Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano sui social, quell’eccentrico Bri Bri

Mario Ferrari, in ‘arte’ Bri – Bri. Nella vita aveva anche navigato. L’ultimo loanese acquisito, ancora in vita, che l’ha conosciuto meglio di tanti altri è Silvio Scarato, originario di Cosio d’Arroscio, pensionato, artigiano edile. Con il compianto notaio Burastero aveva acquistato la casa unifamigliare, in via Enrico Toti, dove Bri Bri dimorava con il suo cane. Con il ricavato seguirono alcuni anni di dolce vita, tra ristoranti, hotel Casino di Sanremo e Montecarlo. Poi come si suole dire la prima terza età ha finito per presentare i conti, dopo aver prosciugato il conto alla Carige di via Stella.

Bri Bri con il cartello Unico Superstite 1970 pubblicato da COSE E DITI E FETI DE ATRI TEMPI DE LOA E DINTURNI

Bri Bri non era sposato, aveva avuto un figlio da una giovane loanese seria e laboriosa. una famiglia umile, tre sorelle, due gemelle, ma ricca di onestà e tante buone virtù che non dovrebbe mai andare in disuso. Bri Bri, con un figlio entrato nella guardie giurate grazie anche a qualcuno che ha speso una buona parola, per un ragazzone che meritava di essere aiutato e nella vita ha dimostrato di farsi onore. Bri Bri diventato personaggio estroverso, non era peraltro l’unico e qualcuno l’aveva preceduto. Oggi fa una certa impressione ritrovarlo a ‘personaggio’ agli onori dei social casalinghi e con qualche intervento di chi, con la buona volontà o memoria, credo di sapere. Come spesso accade nella vita chi potrebbe raccontare dall’A alla Z dello storico ‘Bri Bri’ preferisce tenersi per se i ricordi veri e non per sentito dire. Quali, ad esempio, come e dove ha vissuto, una volta rimasto senza casa, l’ultimo periodo dell’esistenza terrena, in quali condizioni.

Vittorio Saccone 1: “Quando moriamo diventiamo tutti “brave persone” ma forse la realtà, in certi casi è diversa”.

Santino Puleo 2: “Un personaggio allegro ma mai banale, amato dai Loanesi, per la sua estrosita!”

3) Mi ricordo un episodio pauroso..dal “Ramella ” ero piccola..con mia mamma..si era chiuso il passaggio a livello , Bri Bri..passo sotto le sbarre poi si fermò dai binari appoggiando l’orecchio sui binari ..panico ..tutte le persone iniziarono ad urlare.. poi se ne andrò..urlando si sentono le vibrazioni..quando arriva il treno! Non sono pazzo !! Mah ..mi spavento’.. crescendo ogni volta che lo vedevo scappavo c’e..Bri Bri

4) Un grande ed estroso personaggio di Loano da tutti benvoluto. Lo ricordo con il suo cane la bicicletta il cappello da marinaio blu e un fazzoletto rosso al collo.

5) Un bel personaggio loanese al Carnevale di molti anni fa: Ferrari detto Bri Bri…..

6) VITTORIO SACCONE – Conosco suo figlio sta a Final Pia, faceva la guardia giurata all’INPS, adesso è in pensione, suo padre non lo ha mai voluto perché dava retta agli “amici” che gli dicevano che non era suo figlio, lui navigava e quando tornava a Loano pieno di soldi con gli “amici” si scoppiava tutto, arrivò a mangiarsi la casa per quattro soldi, mio padre mi diceva invece che sua moglie era una brava donna.

Loano Carnevale anno 1973 – e u “Brì-Bri” chi se u ricorda …..
Piera Serafini Titti-  Capperi, me lo ricordo eccome, con la sua bici e il pastore tedesco rigorosamente con le mutandine, ero piccola.
Paola Ricchetti – Grande gri gri come lo chiamava mio nonno . Teresa……. Come non ricordarli !!!!!
Alberto Ghiglione – e vi ricordate il vetturale ( carrozza ) Balilin…. che frustate che ti tirava, se giocavi a palla vicino al suo posteggio?
Renato Legoletto – Benissimo…. andavo a ballare nel suo locale nei meceti ???
TREI ZUENOTTI DE LOA: FERRARI MARIO ( BRI-BRI )
PERRONE MASITTO, MONGE JOSE (foto di Masitto Perrone)

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto