Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio innova /Ultima ora dalla Regione
Ristoranti in spiaggia aperti fino alle 24 con tavolini al posto di ombrelloni. Parodi vince

Colpo di scena o meglio, esplicita conferma alla decisione della giunta comunale di Alassio: tavolini al posto degli ombrelloni, dalle 19 alle 24, per cenare in riva al mare. Il settore Demanio della Regione Liguria, con una nota a chiarimenti, conferma la validità di apertura dei ristoranti sulla spiaggia, dopo la chiusura della balneazione. Nonostante l’opposizione di Aristobar (raggruppa esercenti alassini) e il tentativo di ‘sfiduciare’ l’avv. Massimo Parodi durante una riunione di categorie commerciali in un hotel alassino, colpevole dell’iniziativa ‘rivoluzionaria’. Leggi anche il fotoservizio dell’ex sindaco Avogadro lungo la strada che porta alla Madonna della Guardia.

L’avv. Massimo Parodi non risponde alle chiamate. Ai messaggi replica: “Nulla da dire, chiedete spiegazioni ai signori Carlo Maria Balzola e Gianpaolo Fracchia, lasciatemi lavorare. Ho troppi amici, anzi ringrazio quanti, pur non condividendo il mio operato, non ricorrono alla carboneria. Ho letto in questi giorni di tutto e di più, che sarei diventato assessore e molto altro….”. Dunque nessuna dichiarazione, ma un freddo commento.

Questa la lettera della Regione Liguria al Comune di Alassio. Ognuno tragga le sue valutazioni, ciò che emerge evidente che anche  la severa arch. Corinna Artom condivide le scelte della giunta comunale di Alassio. Sono sacrosante ? Non lo sappiamo, certamente legittime sulla base del responso regionale. Certamente è una novità dell’estate alassina 2020. Forse senza precedenti nella blasonate località balneari. Una spot promozionale intanto che in altri tempi avrebbe raggiunto lo scoop dei media italiani ed internazionali. Alassio, cena in spiaggia, via gli ombrelloni.

ALASSIO IL GELATO ARTIGIANALE SOTTO L’OMBRELLONE

Il gelato artigianale d’autore arriva fino a sotto l’ombrellone, per evitare code a turisti e bagnanti. Vedi anche la fotonotizia postata dall’ex sindaco Avogadro sulle condizioni indecorose della strada panoramica verso madonna della Guardia.

IL GELATO ARTIGIANALE PERLECO’ – Questo avverrà nella prima estate con il Covid-19, che suscita domande e riflessioni nei vacanzieri, legate a distanze, code, attese. Una scocciatura per chi desidera godersi il meritato relax, senza troppi stress.

A risolvere il problema delle code in gelateria ad Alassio ci pensa Perlecò, rinomata gelateria graniteria, che si è dimostrata ancora una volta innovativa mettendo a disposizione anche degli stabilimenti balneari, dei parchi vacanza e residence il proprio servizio a domicilio, con consegne del proprio gelato artigianale fino a sotto l’ombrellone.

Alassio è conosciuta per essere una delle più belle e rinomate città balneari d’Italia, e non solo. Sabbia finissima, spiagge attrezzate e dotate di tutti i comfort, mare splendido e a misura delle necessità di bambini e famiglie.

Ora grazie ad una comoda App ecco servito un fantastico gelato artigianale proprio sotto l’ombrellone o a casa, senza attese e code.

Come è nata questa idea?

“Già a novembre 2019 abbiamo sviluppato la nostra App per le consegne a domicilio dei nostri prodotti. Guardando alle grandi metropoli abbiamo pensato che i nostri clienti estivi sono gli stessi che normalmente utilizzano i servizi a domicilio. Poi ci siamo anche resi conto che i nostri concittadini, specialmente durante la stagione invernale, avrebbero potuto avere piacere di godersi qualche momento di relax con un ottimo gelato.

A dicembre abbiamo iniziato questo servizio con risultati incoraggianti. Poi la pandemia del Coronavirus che ci ha costretti tutti a casa ha messo in risalto la comodità di questa iniziativa, e grazie a questo servizio abbiamo fornito un minimo di “normalità” e gioia in questi mesi difficili” dicono i titolari della gelateria Perlecò

Avete così deciso di estendere il servizio anche per la stagione estiva?

“Nelle nostre intenzioni le consegne sarebbero continuate anche d’estate. La serata con gli amici a casa, la grigliata in compagnia, perché non ordinare alla fine un gelato artigianale? Le occasioni per utilizzare un servizio a domicilio possono essere molte, oltre a mantenere una comodità a cui i nostri ospiti sono abituati”.

Come siete passati al servizio sotto l’ombrellone?

“Una logica conseguenza. Inutile nascondersi che quanto accaduto solo pochi mesi fa sta creando difficoltà a tutti i settori. Il nostro compito deve essere quello di fornire un gelato di altissima qualità e di renderlo disponibile nella maniera più sicura e “rilassante” possibile. Perchè il nostro cliente deve poter dimenticare lo stress della coda, della attesa, della “complicazione”. La vacanza ad Alassio deve essere perfetta, e il gelato è un momento di felicità. Il nostro gelato è fresco tutti i giorni, sano, buono e, anche, senza glutine. Vederselo recapitare a casa, in spiaggia o in camera crediamo sia un altro piccolo pezzettino di felicità” dicono ancora dalla Perlecò

Quale accoglienza ha avuto la vostra proposta?

“Ottima. I gestori degli stabilimenti balneari che abbiamo contattato sono stati entusiasti della proposta. Altrettanto le altre strutture di accoglienza turistica. Segno della maturità dei nostri operatori che hanno immediatamente compreso l’importanza di “coccolare il Cliente” fornendo servizi di qualità elevata.

Ma come funziona ?

“Alle strutture aderenti vengono consegnati dei volantini da appendere agli ombrelloni o da consegnare ai clienti. Il volantino contiene le indicazioni per utilizzare il servizio. Si scarica l’App Perlecò e si è già pronti a fare il primo ordine. Semplicissimo”.

Consegnate il vero gelato artigianale?

“Certamente, ma non ci limitiamo solo a questo. Portiamo anche le nostre granite siciliane, i monoporzione ed è possibile persino prenotare e farsi recapitare una torta gelato o semifreddo. Quasi tutto il nostro listino è disponibile in consegna, inoltre si potrà prenotare il ritiro in gelateria, saltando così la coda, grazie ad una specifica funzione dell’App”.

È la fine della passeggiata con gelato?

“No, sicuramente no. La socializzazione, l’incontro in gelateria, saranno sempre un enorme piacere, sia per noi che per i nostri clienti. Ma è innegabile che le vicende di questo inverno hanno modificato parti delle nostre abitudini. Le precauzioni che è necessario adottare comporteranno qualche “scocciatura” in più, ma se si trova il modo per evitarle perché non farlo?”

In conclusione?

“Auguriamo a tutti una buona estate ad Alassio. Una meravigliosa città piena di voglia di vivere e ricca di imprenditori che hanno a cuore il benessere dei propri ospiti. Noi come Perlecò (Via Torino 46, Alassio), come sempre, prepareremo il migliore dei gelati, fatto solo con ingredienti genuini e di primissima qualità e arriveremo fin sotto gli ombrelloni in spiaggia per deliziare i bagnanti con le nostre prelibatezze. Per questo non ci resta che augurarvi una buona estate ad Alassio, naturalmente rinfrescato da un buon gelato!”

L’EX SINDACO AVOGADRO REPORTER PER UN GIORNO

Ma la strada della Madonna della Guardia è nel Comune di Alassio o nel Far West? La stessa cosa vale per i sentieri collinari… per favore non parlate più di turismo! Roberto Avogadro.

Commenta Maria Teresa Villani – Dai, il verde selvaggio fa tanto wild!

Un’altra segnalazione, con strada accidentata da buche ormai pluriennali, ci arriva da un lettrice e riguarda lo stato pietoso di via Vigo. “Una vergogna e pericolosa anche per i pedoni, ho segnalato più volte al Comune, ma non ci sentono…”.

Nuovi aiuti per le famiglie in difficoltà
Stanziati altri 75mila euro. Le domande potranno essere presentate entro il 22 giugno prossimo. Il valore del contributo avrà un valore massimo di 600 euro per famiglia
COMUNICATO STAMPA – “Lo avevamo annunciato durante l’ultimo Consiglio Comunale”. Giacomo Battaglia, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Alassio presenta l’Avviso Pubblico, relativo all’intervento straordinario  tramite contributi economici finalizzato al sostegno dei nuclei familiari con difficoltà economiche prevalentemente conseguenti alle misure restrittive adottate a livello nazionale per contrastare la pandemia del COVID-19.
“Non sapevamo ancora di quanto sarebbe stata la disponibilità economica – spiega Battaglia – e quindi non avevo potuto essere più chiaro, ma dal confronto continuo con i servizi sociali appariva evidente che stava aumentano sensibilmente il numero delle famiglia che ci interpellavano per ricevere aiuti non solo per la spesa, ma anche per il pagamento delle utenze. Di qui la decisione di approvare una misura di intervento attraverso l’erogazione di contributi economici straordinari”.
ALASSIO E LA SUA VIGNETTA DELLA SETTIMANA
A TRUCIOLI.IT: SOLO BUFALE QUELLE DI PARODI
ASSESSORE E ROSSI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
L’uomo nero porta avanti le sue strategie ? Una riunione dei rappresentanti delle categorie alassine, riunite in un hotel, boccia la proposta di un documento di sfiducia al bersaglio prediletto, ovvero l’avv. Massimo Parodi, colpevole di tanti ‘danni’ e di aver scritto sulla sua pagina Facebook (e poi) rimosso che quest’anno i Bagni Marini (divisi in due associazioni, che autogol!) dovranno accontentarsi di incassare come gli altri anni.  In realtà parla di ‘dichiarato‘. Eppure ci sono commercialisti alassini che hanno tra i clienti titolari di Stabilimenti balneari che denunciano, a seconda della grandezza della spiaggia, quanto guadagna un impiegato comunale, siamo tra i 18 e i 30 mila euro. Eppoi c’è chi crede ancora all’esistenza dell’evasione fiscale !? E come combatterla.
Un tempo in Liguria c’era il ‘partito del cemento‘ che è scomparso nonostante due libri e uno degli autori aspiri a candidarsi a sfidante di Toti per il centro sinistra. Nessuno ha mai pensato al fortissimo ‘partito degli evasori‘. In tempi di coronavirus hanno tanti nemici in Tv, ma nelle urne non c’è partita. Chi è a reddito fisso (politici, poltronificio e casta esclusi) perde sempre. Suvvia un po’ di buon umore  alassino è utilissimo per mantenersi in forma. Anzi da Alassio fanno sapere che l’albenganese Lorenza Giudice, popolorissima ad Albenga e combattiva presidente di categoria, sarà candidata con il presidente (vincente) Toti. Si rafforza, oltre alla presenza maschile, quella femminile dove sono ammesse le ‘sorelle’ del grembiulino e del compasso, presenti peraltro nella giunta comunale ingauna. Dimenticavamo, Alassio ha già messo in campo per Toti e Vaccarezza, Lucia Leone che non ha almeno conflitti di interesse.
E LA FRUSTA DI CICCIONE….
Avatar

Trucioli

Torna in alto