Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Andora apre spiagge libere e balneari.
E l’ultramaratoneta Ilario Simonetta

Andora, sulle spiagge libere, aree differenziate per single e famiglie e dispositivi per indicare dove mettere l’asciugamano. Stabilimenti balneari aperti per la elioterapia e dal 3 giugno per la stagione balneare.              

ANDORA APRE LE SPIAGGE LIBERE

E GLI STABILIMENTI BALNEARI PER LA ELIOTERAPIA

Sulle spiagge libere, aree differenziate per single e famiglie e dispositivi per indicare dove mettere l’asciugamano.

COMUNICATO STAMPA –  Andora apre da domani le spiagge libere e gli stabilimenti balneari per la elioterapia e dal 3 giugno per la stagione balneare. Il sindaco Mauro Demichelis questa mattina ha firmato un’ordinanza con la quale si definiscono le modalità di fruizione degli arenili. La permanenza sulle spiagge sarà soggetta a norme che garantiscano il distanziamento sociale e in sintonia con quanto disposto dalle Linee guida della Conferenza delle Regioni e Province Autonome del 16/05/2020 e dalle Linee Guida approvate con le delibere di Giunta Regionale n.422/2020 e 423/2020.

All’ingresso delle spiagge libere, saranno posti dei cartelli che evidenzieranno le regole che è necessario rispettare per usufruire dell’arenile e quali attività ludiche è possibile praticare. Ci saranno spazi dedicati alle famiglie formate da quattro persone e aree per i  singoli e gli amici. Sull’arenile saranno installati picchetti o dispositivi per indicare lo spazio che è possibile occupare.

Andora ha la fortuna di avere un litorale di sabbia profondo con una dozzina di spiagge libere di varie dimensioni che auspichiamo possano essere frequentate in tutta sicurezza grazie a norme semplici e chiare. Grazie ai picchetti colorati chi arriva in spiaggia potrà velocemente verificare se c’è posto – spiega il sindaco Mauro Demichelis – I dispositivi, sistemati in numero adeguato a garantire il distanziamento sociale,  fungeranno da punti di riferimento accanto ai quali i bagnanti dovranno sistemare l’asciugamano stando attenti a rispettare la distanza di un metro e mezzo dagli altri. A fianco dei picchetti blu potranno accomodarsi i gruppi formati da quattro congiunti, due per lato. I picchetti grigi sono dedicati alle famiglie con massimo due persone e ai single e persone non congiunte che dovranno comunque rispettare fra loro la distanza di un metro e mezzo.”

Per il controllo degli arenili pubblici, l’ordinanza prevede la possibilità di attuare accordi con soggetti fra quelli individuati dalle linee guida dell’Anci, associazioni  e realtà prioritariamente del territorio

Siamo lieti di aprire le spiagge almeno ai residenti e liguri in attesa che inizi la stagione balneare. Crediamo che attualmente il rischio sia davvero basso vista la affluenza ipotizzata. – spiega l’Assessore al Demanio, Marco Giordano – Abbiamo dato mandato agli uffici di stringere accordi con associazioni e realtà, prioritariamente del territorio, che possano garantire la migliore e sicura permanenza degli ospiti delle spiagge pubbliche oltre ad offrire servizi aggiuntivi a pagamento, ma non obbligatori. Per garantire una reale rotazione dei posti a disposizione, l’ordinanza vieta l’abbandono di asciugamani, vestiti, sdraio e di accessori per un tempo superiore ai trenta minuti”.

LA MARATONA LA LIGURIA RICOMINCIA DI CORSA
Andora – È arrivata in Provincia di Savona la maratona “La Liguria ricomincia. Di corsa” che è giunta ad Andora dove il testimone è passato al consigliere delegato allo Sport, Ilario Simonetta che ha corso per 5 chilometri portando un barattolo di sabbia di Andora, che rappresentava simbolicamente  il bel litorale andorese, una eccellenza che si è voluta portare all’attenzione dei turisti.
Il Sindaco Mauro Demichelis, il vice Sindaco Patrizia Lanfredi e l’Assessore all’Agricoltura e al Demanio, Marco Giordano, hanno sottolineato la bellezza del territorio, l’offerta turistica ed enogastronomica in un video realizzato dagli organizzatori della Fondazione Genova Liguria Film Commission.   “Questa maratona esprime bene la nostra voglia di ricominciare dopo lo stop, seguendo le regole e partendo da ciò che ci caratterizza e ci rende attrattivi- ha detto il Sindaco Demichelis.  “Nel grande cesto che raccoglie le eccellenze liguri abbiamo messo un barattolino di sabbia, simbolo delle nostre piagge dorate, alcune delle nostre straordinarie eccellenze dell’agricoltura come il Basilico Genovese Dop e l’olio extravergine d’oliva – ha spiegato l’Assessore Marco Giordano.
Un evento sportivo che diverrà un video promozionale della Liguria. “Abbiamo parlato del porto, dell’ entroterra, dei nostri bellissimi sentieri che si affacciano su un mare, culla della pesca tradizionale e dove si può fare ogni tipo di sport” – ha concluso Demichelis. 

LA SABBIA DELLE SUE BELLE SPIAGGE

IL SIMBOLO DI ANDORA ALLA MARATONA “LA LIGURIA CHE RIPARTE DI CORSA”

Ilario Simonetta maratoneta e consigliere delegato allo Sport

COMUNICATO STAMPA – Sarà il Consigliere comunale  delegato allo Sport Ilario Simonetta lo staffettista di Andora che consegnerà un barattolino di sabbia dell’Associazione Bagni Marini. Di corsa, la lunga maratona che attraversa tutta la Liguria e che toccherà il comune ponentino.  A percorrere di corsa la tratta sarà il Consigliere delegato allo  Sport, Ilario Simonetta, ultramaratoneta e istruttore sportivo.   Al momento del passaggio della staffetta, alla presenza del Sindaco di Andora, Mauro Demichelis e dell’Assessore al Demanio, Marco Giordano, sarà consegnato un barattolino di sabbia dell’Associazione  Bagni Marini, ma non mancheranno anche i prodotti tipici del territorio.

“Andora può vantare una caratteristica rara in Liguria ovvero un litorale completamente di sabbia naturale,  ma è anche una rinomata piana di produzione agricola e  florovivaistica, in particolare del basilico genovese DOP  – spiega Marco Giordano, Assessore all’Agricoltura e al Demanio del Comune di Andora –  Gli stabilimenti balneari stanno lavorando per accogliere i turisti al meglio, seguendo le disposizioni e cercando di offrire la consueta vacanza a chi ama venire ad Andora che quest’anno ha una spiaggia molto bella e profonda. Ai turisti possiamo offrire anche un bellissimo entroterra e una ricca varietà enogastronomica e prodotti di qualità come l’olio extravergine d’oliva”.
La consegna della staffetta avverrà all’ingresso di Andora dallo slargo dell’Hotel Trieste in Via Aurelia 87 con arrivo del precedente staffettista  tra le 12.07 e le 12.35. Il punto  di arrivo dopo 5 km, sarà  all’ingresso Laigueglia nei pressi del Camping Capo Mele.
“E’ bello che  la Liguria racconti la sua voglia di ripartire attraverso lo sport –  ha dichiarato il Consigliere delegato Ilario Simonetta – E’ questa una fase in cui è necessario agire con prudenza, rispettando le regole: è necessario un rilancio economico, ma oggi non siamo alla ricerca di un record di velocità, ma di un’andatura che ci consenta di riconquistare il terreno perduto in questi mesi di stop e di ricordare ai turisti i tanti motivi per venire ad Andora e in Liguria in ogni periodo dell’anno”.

IL COVID_19 RINVIA  LA SAGRA DELLE  COZZE DI SANTA RITA 

MA IL QUARTIERE DI SANTA RITA FESTEGGIA LO SGOMBERO DELLA DISCARICA ABUSIVA
COMUNICATO STAMPA – Il covid_19 ha rinviato la Sagra di Santa Rita una delle più antiche  della Liguria, che si svolge per tradizione il 22 maggio, ma gli abitanti dell’omonimo quartiere di Andora a pochi passi dal mare, hanno comunque un motivo per festeggiare. E’ iniziato, infatti, questa mattina, lo sgombero della discarica a cielo aperto di rifiuti, accumulati in un cortile di via San Lazzaro celato da un muro in pietra e da un cancello. Per i residenti che hanno accolto con entusiasmo l’arrivo del Sindaco, degli operai comunali e della ditta incaricata, si chiude un disagio prolungato.
Nel cortile su cui si affaccia un immobile comunale, occupato abusivamente, come accertato da una sentenza emessa nel 2019 dal Tribunale civile, erano stati accumulati oggetti di ogni genere:  mobili, piccoli e grandi elettrodomestici, computer dismessi, divani e biciclette. Una situazione pericolosa, evidenziata anche da un verbale dei vigili del fuoco. Inoltre i materiali  impediva anche l’accesso ad altri immobili di proprietà di privata. I residenti lamentavano anche la presenza di vagabondi e di randagi uno dei quali aveva assalito il cane di una passante che ha sporto denuncia. Alcuni occupanti abusivi si erano allontanati spontaneamente a seguito di un sopralluogo effettuato dal Sindaco Mauro Demichelis e dalla Polizia Locale.
L’operazione di sgombero giunge al termine di una lunga procedura burocratica culminata con l’ordinanza contingibile urgente a tutela dell’igiene e della sanità pubblica con il cui, poche settimane fa, il sindaco Mauro Demichelis, ha ordinato, con carattere di massima urgenza, lo sgombero del cortile. I proprietari degli immobili privati attigui, su richiesta del comune, hanno provveduto alla chiusura degli accessi che sono stati murati per impedire che i balordi potessero rientrare.
Soddisfatto il sindaco: “Sono felice di ridare serenità agli abitanti della zona – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis – L’ordinanza di sgombero era un provvedimento indifferibile, ma è  stato fatto un grande lavoro di squadra. Ringrazio gli Uffici comunali, la Polizia Locale per il presidio costante, la Protezione civile, gli operai comunali per le operazioni effettuate e gli abitanti del quartiere di Santa Rita per la pazienza e per le segnalazioni che ci hanno permesso di monitorare la situazione, verificare gli abusi e realizzare l’iter prestabilito dalla legge. Anche questo è un bel modo per festeggiare Santa Rita”.
Avatar

Trucioli

Torna in alto