Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga 8 belle notizie
e 250 mila € per buoni spesa
1800 domande di cittadini in difficoltà

Una cronaca da Albenga di belle notizie, diciamo positive per la comunità. Meritano di essere lette per tenersi informati in una realtà che vede anche il Comune impegnato nei ‘buoni spese’ per famiglie in difficoltà. Le domande hanno superato quota 1800 e ai 163 mila €  dello Stato, si sono aggiunti 85 mila dalle casse comunali. E ancora: l’Istituto Comprensivo Albenga 1che  arriva in finale dei giochi matematici Kangourou 2020.

Andrea Tomatis ex presidente dell’Albenga Calcio dona mille mascherine al Comune di Albenga

COMUNICATO STAMPA – Continuano i gesti di generosità e solidarietà da parte di alcuni imprenditori locali che, in

Andrea Tomatis

questo momento di estrema difficoltà decidono di donare mascherine ad Albenga. L’amministratore di Condomini Andrea Tomatis, ex Presidente dell’Albenga Calcio, ha donato 1000 mascherine al comune di Albenga che le distribuirà, seguendo le indicazioni di chi ha effettuato la donazione, tra coloro che sono quotidianamente impegnati in prima linea ad affrontare questa emergenza sanitaria. Da parte dell’amministrazione si esprime estrema gratitudine nei confronti di Andrea Tomatis e di tutti coloro che durante questa grave emergenza sanitaria hanno effettuato donazioni di mascherine.

Il Comune di Albenga stanzia 85 mila euro per i buoni spesa

Il Comune di Albenga continua il suo sostegno alle famiglie che ne hanno fatto richiesta perché colpite da questo periodo di lockdown e stanzia 85 mila euro del proprio bilancio per i buoni spesa.
Afferma l’assessore ai servizi sociali Simona Vespo: “I fondi stanziati dallo Stato, cioè 163 mila euro, non sono risultati sufficienti a far fronte a tutte le domande arrivate al Comune (circa 1800), ma l’Amministrazione, sin dall’inizio, ha manifestato l’intenzione di voler dare una risposta concreta a tutti.
Le istanze sono giunte dalle più diverse categorie lavorative ed economiche questo sta a dimostrare che, purtroppo, tutti i settori si sono trovati in difficoltà, ma sono felice di poter dire che la nostra Amministrazione non lascia indietro nessuno”.
Precisa l’assessore Vespo: “Questi sono buoni spesa per generi di prima necessità, ovviamente confidiamo che i fruitori ne facciano buon uso. Nei prossimi giorni attraverso i nostri servizi sociali, chiameremo tutti coloro che avevano presentato domanda entro i termini ed erano risultati in possesso dei requisiti necessari ad ottenere i buoni spesa. Dopo aver verificato la permanenza della situazione di difficoltà procederemo con l’erogazione degli stessi.”

Voglio ringraziare i nostri uffici e i dirigenti che si sono adoperati per ottenere questo importante risultato. Un ringraziamento va anche a tutti i privati e le associazioni che hanno donato buoni spesa per far fronte all’emergenza alimentare che, purtroppo, molti nostri concittadini stanno vivendo e a tutte le Associazioni di Volontariato e alla Protezione Civile di Albenga che si stanno adoperando per la consegna dei pacchi alimentari a domicilio” conclude.

Afferma l’assessore al bilancio Silvia Pelosi:Non senza sforzi siamo riusciti a reperire 85 mila euro che, sommati ai buoni ricevuto attraverso le donazioni di privati e associazioni, serviranno a dare una risposta a tutti coloro che avevano presentato domanda.  Il nostro obiettivo è stato, sin da subito, quello di riuscire ad aiutare tutti coloro che , a causa di questa gravissima emergenza sanitaria, sono rimasti senza lavoro o hanno avuto difficoltà economiche ingenti. Naturalmente ci sarà anche una fase di controllo, l’ amministrazione, infatti, si riserva di effettuare controlli, a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni, avvalendosi anche delle competenti autorità di controllo, di sicurezza e di vigilanza”.  “La nostra Amministrazione – conclude l’assessore Pelosi – ha già adottato altri provvedimenti per aiutare le categorie in difficoltà e sono al vaglio ulteriori misure per andare incontro a tutte le categorie che a causa di questa emergenza sanitaria hanno subito pesanti ripercussioni economiche”.

Aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis: “Era importante per noi riuscire a dare una risposta a tutte le persone in difficoltà. Non è stato semplice reperire le risorse necessarie per riuscire ad integrare quanto stanziato dal Governo e quanto ricevuto attraverso le importanti donazioni provenienti da privati e associazioni. Proprio per questo sono ancora più soddisfatto oggi di poter dire che ci siamo riusciti”.

Ripartono i sopralluoghi per la predisposizione del PEBA vedi foto ingegnere

Il Comune di Albenga continua a lavorare per la predisposizione del P.E.B.A (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche) e ieri sono ripartiti i sopralluoghi sul territorio comunale.
Afferma Marta Gaia consigliere delegato al superamento delle barriere architettoniche: “Nonostante questo periodo di lockdown ci siamo costantemente mantenuti in contatto con l’Architetto Fiorenzo Marino incaricato ufficialmente dal Comune ingauno per predisporre il P.E.B.A. al fine di continuare a portare avanti questo importante progetto, adesso, entrati nella cosiddetta “fase 2″ abbiamo ripreso a lavorare sul territorio effettuando sopralluoghi e valutazioni volte a predisporre il Piano.
Ricordo che il PEBA è stato fortemente voluto dalla nostra Amministrazione che ha deciso di occuparsi del superamento delle barriere architettoniche in modo preciso, puntuale e forte e per farlo abbiamo cercato di coinvolgere in primis la consulta del disabile e le associazioni operanti sul territorio. Chiediamo a tutta la cittadinanza di aiutarci in questo percorso lavorando sull’abbattimento delle barriere mentali, che consistono nella scarsa sensibilità alle esigenze delle persone con disabilità come, facendo alcuni esempi, occupare i parcheggi a loro riservati e parcheggiare sui marciapiedi impedendo il passaggio.Lavorando tutti  insieme potremmo rendere Albenga una città acccessibile.”

Afferma il vicesindaco Alberto Passino: “Ricordiamo che il PEBA è un obbligo di legge, ma molti comuni non lo hanno ancora adottato, noi, invece, vogliamo intervenire concretamente su questa tematica e posso dire sin d’ ora che è volontà dell’amministrazione rispettare quanto stabilito con la consulta del disabile, che sarà coinvolta nel processo di progettazione. Percorso che sta seguendo con molta attenzione la stessa consigliera comunale Marta Gaia, che voglio qui ringraziare per il suo impegno quotidiano”.

Sopralluogo per la messa in sicurezza idrogeologica di Rio Fasceo e Carendetta: il 25 maggio la consegna dei lavori

COMUNICATO STAMPA – Soddisfazione da parte dell’Amministrazione e dell’ing. Paterniti portavoce degli abitanti e proprietari dei terreni di Campochiesa nella zona del Rio Fasceo. I mtecnici della ditta S.A.S. Fratelli Vecchione che si è aggiudicata la gara per l’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza di Rio Fasceo e Carendetta, accompagnati dal vicesindaco Alberto Passino, dall’Ing. Chiara Vacca e dal geometra Graziano Floccia dell’ufficio tecnico del Comune, hanno effettuato un sopralluogo sull’area di cantiere.

Dopo le prime valutazioni tecniche la ditta ha confermato che eseguirà l’intervento con le proprie maestranze senza subappaltare i lavori che inizieranno il prossimo 25 maggio data nella quale avverrà la firma del contratto e la contestuale assegnazione dell’intervento.

Ricordiamo che la ditta si è aggiudicata l’appalto proponendo un ribasso del 27,80% per eseguire quello che è il primo lotto funzionale finanziato attraverso i fondi PSR con 2,5 milioni di euro .

Spiega il sindaco Riccardo Tomatis:Con l’inizio della “fase 2″ di questa terribile emergenza sanitaria ripartono i cantieri. Ci tenevo particolarmente che questo fosse uno dei primi interventi a essere realizzato perché andrà a mettere in sicurezza, dal punto di vista idrogeologico, un’area sulla quale insistono abitazioni e aziende agricole che, purtroppo, in molti casi hanno già subito pesanti danni dal punto di vista economico in questo periodo e che, grazie a questi lavori per lo meno non dovranno più convivere con il timore di subire esondazioni e i conseguenti danni a ogni pioggia. Seguiremo da vicino l’intervento in tutte le sue fasi esecutive e ringrazio la ditta S.A.S. Fratelli Vecchione per la disponibilità sin qui dimostrata”.

“Questo è uno degli interventi simbolo della continuità amministrativa, e proprio per questo voglio ricordare il gran lavoro svolto dall’ex sindaco Giorgio Cangiano, e di collaborazione tra Enti (ricordiamo che le risorse per eseguire l’intervento derivano dai fondi PSR della Regione)”.

Il vicesindaco Alberto Passino afferma: “Sono molto soddisfatto di poter dire che questo attesissimo intervento, voluto e avviato nella sua progettazione dall’amministrazione Cangiano, presto potrà partire. La messa in sicurezza di Rio Fasceo e Carendetta sappiamo bene cosa vuol dire per Campochiesa, e in particolare per coloro che abitano o hanno aziende agricole in prossimità di questi rii, ma non solo, infatti è importante per tutta la nostra città”.

Afferma Ilaria Calleri consigliere delegato alla frazione di Campochiesa : “Questi i lavori sono importantissimi dal punto di vista idrogeologico e per la sicurezza delle abitazioni e delle aziende florovivaistiche di questa zona. Nel mio ruolo di consigliere delegato alle frazioni di Salea e Campochiesa sono felice che l’amministrazione sia riuscita a poter dare questa importante risposta ai nostri concittadini e voglio sottolineare ancora una volta la mia disponibilità ad ascoltare sempre richieste e segnalazioni relative che da questi ci arrivano”.

Grande soddisfazione dell’ing. Marco Paterniti, portavoce degli abitanti e proprietari dei terreni di Campochiesa nella zona del Rio Fasceo che ha accolto con molto entusiasmo la notizia soprattutto in una situazione difficile come quella attuale, finalmente un po’ di luce in momento così buio.

L’Istituto Comprensivo Albenga 1 arriva in finale dei giochi matematici Kangourou 2020

COMUNICATO STAMPA – L’Istituto Comprensivo Albenga 1 parteciperà alla finale dei giochi matematici Kangourou 2020 organizzato dall’Università Statale di Milano. Con lo scopo di incoraggiare le eccellenze della nostra scuola nell’ambito logico-matematico, la scuola media dell’Istituto Comprensivo Albenga 1 partecipa, da qualche anno, al Gioco-concorso Kangourou della matematica. Kangourou Italia rappresenta nel nostro Paese l’Associazione Internazionale Kangourou sans frontières che ha lo scopo di promuovere la diffusione della cultura matematica di base utilizzando ogni strumento e, in particolare, organizzando un gioco-concorso a cadenza annuale che si espleta in contemporanea in tutti i paesi aderenti all’iniziativa.

Dopo aver superato la semifinale svoltasi online lo scorso 5 maggio 2020, la squadra, composta da alunni della scuola secondaria di primo grado Mameli Alighieri di Albenga (4 alunni) e della scuola Fratelli Cervi di Ceriale (3 alunni), si è classificata per la finale nazionale, che avrà luogo il giorno 19 maggio 2020. Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid-19 la finale non si svolgerà a Cervia/Mirabilandia (RA) ma online, come da didattica a distanza.

Il Dirigente Scolastico, gli insegnanti e i compagni dell’Istituto Comprensivo Albenga 1 augurano alla squadra una buona riuscita in questa importante sfida. Forza ragazzi, tutta la scuola tifa per voi!

Avatar

Trucioli

Torna in alto