Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

234 comuni liguri si spartiscono 1,6 milioni
Difesa del suolo e dei canali. I beneficiari

La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore alla difesa del suolo Giacomo Giampedrone, la ripartizione tra i 234 comuni liguri delle risorse disponibili a bilancio per la manutenzione ordinaria del reticolo idrografico. L’impegno finanziario è di 1.642.000 euro suddiviso in base alla superficie comunale complessiva, alla percentuale di suolo inondabile e alla popolazione. Tutti i comuni hanno un minimo di 4.000 e un massimo di 30.000 euro di contributo e non hanno obbligo di cofinanziamento.

Gli importi maggiori nel ponente ligure a Savona (30 mila euro), Albenga (17), Varazze (10), Quiliano (10). Nell’imperiese: Sanremo (20),  Imperia (16), Taggia (10). Molini di Triora e Pigna (7.600 ciascuno); la cifra minima poco più di 4 mila euro ai comuni ‘minori’.

DIFESA DEL SUOLO: RIPARTTITI OLTRE 1,6 MILIONI TRA I 234

COMUNI LIGURI  PER LA MANUTENZIONE DEI CANALI

COMUNICATO STAMPA – GENOVA. La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore alla difesa del suolo Giacomo Giampedrone, la ripartizione tra i 234 comuni liguri delle risorse disponibili a bilancio per la manutenzione ordinaria del reticolo idrografico. L’impegno finanziario è di 1.642.000 euro che è stato suddiviso in base alla superficie comunale complessiva, alla percentuale di suolo inondabile e alla popolazione. Tutti i comuni hanno un minimo di 4.000 e un massimo di 30.000 euro di contributo e non hanno obbligo di cofinanziamento.

“Abbiamo voluto garantire a ogni comune la possibiità di eseguire almeno gli interventi essenziali e quelli più significativi entro la stagione autunnale – ha detto l’assessore alla difesa del suolo Giacomo Giampedrone – l’abbiamo fatto nonostante l’emergenza in corso perché le manutenzioni non si possono fermare e i cantieri, una volta forniti ai lavoratori i dispositivi di protezione individuale, non presentano particolari profili di rischio. Abbiamo tenuto conto della capacità finanziaria dei comuni e abbiamo individuato dei criteri per dare più risorse alle aree a maggiore rischio, cioé quelle che hanno una maggiore quota di superficie inondabile in rapporto all’estensione territoriale e alla popolazione. I lavori dovranno cominciare appena possibile, in modo da garantire la loro conclusione, possibilmente, entro la fine della stagione estiva”.

LEGGI ELENCO COMPLETO…..Regione Difesa suolo Contributi Manutenzione Canali_TabellaComuni

Avatar

Trucioli

Torna in alto