Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, a Bari l’oleificio Canaiella vince l’argento: 500 aziende, 350 bio, 15 nazioni.
Perinaldo, 7 generazioni, in vendita il moderno frantoio Cassini: 1 milione di €

Era il 9 maggio 2019. Medaglia d’argento di categoria per l’ilio savonese. “E dopo tanti sacrifici é sempre un piacere avere dei riconoscimenti!” Scriveva sulla pagina Facebook Filippina Berruti con titolare dell’azienda olivicola biologica Canaiella con fattoria didattica. Produce olio extra vergine Dop da una monocultivar “taggiasca” (96%) e frantoio, leccino, moraiolo, pendolino, (4%) come impollinatori. E ora l’azienda consorziata #oliodoprivieraligure di Savona si aggiudica, a Bari,  la Gold Medal al Biol 2020.

L’Azienda Olivicola Canaiella vince la Gold Medal al Biol 2020: successo dop e bio per la Liguria

COMUNICATO Ufficio Stampa Consorzio Olio DOP Riviera Ligure-  L’olio biologico di oliva taggiasca dell’azienda olivicola Canaiella di Savona conquista i palati della giuria alla XXIV edizione del Premio Internazionale Biol, aggiudicandosi la ‘medaglia’ d’argento nella categoria “Fruttato Leggero”. Lo rende noto Coldiretti Savona, sottolineando che su 350 oli extravergini d’oliva biologici in gara provenienti da 15 paesi, esaminati da una giuria internazionale composta da 30 palati esperti, L’azienda consorziata #oliodoprivieraligure Canaiella di Savona si aggiudica a Bari  la Gold Medal al Biol 2020.
Giunto alla 25ma edizione, il concorso ha visto la partecipazione di ben 500 concorrenti provenienti da 15 differenti nazioni che hanno affrontato il parere di 30 giurati.
Un’ occasione di confronto sul tema degli oli extravergini di oliva biologici che ha visto l’azienda ligure – socia del Consorzio Olio DOP Riviera Ligure – portare a casa un riconoscimento importante per la nostra regione. Riaffermando il valore che dop e bio vanno d’accordo. Operando in campo biologico anche in annate complesse come quella appena trascorsa.
“Il premio riconosce le nostre grandi fatiche – sottolinea il titolare dell’Olivicola Canaiella, Andrea Giannì -. Di fatto abbiamo limitato la presenza della mosca olearia con le sole trappole cromotropiche (pannelli adesivi gialli, in grado di attirare le mosche). Abbiamo collocato un migliaio di trappole, abbiamo superato la siccità che ha minato la produzione di molti grazie al nostro sistema di fertirrigazione sostenuto dalla presenza di ben tre sorgenti naturali. In più, la raccolta è stata precoce. Un investimento notevole ripagato dalla qualità del prodotto e da questo premio”.
Un premio che consacra l’impegno dell’olivicoltore ligure, tenace e combattivo con armi moderne e rispettose dell’ambiente. E offre spunti di riflessione anche per il mondo dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure, di fronte alle nuove sfide che si presentano nel costante abbandono di metodi colturali superati.

COME RAGGIUNGERE L’AZIENDA CANAIELLA – Autostrada A10 Genova-Ventimiglia uscita al casello di Savona e seguire le indicazioni per Savona. Proseguire fino al cavalcavia dell’autostrada. Girare a destra per via Dei Bricco e proseguire sino a via Santi Pietro e Paolo per poi immettersi in via Canaiella.

“La mia azienda si trova a Savona a circa 135 metri sul livello del mare dove coltiviamo principalmente olive di varietà monocultivar taggiasca. L’intera produzione del nostro olio è all’insegna del biologico, ad esempio per la lotta ai parassiti non utilizziamo fitofarmaci o altri prodotti di sintesi e anche la cattura della mosca delle olive avviene con trappole cromotropiche. La produzione passa attraverso l’estrazione a freddo di olive taggiasche raccolte a mano e rigorosamente selezionate: è con il nostro dura lavoro e passione che otteniamo un olio delicato e estremamente profumato. Completamente immerso in una natura incontaminata priva di insediamenti industriali e circondata da boschi con ricche vegetazioni selvatiche e spontanee.”

Nel 2015 primo classificato al premio nazionale “L’oro d’Italia ” – tipologia monovarietali – fruttato leggero – sezione biologici. Terzo classificato – premio nazionale “L’oro d’Italia ” – tipologia monovarietali – fruttato leggero; distinzione – premio nazionale “L’orciolo d’oro” – sezione biologici; distinzione – premio nazionale “L’orciolo d’oro” – sezione dop; menzione di merito – premio nazionale ” Sirena d’oro di Sorrento”; primo classificato Biol Liguria 2015; attestato di eccellenza – concorso nazionale “Aipo d’argento”.

PERILALDO (IMPERIA): DOPO 7 GENERAZIONI

IN VENDITA IL FRANTOIO CASSINI- ARTICOLO DE IL SECOLO XIX

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto