Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona: l’isolamento economico e sociale
Convegno di ‘tutti i possibili protagonisti’
4 punti come pilastri del progetto futuro
Pasquale: Le mie idee per rialzare la città

Giovedì 30 luglio, alle 17,30, presso la Generale di Via San Lorenzo il gruppo “Il Rosso non è il nero” organizza un convegno dal titolo “Savona: l’isolamento economico e sociale” rivolto ai temi della Città, con particolare riguardo a quelli di carattere infrastrutturale, ma non solo.

“La nostra intenzione – dice Franco Astengo, uno dei portavoce – è quella di aprire un confronto a tutto campo al fine di svolgere una funzione sia al riguardo dei contenuti, sia delle possibilità di aggregazione e costruzione di una vasta soggettività in grado di svolgere una funzione positiva nella partita elettorale del 2021″.

L’invito coinvolge ‘tutti i possibili protagonisti’: dall’avv. Marco Russo con il suo laboratorio a Livio Di Tullio che oggi prefigura un suo movimento civico, il PD, Rete a Sinistra, Noi per Savona.

Prosegue Astengo: “Dal canto nostro oltre l’introduzione dello scrivente, sono previsti interventi di Dario Zucchelli (esperto di infrastrutture ferroviarie), due ex sindaci del capoluogo, Bruno Marengo, Sergio Tortarolo,  l’avv. Sergio Acquilino che assieme alla prof.ssa Franca Ferrando, Maria Teresa Carbone, Maria Rita Zanella, Antonio Vallarino e Dilvo Vannoni (responsabile dell’organizzazione) fanno parte del coordinamento del nostro gruppo “Il Rosso non è il Nero”).”

“Questa amministrazione ha bisogno urgentemente di un’alternativa. Le forze politiche, sociali, culturali debbono aprire un forte dibattito sui temi della destinazione dello “Sblocca Cantieri” e dell’utilizzo del Fondo Strategico Regionale soprattutto al riguardo dei contenitori storici. Non ricostruiamo qui la storia degli appuntamenti mancati accumulati nel corso degli anni, delle opere annunciate e poi rimaste sulla carta. Oppure clamorosamente incompiute: appuntamenti mancati che stanno all’origine del declino di Savona, del suo comprensorio e della sua provincia.”

Ancora Astengo: “Un declino accentuato dalle conseguenze del lockdown e dalla tragica situazione in cui versa la Liguria sul piano infrastrutturale. Proprio il tema delle infrastrutture deve risultare prioritario in questa discussione. Nel testo dei 48 articoli varati dal governo nel merito dello “sblocca cantieri” si trovano vecchi progetti, tutti da rivedere, inerenti per la gran parte il trasporto su gomma in luogo di quello su ferro. E’ questo per noi un punto distintivo, anche perché nel documento governativo è presente il raddoppio della tratta ferroviaria Finale – Andora , già annunciato e mai realizzato da qualche decennio in una ridda di finanziamenti approvati e fatti sparire”.

Infine: “Mancano sia l’allaccio ferroviario alla piattaforma Maersk, sia il raddoppio della ferrovia per Altare. E’ questo un primo punto da sottolineare. Il secondo punto riguarda la questione dei contenitori storici in città: è necessaria una forte iniziativa che reclami una vera e propria progettazione per Savona città della cultura attorno al recupero e all’utilizzo di San Giacomo, Sant’Agostino, Santa Chiara in collegamento con il Priamar. In sostanza c’è materiale in abbondanza per esporre pubblicamente un progetto per la Città”.

1) comprensorialità, 2) decentramento, 3) infrastrutture, 4) contenitori storici, 4 punti come pilastri di un progetto complessivo provvisto di “visione” nel tempo e nell’utilizzo degli spazi. Tutto questo deve prevedere, sul piano politico, la costruzione di un’alternativa che contenga anche l’elemento della rottura complessiva con il passato.

E LUCIANO PASQUALE A IMPERIA TV PER RILANCIARE LE RIVIERE

INTERVISTATO CON IL CROCIFISSO ‘TESTIMONE’

E DOPO DUE MESI ANCHE L’EMITTENTE HA CHIUSO I BATTENTI

(rottamata) DALL’EDITORE CAV. FRANCESCO ZUNINO

Il dr. Luciano Pasquale ed il capo redattore di ImperiaTv, Andrea Pomati, una storia triste per l’emittente imperiese assai apprezzata nella vallate e dal platea nazionalpopolare. Nell’ultimo anno si erano arricchiti i programmi con Pasquale intervistato quale presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria e tra gli ospiti ‘parlanti’ degli incontro del sindaco Claudio Scajola con amici e sostenitori dell’Associazione Politica Polis.

ULTIMA INTERVISTA A LUCIANO PASQUALE

TORNATO PRESIDENTE FONDAZIONE DE MARI

IL 30 GIUGNO POST DI LUCA BECCE

“Un gruppo di associazioni di imprese del comparto logistico e portuale sta predisponendo una class action contro Aspi”.

Avatar

Trucioli

Torna in alto