Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga più sicura con il cane lupo.
Progetto rotonda: grazie a Zonta Club

Anche il cane lupo ‘antidroga’ può far guadagnare voti in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio regionale e con un aspirante il dentista Eraldo Ciangherotti (salvo ripensamenti di Melgrati) che potrebbe nutrire qualche speranza, ‘patron’ Angelo Vaccarezza permettendo, ma senza dimenticare la candidatura ‘forte’ sul territorio di un moderato di lungo corso quale Piero Balestra sindaco di Villanova. Si preannunciano comunque novità ad inizio settimana.

E sempre che la Lega non voglia mettere in campo un suo esponente di primo piano del ponente. ‘Bruciata invece Cristina Porro che con Ciangherotti aveva rifiutato tenacemente l’alleanza con il ‘porta voti’ e ‘giocoliere’ geom. Diego Distilo che ogni tanto si prende gioco di ‘giullari’ cronisti per sgomitare a destra e a manca con autocandidature in questo o quel schieramento. Si veda rassegna stampa di giugno e luglio.

Ad Albenga e nel ponente savonese parrebbe ormai scontata la ‘corsa’ dell’avv. Chirivì per Fratelli d’Italia. E la sorte dell’avv. Renato Scosceria nel finalese ? E quali conseguenze nello scacchiera dei papabili eletti dopo l’adesione, a sorpresa ed ufficializzata del sindaco commercialista di Andora, da FI a ‘Cambiamo di Toti‘. Proprio la vigilia dell’inaugurazione di 300 metri di pista ciclabile. Con Toti che gira come una trottola, da un’inaugurazione all’altra, mandando in visibilio i gregari e l’applausometro dei fans: “Sei il migliore presidente  che la Liguria abbia avuto, grazie a te abbiamo raggiunto traguardi da primato nazionale…, Berlusconi si pentirà amaramente di averti perso”. Anzi di avergli dato un ‘calcetto’ nel sedere. Ma c’è anche la notizia che Berlusconi ha perso pure la senatrice Alessandrina Leonardo detta Sandra, moglie del più noto Clemente Mastella, sindaco di Benevento, giornalista, ma di professione politico, ex ministro che fece cadere il governo Prodi. Un figlio di Clemente vive a Loano dove ha sposato Roberta Gasco, ex ‘donna prodigio giovanissima in carriera’ caduta in disgrazia per via delle condanne per spese facili quando sedeva sui banchi del consiglio regionale della Liguria. Ma può consolarsi con la piccola catena di Pizzerie tra Finale ed Albenga e non saranno le ultime.

ULTIMA ORA – Venerdì 31 luglio, ore 18, ritrovo sul piazzale del Camposanto di Leca; visita della parrocchiale medievale di Santa Maria del Bossero, con affreschi dei secc. XV-XVII.
Per chi desidera compiere la passeggiata a piedi, si risale via Chiesa Vecchia, dove si trovano alcune case di villeggiatura di famiglie di Albenga (Giorgi, Stefani, Costa-Cepollini, Bamonte, D’Aste); per chi si sposta in auto appuntamento al parcheggio delle Opere Parrocchiali, davanti alla Parrocchia attuale; che si visita con l’attiguo Oratorio. Rientro ad Albenga per le 19,30 circa. Si ricorda ai partecipanti il rispetto delle norme anti Covid.

CON IL CANE ANTIDROGA VOLUTO DA FORZA ITALIA
ALBENGA SARA’  PIU’ SICURA, IL MESSAGGIO VIA SOCIAL

Il capogruppo consiliare di FI impegnato anche nella difesa dei vini liguri e dei produttori contro ogni ‘attentato’ alla peculiarità locale

ERALDO CIANGHEROTTI – “ Finalmente Lupo è arrivato dopo il periodo di addestramento. Da oggi la Polizia municipale ha a disposizione un’arma in più per combattere lo spaccio, un cane antidroga che sicuramente aiuterà a contenere una delle piaghe cittadine. Lupo (questo il nome del cane) è stato fortemente voluto da Forza Italia, avevo già richiesto la creazione di una unità cinofila già nella scorsa legislatura, ma solo oggi la maggioranza di centrosinistra ha deciso di dotare il Comando di un cane addestrato alla ricerca di sostanze stupefacenti. L’importante, a questo punto, è che Lupo sia utilizzato il più possibile per contrastare lo spaccio. Non vorrei, infatti, che l’assessore Vannucci lo portasse a spasso per la città ripetendo come un mantra che Albenga è una città sicura e che quello che è sotto gli occhi di tutti è solo una ‘percezione sbagliata’ dei cittadini. “.

PROGETTO PROMOSSO DALLO ZONTA CLUB ALASSIO – ALBENGA

Terminati i lavori di miglioramento della rotonda su Viale Martiri della Foce

COMUNICATO STAMPA – Sono terminati in tre settimane i lavori alla rotonda stradale sita all’intersezione tra Via Martiri della Foce e Via G. Noberasco, realizzati attraverso un progetto promosso dall’Associazione Zonta Club Alassio-Albenga in compartecipazione con l’Amministrazione Comunale.

Il colore del materiale, essendo tendente al giallo ricorda quello dello Zonta. È stata altresì inserita una targa con il logo del sodalizio dedicata alle donne “Zontiane” – in occasione del centenario della fondazione dello Zonta International celebrato in quest’ultimo biennio – al fine di onorare tutte coloro che, in questo secolo, si sono impegnate per migliorare la condizione della donna nel mondo attraverso azioni di servizio e advocacy.

Afferma Giusy Nalbone presidentessa uscente dello Zonta Club Alassio-Albenga:Voglio ringraziare l’Amministrazione Cangiano e quella Tomatis che con questa compartecipazione hanno dato dimostrazione di riconoscere il valore delle donne, dando visibilità al nostro impegno in uno spazio pubblico. Le donne Zontiane sono impegnate in azioni volte a migliorare la condizione femminile, una strada che uomini e donne dovebbrero percorrere insieme per raggiungere la parità ed il giusto equilibrio. Un ringraziamento anche alla ditta “L’Opera” di Albenga e ai tecnici del comune che hanno realizzato l’intervento.”.

Il sindaco Riccardo Tomatis aggiunge:Questo intervento è l’ennesima iniziativa che lo Zonta Club realizza ad Albenga. Siamo felici e particolarmente fieri di questa collaborazione. La nostra Amministrazione, così come l’Amministrazione Cangiano, è sempre stata particolarmente sensibile alle tematiche e alle iniziative promosse da questa importante realtà. Per questo siamo felici di questa iniziativa e dedicare una rotonda alle donne Zontiane credo possa essere un bel segnale per Albenga e per il nostro territorio”.

Domenica sarà inaugurata da una piccola delegazione di socie, la targa dello Zonta che nell’idioma Sioux significa “onesto e degno di fiducia”. Il segno distintivo dello Zonta deriva dall’insieme di simboli che compongono il logo e che esprimono la luce, il collegarsi insieme per uno scopo, il procedere insieme. Il riparo, la dirittura morale e la fiducia.

Avatar

Trucioli

Torna in alto