Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

‘Ceramica Viva’: artisti all’opera o in atelier
ad Albisola Superiore, Celle Ligure e Sassello.
Savona, in Carige espone Sandra Chiappori

“Ceramica Viva: gli artisti”: sul web la figura e l’opera di artisti attivi in manifatture o con proprio atelier ad Albisola Superiore, Celle Ligure, Sassello. Leggi anche: per Vetrine d’artista, a Savona, sede Carige, espone Sandra Chiappori che presenta le sue ricerche creative.

 

COMUNICATO STAMPA – Da Venerdì 24 luglio viene diffuso sul web e tra i social, a cura e con il patrocinio dei Comuni di Albissola Marina, Celle Ligure, Savona, Vado Ligure e dell’Associazione Ceramisti Albisola ed in collaborazione con il Comune di Albisola Superiore, il filmato “Ceramica Viva: gli artisti”, composto da foto e testi, dedicato a quarantatré artisti che esprimono in ceramica la propria creatività con un segno originale presso manifatture o con proprio atelier ad Albisola Superiore, Celle Ligure, Sassello.

Un secondo filmato, con lo stesso titolo, proporrà, successivamente, la figura e l’opera di ventinove altri artisti, attivi, a loro volta, in analoga situazione, ad Albissola Marina, Savona, Valleggia, Noli. “Ceramica Viva: gli artisti” viene realizzato dallo studioso Federico Marzinot, con la collaborazione tecnica e grafica dell’artista Paolo Pastorino; fa parte del Progetto “Ceramica viva”, sempre a loro cura, per promuovere la figura e l’attività di chi fa ceramica o per la ceramica nelle due Albisole, a Celle Ligure, Noli, Pontinvrea, Sassello, Savona, Vado Ligure, Valleggia.

In tale ambito é già stato proposto sul web e tra i social dal 13 giugno scorso il filmato “Ceramica Viva” dedicato a manifatture ceramiche di alcune di tali località. Ai due filmati “Ceramica Viva: gli artisti” faranno seguito quelli – sempre di foto e testi – dedicati, di volta in volta, rispettivamente, a chi opera nella ceramica secondo i dettami del Design, alla proposta della ceramica in musei, gallerie d’arte, in ambienti all’aperto o con studi tecnici e storici, al “Presepe degli Abissi”, in ceramica, posto l’8 dicembre scorso sul fondo del mare di Albisola ed infine ad un omaggio – con l’immagine della persona o d’una sua opera – agli artisti della ceramica scomparsi nel periodo 2005-2020.

DA SASSELLO A SAVONA, SANDRA CHIAPPORI

ESPONE A ‘VETRINE D’ARTISTA’ (Dal 3 agosto al 4 settembre 2020. Curatore la Dr.a Silvia Bottaro, presidente Associazione “Aiolfi” no profit, Savona e  critico d’arte).

La pittrice Sandra Chiappori ha conseguito la maturità artistica a a Genova dove ha frequentato il Liceo Artistico Barabino e la Facoltà di Architettura

Da Sassello, dove vive e lavora, a Savona il tragitto è breve ma il cambio di prospettiva è importante e, in tal modo, Sandra Chiappori ci presenta le sue ricerche creative, fatte sulla carta con la difficile tecnica dell’acquerello, tecnica che è capace di attraversare con sorprendente “realtà”, utilizzando la competenza pura che combina acqua e colore, fondendo sulla carta i vari pigmenti, senza ausilio di ulteriori elementi che renderebbero il lavoro pittorico a pratica mista, firmando ogni lavoro con lo pseudonimo IMAMAMI.

Dalla fine del 2018 ha cominciato a dipingere con colori acrilici nel campo informale, sviluppando una personale tecnica di esecuzione e rappresentazione: una sua caratteristica è proprio quella di sperimentare sempre con creazioni leggere, trasparenti poetiche: quando usa l’acquerello con “segno” molto personale, poi passa, invece, a creazioni di “fuoco”, d’impeto, incandescenti allorchè usa il metodo  dell’informale.  Le sue opere sono al confine della concretezza in una dimensione, a volte, con scenari surreali, altre arrivano al bordo di un sogno. Tutte rapiscono l’osservatore per il proprio piglio gentile, con i colori da accarezzare, oppure per gli squarci della sua dialettica fortemente istintuale.  La Chiappori pare lanciare sempre delle sfide, prima di tutto a sé, poi cerca delle affinità, degli incroci con la verità di certi fatti, di alcuni animali (i delfini piuttosto che i rapaci), con la Bellezza del mare, delle scogliere, dei giardini.  Lavori, apparentemente privi di “figure”, da non incapsulare come opere informali, ma, a mio parere, sono realizzazioni non semplici, ingenue come erroneamente si può superficialmente intendere: sono creazioni sempre in bilico tra astrazione e figurazione,  intensi che cercano di catturare la fragilità della bellezza con una rara e, finanche, insolita emotività tratta dalla tragedia shakespeariana.

Al suo attivo ha partecipato a numerose mostre tra cui  la presenza alla Esposizione Collettiva come artista selezionato alla 8a BIENNALE D’ARTE INTERNAZIONALE a Montecarlo (Principato di Monaco) (Settembre 2018) e  all’esposizione collettiva GENOVA ART EXPO 2020 presso SATURA ART GALLERY – Genova – Luglio 2020.

Silvia Bottaro

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto