Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il 1° aprile, annuncio vero di Ivg.it
‘Un maestro entra in squadra, Chiaramonti
storico direttore de La Stampa Savona’

Non abbiamo titoli per insegnare il mestiere ‘più bello al mondo’, il ‘quarto potere’ (?), ma presentare il neo direttore editoriale di IVG.it , Sandro Chiaramonti, professionista pensionato, quale ‘storico direttore de La Stampa Savona’ è davvero una notizia inedita per chi, dal 1967, senza ‘santi in paradiso’ continua a studiare e prendere lezioni di giornalismo. Eravamo rimasti al capo redattore e responsabile dell’edizione ligure. Sapevamo ed abbiamo scritto che il collega può vantare, nel Bel Paese, la più lunga carriera alla guida delle stesse pagine provinciali. In genere, nei giornali, il cambio ai vertici redazionali è pratica assai abituale, in primis il direttore responsabile.

Sandro Chiaramonti sul palco con il sindaco di Sanremo

Nessuna demagogia o volpe sotto l’ascella ad auspicare per IVG.it un colpo d’ala sotto la regia, colma di esperienze, conoscenze e bagaglio professionale, del collega più giovane Sandro Chiaramonti, al quale anticipiamo gli auguri del 70esimo compleanno, il non lontanissimo 6 luglio, ben portati e sempre in  forma smagliante. Mai lontano dal palcoscenico mediatico, ultimo la mitica Sanremo.  Augurare il ‘buon lavoro’ per un giornale on line ricco di lettori e clienti pubblicitari (partiti e candidati inclusi), finora povero di approfondimenti e inchieste giornalistiche, capace di pubblicare, nel silenzio pressoché generale, un’orrenda lettera, di stampo fascistoide, alla memoria di Sandro Pertini (i processi si fanno ai vivi non ai morti che non si possono più difendere). Certo che bisogna dare voce a chi si firma, non sconfina nella diffamazione, ma ci sono limiti di decenza e coscienza. Bastava che la direzione ritenesse di ‘prendere le distanze’. Non l’ha fatto e forse ha visto giusto, visto il ‘silenzio perfetto’ da parte dell’Anpi, degli stessi giornalisti savonesi, di esponenti politici ‘progressisti’ o indipendenti. Ivg non è topolino. 80 mila visualizzazioni al giorno. Fa paura a chi? Ai soliti coraggiosi !

Un giornale molto diffuso che senza cambiare veste editoriale potrà meglio tutelare i diritti dei cittadini onesti, di chi fa ogni giorno il proprio dovere (anche da contribuente fiscale), sul posto di lavoro pubblico e  privato, che fa il ‘cane da guardia’ affinché prevalga la meritocrazia, la competenza, le capacità, al ‘poltronificio’, agli amici degli amici, a certe consorterie massoniche e affaristiche; cane da guardia anche verso le istituzioni democratiche, il potere che conta, sarà una conquista civile per la nostra democrazia che ci pone, in molte classifiche europee, tra i fanalino di coda.  Sarà di sprone ai giovani meritevoli che dopo la laurea ed il diploma per trovare ‘lavoro’ o hanno micidiali sponsor oppure devono andare lontano da casa, spesso oltre frontiera. E sono già centinaia, forse migliaia anche nel savonese e nell’imperiese.

Non abbiamo nulla da insegnare, dicevamo, ma almeno ci sia riconosciuto il piccolo ruolo di testimonianza “di chi c’era e magari ha pagato” più di qualcun altro. (L.Cor.)

L’ARTICOLO DI IVG.IT A FIRMA DEL DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA CHIOVELLI

E DI SANDRO CHIARAMONTI: ‘E’ IL MIO APPRODO PIU’ LOGICO…

A LA STAMPA SAVONA LAVORO EGREGIO DI PASQUINO E BRANCA’

Savona. Il 13 febbraio 2020, nel celebrare gli 80mila fan su Facebook, avevamo annunciato due grandi novità per Il Vostro Giornale. E le avevamo promesse per il 1 aprile, in occasione del nostro 14esimo “compleanno”. Avevamo in programma di lanciarle in grande stile, con un evento pubblico ad hoc e una massiccia campagna nei giorni precedenti. Poi è arrivato il Coronavirus a cambiare il mondo: tutti “quarantenati” in casa, a raccontare drammi quotidiani in grado di cancellare qualunque progetto.

Noi, però, vogliamo essere ottimisti e guardare avanti. Anche se non possiamo farlo con il risalto e l’eco pubblica che le nostre novità meriterebbero, vogliamo comunque “metterle in campo”, con l’obiettivo di migliorarci sempre. Proprio in un momento in cui l’informazione è più importante che mai (e lo dimostrate voi, con mediamente 200 mila accessi unici ogni giorno da inizio emergenza), ed è necessario farla con la massima qualità consentita dalle nostre forze e capacità.

Proprio per questo non possiamo che essere estremamente orgogliosi nell’annunciare la prima delle due novità: l’ingresso in redazione di un vero e proprio “principe” del giornalismo savonese e ligure, ossia Sandro Chiaramonti. Dopo molti anni alla guida della redazione savonese de La Stampa, ha deciso di “sposare” il progetto di IVG: il suo ruolo sarà quello di affiancare i giovani giornalisti oggi presenti nel team e fungere loro da guida per alzare ulteriormente il livello del giornale.

Un po’ maestro, un po’ direttore editoriale, Chiaramonti sarà dunque chiamato a prendere per mano la squadra e portarla ogni giorno, se possibile, un passetto più in là. Con l’obiettivo di garantirvi un’informazione sempre migliore in termini di qualità e autorevolezza. “Sandro incarna il ‘buon giornalismo’ in Liguria – commenta l’editore Matteo Rainisio – non posso che augurare un ‘in bocca al lupo’ di cuore sia a lui che a tutta la squadra. Continuiamo così”.

“Ringrazio il mio nuovo direttore Andrea Chiovelli e l’editore Matteo Rainisio per le parole di benvenuto che hanno voluto rivolgermi, e che mi mettono persino in imbarazzo – racconta Sandro ChiaramontiDa sempre ho scelto l’informazione locale come scopo di questo mestiere, e dunque IVG è oggi l’approdo più logico. Credo sia per me un obbligo ricordare i tanti anni passati a La Stampa, anche come responsabile delle edizioni di Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta. Non posso non citare, tra i miei precedenti direttori, Marcello Sorgi, che mi diede quella fiducia che mi ha consentito di raggiungere impensabili record di vendite, assieme a Guido Della Bruna e Mauro Gabetta, instancabili ideatori e realizzatori di mille iniziative tra cui spicca il Grande Capodanno in Darsena di Savona. Oggi quel lavoro è egregiamente portato avanti dal responsabile dell’edizione di Savona Paride Pasquino e dal suo vice Ermanno Branca assieme a tutte le persone che lavorano con loro”.

Andrea Chiovelli

L.Corrado

L.Corrado

Torna in alto