Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, rocambolesca scoperta
Il dr. Giusto e il ritratto di Chiabrera

Di rado grandi artisti emblematici compaiono insieme. Secondo Renato Giusto – collezionista savonese, scopritore del ritratto – si tratta di un pittore ed un poeta: il genovese Bernardo Castello e il savonese Gabriello Chiabrera.

Immaginiamo la sorpresa di Renato Giusto – il collezionista scopritore del ritratto che ha voluto offrirci in anteprima – nel momento in cui individuò il poeta nell’opera proposta da un gallerista genovese. Il testo redatto dalla storica dell’arte Anna Orlando, qui riportato integralmente, ne conferma l’attribuzione a Castello e inquadra l’opera d’arte e il contesto in cui si mossero i comparenti.

La scoperta di Giusto è stata rocambolesca, nata dalla sua intuizione e dalla conoscenza del periodo e di un ambiente che ad altri poteva passare inosservato. Inoltre, il ritratto, a detta del nuovo proprietario l’unico ancora esistente, conferma quello inciso, entrato nell’iconografia ufficiale.

Il proprietario stesso ha voluto fornirci una immagine del quadro e il parere della storica dell’arte Anna Orlando che sostiene la duplice attribuzione.

Il ritratto incisione di Gabriello Chiabrera

Secondo Anna Orlando, il quadro fu dipinto nel 1625 quando Chiabrera aveva ormai superato i settanta anni: dall’epistolario risultano contatti quasi coevi con il pittore genovese. Una storia che ci siamo impegnati reciprocamente a descrivere con la ripresa autunnale della nostra attività.

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto