Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga, una bufala o multa vera.
E pompe funebri (Nato) regala 100 FFP2.
E Cosio d’Arroscia, dice addio eventi 2020
Ormea, il sindaco scrive: altri due contagiati

Albenga. “Ero li, a lei hanno fatto la multa per la maschera non omologata e lui senza maschera fischiettava una canzone di bob marley, quindi anche drogato.” E’ quanto scrive Luciano Sorrentino, non è uno pseudonimo, sulla sua pagina Facebook, postando un’asserita ‘prova del nove’. La fotografia. E un commento – conferma di tale Vincenzo Zappia.  Notizia senza dubbi invece quella che le Pompe Funebri Liguri (Vincenzo Nato) hanno donato 100 mascherine FFP2 ed occhiali protettivi: Pronto Soccorso di Albenga e S. Corona e alla Croce Bianca. E da Cosio d’Arroscia, primo paese dell’entroterra a comunicare che, “a prescindere da come andrà a finire la situazione covid 19, per quest’anno abbiamo deciso di annullare tutte le manifestazioni in programma nel 2020”. Vedi Ormea con nuovi due contagiati.E Vincenzo Zappia con un post di Facebook: Albenga, zona Pontelungo ore 19:45. La polizia chiede l’autocertificazione alla signora che era appena uscita da fare la spesa, mentre al senegalese che gira con la bicicletta e la musica a tutto volume con il suo iPhone 11 non chiede nulla.

Pare superfluo aggiungere, a nostro commento, che a prescindere da ogni valutazione e prova, qualora si trattasse di una notizia ‘fasulla’, da fake news, la Polizia locale di Albenga  che non pare seconda a nessuno nel suo lavoro, debba tutelare la propria immagine. Tenendo conto anche della diffusione social che ha avuto la ‘denuncia’.
mmmm

Mascherine FFP2 donate all’Ospedale di Albenga, Pietra e alla Croce Bianca

COMUNICATO STAMPA – Vincenzo Nato: “Spero che altri possano fare donazioni a chi ogni giorno è in prima linea per affrontare questa emergenza”

La generosità di Albenga continua a manifestarsi attraverso importanti gesti e donazioni poste in essere da alcuni cittadini.
Vincenzo Nato dell’Agenzia di Pompe Funebri Liguri ha donato 100 mascherine FFP2 ed alcuni occhiali protettivi alla Croce Bianca di Albenga, al Punto di Primo Intervento dell’Ospedale di Albenga (convertito in “Covid Hospital” ) e al reparto di rianimazione dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.
Afferma Vincenzo Nato: “Anche grazie al lavoro che svolgo sono riuscito ad acquistare queste mascherine in grado di proteggere coloro che, per il loro lavoro, sono quotidianamente a contatto con pazienti affetti da Coronavirus. Spero che molte altre persone possano compiere gesti simili, naturalmente ognuno in base alle sue possibilità. Insieme possiamo aiutare chi ogni giorno è in prima linea ed affronta questa terribile emergenza. Insieme ce la faremo.” L’Amministrazione comunale di Albenga ringrazia sentitamente tutti quei cittadini che hanno compiuto.
COMUNICATO DELLA PRO LOCO DI COSIO D’ARROSCIA –
A malincuore e con la tristezza nel cuore volevamo comunicarvi che a prescindere da come andrà a finire la situazione covid 19 per quest’anno abbiamo deciso di annullare tutte le manifestazioni in programma nel 2020.Concedetemi un piccolo pensiero per le persone che lottano in prima linea medici infermieri militi soccorritori per salvare vite umane e una preghiera per tutte le persone che hanno perso la vita. Sono sicuro che alla fine la battaglia la vinceremo e ne usciremo più forti e forse anche migliori.
DA ORMEA IL SINDACO, FERRARIAS,  COMUNICA VIA SOCIAL DUE NUOVI CASI DI CORONAVIRUS
“Ho ricevuto notizia di due nuovi casi positivi di contagio da coronavirus a Ormea. Una delle persone contagiate svolge la sua attività lavorativa nella nostra Casa di Riposo. La settimana scorsa sono stati fatti i tamponi a tutti coloro che lavorano, a qualsiasi titolo, nella Casa di Riposo “Renzo Merlino”, cosa richiesta da tempo al Servizio di Igiene Pubblica dell’ASL, e sono arrivati i risultati di un primo gruppo di dipendenti. Quella di far fare i tamponi a tutti è stata una scelta fatta a tutela della salute sia del personale che degli ospiti. So che anche in situazioni dove si sono sviluppati focolai di contagio importanti in analoghe strutture, i tamponi, quasi ovunque, sono stati fatti solo al personale che presentava sintomi riconducibili al contagio da coronavirus. La scelta di farlo a tutti fa emergere anche la positività di persone contagiate totalmente asintomatiche, come nel nostro caso.
All’interno della Casa di Riposo sono già state adottate e intensificate le misure cautelari e protettive necessarie e, al momento, gli ospiti stanno bene e nessuno presenta sintomi riconducibili al contagio da coronavirus. Sono vicino e condivido le preoccupazioni delle famiglie degli ospiti, ma assicuro che si sta facendo tutto il possibile per la loro sicurezza. Ringrazio la Direttrice e tutto il personale della nostra Casa di Riposo per l’impegno, l’attaccamento e la dedizione che stanno dimostrando in questo difficile momento nello svolgimento del loro importante e delicato lavoro per la tutela del benessere e della salute delle persone ospitate. Dobbiamo continuare a mettere in atto comportamenti che consentano di mantenere le dovute distanze e di proteggere la nostra salute e quella degli altri. Ce la faremo”.
Avatar

Trucioli

Torna in alto