Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga a teatro: ‘Tre donne e le loro storie’
Nell’arena sul mare del Seminario vescovile.
Notizia bis: originali ‘passeggiate di studio’.
Lions, cena in bianco, pro Melvin Jones

Albenga, sabato 25 luglio 2020,  ore 21,30,“Un’arena sul mare”: Seminario Vescovile (ingresso lato mare) Lungomare Cristoforo Colombo.  “Sale d’attesa. Tre donne e le loro storie” spettacolo teatrale prodotto dall’associazione #cosavuoichetilegga? Insieme per il Centro Antiviolenza Artemisia Gentileschi di Albenga. Leggi le altre notizie, da Albenga, a fondo pagina.

Dice Irene Ciravegna presidente dell’associazione #cosavuoichetilegga: “Siamo lieti di aver avuto la possibilità di recuperare con questa data, lo spettacolo che era stato inserito nella rassegna primaverile “Marzo donna” organizzata dal Comune di Albenga e purtroppo riinviata causa  Covid 19.  Siamo felici di poter donare il nostro spettacolo per la raccolta fondi a favore del CENTRO ANTIVIOLENZA ARTEMISIA GENTILESCHI ALBENGA per progetti rivolti alla donne. Vi aspettiamo pertanto numerosi il 25 luglio per condividere questo momento spensierato e  poter contribuire a progetti di grande utilità sociale”. 

In scena le attrici Graziella Ghezzi, Susy Minutoli, Paola Paolino e la coreografa e danzatrice Irene Ciravegna, magistralmente dirette dal regista Carlo Deprati, che con curiosità e impegno inesauribile si dedica da anni all’esplorazione del mondo del teatro.

Il testo scritto da Daria Pratesi, sceneggiatrice cinematografica e scrittrice teatrale, sempre attenta alle tematiche delle donne, dosa una narrazione attenta alle varie sfumature umane con mano esperta e felice e indagando ironicamente tra vizi e virtù.

“Sale d’attesa” è la storia di Grace, Polly e Sue, che s’incontrano casualmente nelle sale d’aspetto di vari professionisti (parrucchiere, estetista e fisioterapista). Dal racconto del quotidiano nasce tra loro una relazione profonda. I profili delle tre donne sono tracciati con arguzia e intelligenza suscitando ilarità. La pièce fa riflettere con il sorriso sulle labbra.

Lo spettacolo ha il Patrocinio del Comune di Albenga e il sostegno dello Zonta Club Alassio – Albenga e Centro Antiviolenza Artemisia Gentileschi di Albenga. Un ringraziamento particolare va a coloro che ci ha sostenuto per la realizzazione della serata Studio Fisio, Vittorio Maida parrucchiere, Interno Uno, Bagni Albenga. 

❌ INGRESSO AD OFFERTA LIBERA CON POSSIBILITÀ DI PRENOTAZIONE POSTO AD OFFERTA MINIMA 10 EURO. SE NON VUOI FARE LA CODA PER ENTRARE PUOI PRENOTARE UN POSTO DA: ALBENGA, ✔️FOTOTTICA DEL BORGO, Viale Martiri della libertà, 22 tel. 0182 53440

✔️ LIBRERIA S. MICHELE, Via Episcopio. tel. 0182 559254 ✔️ CALZATURE BENATI, Viale Martiri della libertà 18 , tel. 0182 556843 ✔️ BAGNI ALBENGA, Lungomare Cristoforo Colombo, 1, tel. 0182 544027.L’ingresso è consentito sino ad esaurimento posti disponibili, solo indossando mascherine e guanti; le sedie per il pubblico saranno distanziate. Ingresso alla sala la sera dello spettacolo sarà dalle ore 20.50.

ALBENGA, ORIGINALI ‘PASSEGGIATE DI STUDIO’

Le passeggiate di studio organizzate in collaborazione con il Comune di Albenga. A causa dell’emergenza COVID19 sono a numero chiuso. La prenotazione  all’ufficio IAT del Comune al numero 335/5366406.Date e programma.

LIONS DEL PONENTE:

Cena in bianco, 3250 € per la Fondazione Bianca degli Occhi Lions Melvin Jones di Genova

Il presidente Dario Zunino

COMUNICATO STAMPA – Albenga. L’edizione finora più complicata si è rivelata quella di maggiore successo: oltre 3.250 euro sono un risultato  premiante per gli sforzi organizzativi dei 10 club.

La tradizionale festa di metà luglio ( organizzata dai Lions Club Albenga Host, Alassio Baia del Sole, Albenga-Valle del Lerrone-Garlenda,  Loano Doria,  Finale Ligure-Loano-Pietra Ligure Host ed i  rispettivi Leo Club)  in virtù del  rispetto delle normative anti covid  è stata trasformata in una cena placée  che è riuscita a doppiare l’obiettivo prefissato di presenze.

Una volta appreso della possibilità di organizzare la serata, ne è stata valutata l’opportunità e la sicurezza, consultando medici al fine di garantire la massima tranquillità per tutti gli ospiti, dando all’ Essaouira indicazioni ancora più stringenti delle norme vigenti, recepite in toto dal sempre disponibile patron Alberto Pagliero . “Il plauso dei medici per le accortezze extra messe in atto vale per noi oggi più ancora della soddisfazione degli ospiti, che magari per il solo piacere di ritrovarsi avrebbero potuto  distrattamente trasgredire  le norme”, dichiara il presidente del Lions Club Albenga Host, Dario Zunino.

Tra i tanti entusiasti, anche Chiara Aprosio, Presidente Distrettuale Leo: “ È solo l’inizio di un anno ricco di collaborazioni tra i Lions e noi Leo, emanazione giovanile della stessa associazione. Molt giovani ospiti hanno potuto scoprire gli argomenti che trattiamo, anche divertendoci, ricordando l’importanza della solidarietà in una società sempre più incentrata sull’Uno”.

Ben 3.250  euro permetteranno di sostenere il lavoro della Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones di Genova nell’opera di espianto e conservazione delle cornee, il cui trapianto è in grado di ridare la vista al ricevente nel 92 per cento dei casi, come ha ricordato il vice presidente della Fondazione Banca degli Occhi, Franco Maria Zunino, che ha anche colto l’occasione per scaramanticamente omaggiare la Governatrice Senia Seno di un  cornetto, simbolo della serata, tenutasi proprio un venerdì 17 dopo un anno complicato.

Grata anche di questa sorpresa scherzosa la Governatrice: “L’undicesima edizione della Festa in Bianco ha saputo confermarsi un appuntamento imperdibile che ha coniugato la voglia di rivedersi dopo un periodo difficile per tutti ed il desiderio di sostenere uno dei più importanti service del nostro Distretto. Con questo spirito in quasi trecento ci siamo ritrovati ad Albenga per una serata di solidarietà e tanta amicizia.”

Il neo presidente della Associazione Amici della Banca degli Occhi, Michele Zimei, giunto da Genova ed accolto dalla Vice Presidente, la autoctonoa Nicoletta Nati,  ha voluto ringraziare per la  sensibilità ancora una volta dimostrata nei confronti del servizio che la Fondazione presta a favore di quanti soffrono di una patologia così invalidante come la cecità corneale. “ Questo ci  onora ed incoraggia a proseguire con grande impegno nell’opera diretta a corrispondere alle necessità di tanti pazienti che sono in attesa del trapianto” .

Piccolo spettacolo pirotecnico finale prima di stappare bollicine e brindare ad un nuovo anno sociale, sperando di potersi mettere alle spalle l’epidemia che ha funestato il mondo e stravolto nel loro piccolo  i programmi dei Lions club italiani, capaci comunque di donare 6 milioni di euro per fronteggiare l’emergenza covid-19.

Virginia Carbone, presidente Lions Club Alassio Baia del Sole: “Meglio non potevamo iniziare, anche noi siamo sorpresi: la risposta alla serata è sempre puntuale, continua a crescere negli anni confermandosi  grazie alla proficua collaborazione tra i club co-organizzatori. Visto il successo di quest’anno, confidiamo di poterne replicare il formato nelle prossime edizioni”. Le fa eco Fabio Montani, Vice Presidente del Lions Club Albenga Valle del Lerrone Garlenda, club per la prima volta partecipe nella organizzazione della serata: “Realizzare questa serata in tempi di pandemia è stata una grande sfida, e allora ringrazio chi quella sfida l’ha raccolta e vinta. Siamo doppiamente felici ed orgogliosi perchè questo service è la prima uscita ufficiale del Leo Club Valli Ingaune, costituito a giugno”.

Avatar

Trucioli

Torna in alto