Marco Melgrati, il Vostro Sindaco, attualmente sospeso per una norma anticostituzionale in seguito ad una condanna in primo grado che saprò ribaltare nei giudizi successivi dimostrando la mia assoluta innocenza e onestà intellettuale e morale. A fine novembre tornerò a guidare la Giunta comunale, con la scadenza della iniqua sospensione. Non per questo ho smesso di seguire le vicende del Comune, in particolare, occupandomi, dall’esterno, dei numerosi appalti e opere pubbliche che cominceranno a ottobre, fra cui: la demolizione e la ricostruzione della scuola media di via Gastaldi, il nuovo parcheggio da 120 posti auto pubblico di via Pera e un altro lotto del rifacimento della passeggiata Ciccione e la piazzetta di Madonna delle Grazie, oltre alle tante opere già realizzate, come il rifacimento di tutti i danni dopo la mareggiata dell’ottobre di due anni fa per oltre due milioni di euro, la passeggiata Graf, la piazzetta dei Frati cappuccini la passeggiata Baracca e il primo lotto di passeggiata Ciccione dall’hotel Mediterranee, oltre ai rifacimenti di marciapiedi e abbattimento di barriere architettoniche, la messa in funzione del pretrattamento (Depuratore Primario), la costruzione del molo a protezione di pass.ta Cadorna, vico Mela, il nuovo campetto esterno del Palasport, il rifacimento della piscina comunale, le asfaltature di strade, la messa in sicurezza di via Vigo, l’inizio dei lavori del Mattatoio e tanto altro ancora.

Questa volta, diversamente dalle altre due passate, non sarò personalmente presente in lista per le Regionali, e non potrò contare sul Vostro numeroso appoggio  come candidato, ma Vi chiedo di votare e far votare per il Presidente Toti, che ha lavorato bene in questi 5 anni e merita di continuare a guidare la Liguria e soprattutto per la Lista di Forza Italia con Liguria Popolare.

Vi invito a votare per i candidati di Forza Italia; si può votare un uomo e una donna. I Candidati di Forza Italia sono: Eraldo Ciangherotti, Consigliere Comunale di Albenga e Consigliere Provinciale, Doriana Rodino, Assessore alla Cultura, Musei, Promozione turistica, Campus Universitario, Politiche Giovanili e Pari opportunità di Savona e Valeria Grippo in Palmieri, moglie del Notaio Palmieri, figlio del Notaio che per anni ha operato in Alassio, alla prima esperienza amministrativa ma molto motivata…

Nella lista sono altresì presenti due esponenti di Liguria Popolare, il partito che a livello nazionale ha come leader l’on. Maurizio Lupi; per chi non si riconosce nei valori di Forza Italia ma è più vicino agli ideali popolari può scegliere uno tra Pietro Balestra Sindaco di Villanova d’Albenga o Fabrizio Ghione, Assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni del Comune di Cairo Montenotte, e magari abbinare una delle due donne presenti nella lista, Doriana Rodino o Valeria Grippo in Palmieri.

Il mio invito ancora una volta a sostenere Forza Italia e Liguria Popolare e i Suoi candidati, come avete SEMPRE fatto con me, per dare voce al nostro comprensorio in Regione!!!

Marco Melgrati sindaco di Alassio

Dopo il Presidente Toti e il Senatore Ripamonti anche Melgrati (coordinatore provinciale di Forza Italia) bacchetta Vaccarezza.

COMUNICATO STAMPA – Melgrati: “Ma Vaccarezza era in Consiglio Regionale negli ultimi 5 anni o era in giro a far campagna elettorale? Dei problemi della sanità della Provincia di Savona se ne accorge adesso? “

Altri tempi con Marco Melgrati candidato e Claudio Scajola nei panni di sponsor

Dopo aver abbandonato Forza Italia per motivi elettoralistici, nella convinzione che il simbolo di Toti oggi in Liguria “tiri” più di Forza Italia (staremo a vedere), ai fini della Sua rielezione in Consiglio Regionale, svuotando in provincia di Savona la dirigenza di Forza Italia, e facendo marchette politiche e proseliti tra gli amministratori, Vaccarezza attacca sulla gestione dell’Assessore Viale e quindi della Giunta e di riflesso di tutta la maggioranza, Lui compreso.

Caro Vaccarezza, ma la domanda sorge spontanea… dove eri quando venivano fatte dall’assessore Viale le scelte che sono state fatte sulla sanità del Ponente ligure, e della provincia di Savona in Particolare? Quando agli Ospedali di Albenga e Cairo Montenotte venivano ridotti e tagliati reparti e ambulatori, per concentrarli su Savona e Pietra Ligure? E quando lo stesso accadeva a danno del nosocomio di Pietra Ligure per concentrarlo su Savona?

Non era forse seduto in Consiglio Regionale nei banchi di maggioranza come capogruppo di Forza Italia prima e di Cambiamo poi??? E non avrebbe dovuto e potuto incidere sulle scelte dell’Assessore, facendo pesare il fatto di essere il 16mo in maggioranza di una maggioranza risicata (16 a 14)?

E dove era Vaccarezza quando io, da consigliere regionale di minoranza, facevo le mie battaglie contro Burlando e Montaldo sulla sanità pubblica nel Ponente, in particolare a favore di Santa Corona, facendo riaprire il reparto di Emodinamica 24 ore su 24, di Albenga e Cairo Montenotte, evitando la chiusura notturna dei punti di primo intervento e tanto altro ancora???

Eppure in questi anni più volte io mi sono confrontato con l’assessore Viale, soprattutto a inizio legislatura, non condividendo alcune scelte, e lo avevo segnalato anche al Presidente Toti in molti dei miei incontri, portando criticità e problematiche all’attenzione. Ma mai dalla mia voce è uscita una parola o uno scritto di critica nei confronti dell’Assessore o della Giunta…io sono del parere che i panni sporchi vanno lavati in famiglia, anche dopo l’attacco che ho subito da tutta la maggioranza in Regione per la mia candidatura a Sindaco di Alassio.

Anche io spero che ci sia un cambio di passo nella gestione della Sanità in Liguria, più attenta alla medicina di prossimità sulla scorta di quanto accade in Germania, sia per gli Ospedali minori  che per i centri Salute, cancellati dai finanziamenti regionali e non ancora sostituiti con bandi, come quello fatto dal Comune di Alassio che ha permesso di tenere in piedi il fondamentale presidio di Alassio Salute. Condivido il giudizio positivo sulla gestione dell’assessore Viale dell’emergenza Covid.

Il fatto poi che Vaccarezza, che non ha nessuna competenza in materia di Sanità, si candidi alla poltrona di Assessore alla Salute è veramente vergognoso… pensi prima a farsi eleggere e a contribuire alla vittoria di tutto il centrodestra in Liguria e del Presidente Toti, che per quanto favorito nei sondaggio non è per nulla scontata! D’altronde cosa ci si può aspettare da un personaggio del genere che ha sempre anteposto la Sua carriera politica-lavorativa ai problemi reali della gente e del territorio, facendo promesse mai mantenute… non ci stupiamo ma ne prendiamo atto, e speriamo che gli elettori ne tengano conto.

Marco Melgrati (Coordinatore Provinciale di Forza Italia)

E L’EX CONSIGLIERE DI FI, FABIO LUCCHINI, TIRA LA VOLATA

DA ALASSIO FUTURA –

Il candidato dato per vincente Brunello Brunetto, primario in aspettativa nel reparto di rianimazione del San Paolo, al comizio di Matteo Salvini a Loano con il sen. Ripamonti e l’on. Foscolo sul palco

1) La campagna elettorale di Brunello Brunetto (Lega)
“Sono molto emozionato per l’inizio di questa nuova avventura. Ma sono anche molto orgoglioso per essere stato chiamato a rappresentare il mio territorio. Ringrazio il segretario federale Matteo Salvini, il segretario nazionale ligure Edoardo Rixi, i senatori Francesco Bruzzone e Paolo Ripamonti, l’onorevole Sara Foscolo e gli amici della Lega per aver voluto condividere con me questo percorso. E grazie in anticipo a tutti i cittadini che vorranno accordarmi la loro fiducia”.
Lo dichiara Brunello Brunetto, candidato alle elezioni regionali della Liguria per la Lega, che ha partecipato alla presentazione delle liste e dei candidati del Carroccio.

Brunello Brunetto (candidato Lega): “Mantenere attivo il punto nascite di Pietra Ligure è prioritario. E’ un obiettivo che perseguirò in tutti i modi”

2) Proprio perché ritenevo e ritengo che il punto nascite di Pietra Ligure sia strategico, ad inizio anno avevamo ipotizzato di attivare anche a Santa Corona la partoanalgesia, la tecnica anestesiologica che consente di ridurre drasticamente il dolore del travaglio e che al San Paolo viene già effettuata da diverso tempo. Questo progetto è stato temporaneamente sospeso a causa dell’emergenza sanitaria, ma contiamo di farlo ripartire non appena le condizioni lo consentiranno”.
A marzo si era registrato un importante calo del numero di pediatri in servizio presso la Struttura complessa di pediatria e neonatologia dell’Asl2. I pediatri sono figure indispensabili, dal punto di vista tecnico e giuridico, per il mantenimento del punto nascite e in quel periodo in organico per tutta l’Asl2 c’erano solo 12 medici, compreso il facente funzioni di direttore (il dottor Alberto Gaiero, che nel frattempo è diventato a tutti gli effetti direttore della Struttura complessa). In quello stesso periodo si era registrata una cospicua riduzione del numero di accessi al pronto soccorso pediatrico: nel periodo dal 1^ al 24 marzo gli accessi erano stati 54 a Pietra Ligure (contro i 141 dello stesso periodo dell’anno precedente) e 70 a Savona (contro i 195 del 2019).

Ciò mi aveva spinto a convocare una riunione con i responsabili del Dipartimento materno-infantile dell’Asl2 per concordare una strategia volta in primis a tutelare le partorienti in caso di emergenza e in secondo luogo ad evitare che venisse messo in atto quanto ipotizzato dal Dipartimento inter-aziendale regionale materno-infantile, cioè il trasferimento di tutti i pediatri in servizio al Santa Corona presso lo stesso reparto del San Paolo e l’accentramento di tutte le attività a Savona.

Il Diar, infatti, aveva assunto tale decisione in maniera del tutto arbitraria, senza consultare il Direttore generale di Asl2 né il direttore di dipartimento né il primario. Insieme con la direzione generale dell’Asl2 ci siamo attivati per reperire con urgenza pediatri in grado di colmare le lacune di organico. Per fortuna questo lavoro aveva dato esito positivo>>.

Fabio Lucchini

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto