Numero visualizzazioni articolo: 349

Melis a Forzano: Ti scrivo, così mi distraggo
Casello Albamare ? No, non lo condivido
Io presidente?… Invenzione dei giornali

La voglio ringraziare pubblicamente per la Sua disponibilità nel fornire preziose informazioni, meno per riportare molte inesattezze. Alcune precisazioni. L’atto presentato dal sottoscritto nasce su impulso di altri, non da Lei, che però ho contattato, come altri, proprio perché ci conosciamo da anni e proprio per confrontare alcune informazioni e metterle a fattor comune. Leggi anche la replica dell’ing. Forzano e a seguire una lettera del Comitato Albisola Luceto.

Andrea Melis consigliere regionale M5S protagonista di un botta e risposta con l’ing. Paolo Forzano presidente Comitato Casello Albamare

Conosco bene il progetto, da 8 anni a questa parte, ed il testo dell’atto che ho presentato si intitola:
“Sulla Variante alla S.S. 1 Aurelia: Viabilità di accesso all’hub portuale di Savona – Interconnessione tra i caselli della A10 di Savona e Albisola e i porti di Savona e Vado”. Quanto riporta quindi è doppiamente falso, ovvero che non conosco il progetto e che non conosco a cosa fosse dedicato inizialmente. Inoltre, lo scopo era verificare oggi quali possibili varianti la Regione Liguria stia valutando, citando le più note, compresa quella da Lei promossa, casello Albamare, di cui infatti ho chiesto proprio a Lei informazioni: però, vede Forzano, come spesso accade nelle audizioni in Commissioni, gli intervenuti spiegano le loro tesi con dei documenti che vengono consegnati, ciò non implica che i contenuti siano automaticamente condivisi, immagino ne sia consapevole. Peraltro, Le ricordo che faccio parte di un gruppo di opposizione, quindi dotato di minori strumenti minori e limitata azione politica.

Venendo alle soluzioni che Lei mi imputa di non trovare, Le confermo che ritengo ci debbano essere persone competenti e abilitate, non hobbisti appassionati, che studiano progetti, i cittadini devono essere coinvolti prima e la politica deve fare la sintesi per attuarle.

Ora, la realtà nel Suo caso è molto più semplice e piccola e tra gentiluomini dobbiamo dircela: nell’ultima telefonata che mi ha fatto, dopo aver ricevuto le informazioni di cui ho fatto tesoro e ho letto con attenzione, al contrario di quanto possa pensare, Le ho espresso la mia opinione sul noto casello Albamare che Lei promuove: opinione negativa, con comprensibile suo rammarico.
Ecco d’un tratto, come quando una giovane coppia di fidanzati litiga e si lascia, per Lei sono diventato brutto e cattivo e si sente legittimamente di manifestare questo pensiero a mezzo stampa. Però noi non eravamo ne fidanzati, ne giovani !

In ultimo ringrazio per la pubblicità gratuita ma il passaggio sul Presidente e le mie presunte velleità lo sta costruendo Lei, per cui se sono davvero brutto (anzi brutto no) e cattivo Le suggerisco di non fare ulteriore pubblicità ad una notizia inventata dai giornali perché sarebbe controproducente, perché poi magari ci credono.
Come vede quindi le principali informazioni che Lei riporta non corrispondono proprio al vero. Mi permetto, inoltre di suggerirLe di non raccontare di presunte mie iniziative politiche promesse, ma non fatte anche in campo sanitario se questo non corrisponde al vero ed è facilmente dimostrabile, sarebbe sgradevole dover intervenire a rettificare nuovamente, avrei altro da fare di più utile per tutti. Ecco quindi che mi ha dato dell’ “aquila” e infine “faina”: apprezzo, meglio comunque del piccione che segue tutti da dietro, a prescindere, per raccogliere qualche briciola.

Un carissimo saluto, Andrea Melis.

La replica dell’ing. Paolo Forzano

Rispondo a questa mail giratami da “Trucioli” inviata da Andrea Melis a “Trucioli” ma indirizzata a me, ed in risposta ad un mio articolo su Trucioli del 26 luglio 2018 dal titolo: 
“Melis (M5S) corre da Presidente in pectore Bla bla bla bla garantito e ‘bon ton’ escluso”
Poiché tale articolo è disponibile alla lettura mi limiterò a commentare punto punto la mail inviatami tramite Trucioli da Andrea Melis e poi a trarre qualche conclusione.
Una premessa però la voglio fare! 
Il sottoscritto, Presidente del Comitato Casello Albamare Albisola Savona, nonché ideatore di molte ipotesi progettuali per Savona e dintorni oltre che dell’ipotesi del casello Albamare e del tunnel sottoporto, è sempre stato disponibile per qualsiasi colloquio richiestomi sulla mobilità. 
Singoli cittadini mi hanno contattato, ci siamo sentiti al telefono, ci siamo visti davanti ad un caffè, ci siamo visti a casa mia ed in altri luoghi. Gruppi di persone mi hanno invitato ad illustrare che cosa è l’”Aurelia bis” fantomatica (Variante alla S.S. 1 Aurelia: Viabilità di accesso all’hub portuale di Savona – Interconnessione tra i caselli della A10 di Savona e Albisola e i porti di Savona e Vado), il casello Albamare, il tunnel sottoporto, il sottopasso alla Torretta, ecce cc. 
Partiti politici mi hanno invitato: destra e sinistra e centro, con tutte le eventuali sfumature. Nessun problema. Per me erano cittadini savonesi che volevano informazioni. Porte aperte a tutti. Disponibile per tutti. Anche il Movimento 5 stelle mi ha invitato in Galleria Aschero ad illustrare “Aurelia bis” e Casello Albamare. Andato. Il 4 aprile 2014 sono andato un’altra volta ad illustrare lo stato dell’“Aurelia bis”. 
Sono andato ad illustrare “Aurelia bis” e Casello Albamare a tutti i Sindaci del comprensorio savonese. 
Nel 2009 erano undici i comuni che all’unanimità del Consiglio Comunale avevano deliberato di volere il Casello Albamare. Il Sindaco di Savona Berruti era il rappresentante dei Sindaci verso la Regione. Il Presidente Burlando promise interessamento, progetto e soldi.
L’Assessore Regionale alle Infrastrutture incaricato di mettere in pratica le indicazioni di Claudio Burlando, Carlo Ruggeri, era uno dei padri della “Aurelia bis”, pertanto non realizzò le indicazioni di Burlando.
Intanto i Comuni a favore di Albamare, nel 2013, aumentarono a 27.
Tra i Comuni “favorevoli” ci sono stati voltafaccia clamorosi: Savona con Berruti ed Albisola Superiore con Franco Orsi: Orsi ha addirittura fatto due delibere a favore di Albamare, a distanza di pochi mesi, e contemporaneamente “progettava” con l’Assessore Regionale Competente  Raffella Paita il ribaltamento del casello di Albisola! Che coerenza!
Non mi dilungherò ad enumerare i miei interventi al Consiglio della Regione Liguria, nelle Commissioni Regionali, Commissioni Comunali né nelle Scuole Superiori, né in assemblee pubbliche. Sono tutti parte della storia.
“Normalmente” parlo con fatti concreti alla mano, con numeri (l’ingegneria insegna) descrittivi, oggettivi, criticabili e non con ipotesi filosofiche basate su opinioni più o meno vaghe.
Ma andiamo al punto:
Melis:==================================
“Caro Forzano ti scrivo, così mi distraggo un po’.”
==================================
Trovo “molto poco professionale” che un Consigliere Regionale si esprima così, forse ritiene che rispondere a me sia un grossa distrazione e perdita di tempo rispetto alle sue alte incombenze! Bon ton?
Melis:==================================
La voglio ringraziare pubblicamente per la Sua disponibilità nel fornire preziose informazioni, meno per riportare molte inesattezze.
Alcune precisazioni.
L’ atto presentato dal sottoscritto nasce su impulso di altri, non da Lei, che però ho contattato, come altri, proprio perché ci conosciamo da anni e proprio per confrontare alcune informazioni e metterle a fattor comune.
==================================
Andrea tu mi hai chiesto di farti due schede in formato interpellanza regionale una riguardante l’”Aurelia bis”, l’altra il casello Albamare. Fatto.
A seguito di questa tua richiesta uno che cosa deduce? Che ti stai interessando sia di Aurelia bis che di casello Albamare! Io poi non ho assolutamente detto che l’impulso sia nato da me!
Ma viste le tue parole “su impulso di altri” e visto che tu hai messo a fattor comune le mie informazioni con quelle di altri sarebbe una cosa logica e trasparente verso di me e verso il territorio che rappresenti che tu fornissi sia chi ti ha dato l’”impulso” sia il risultato, ovvero il testo della tua interrogazione.
Melis:==================================
Conosco bene il progetto, da 8 anni a questa parte, ed il testo dell’atto che ho presentato si intitola:
“Sulla Variante alla S.S. 1 Aurelia: Viabilità di accesso all’hub portuale di Savona – Interconnessione tra i caselli della A10 di Savona e Albisola e i porti di Savona e Vado”. Quanto riporta quindi e’ doppiamente falso, ovvero che non conosco il progetto e che non conosco a cosa fosse dedicato inizialmente.
==================================
La mia affermazione che “non conosci il progetto” 
è legata alla tua affermazione:
Purtroppo servirebbero alcune modifiche fondamentali al progetto originario per rendere il raddoppio pienamente efficiente e risolvere una volta per tutte quella che è, a tutti gli effetti, un’emergenza reale e sentita dai cittadini. 
Persino l’Anas riconosce che la sua efficacia è circa il 20%! (scritto nella procedura di VIA di Margonara! Leggere…….!!!!)
Melis:==================================
Inoltre, lo scopo era verificare oggi quali possibili varianti Regione Liguria stia valutando, citando le più note, compresa quella da Lei promossa, casello Albamare, di cui infatti ho chiesto proprio a Lei informazioni: però, vede Forzano, come spesso accade nelle audizioni in Commissioni, gli intervenuti spiegano le loro tesi con dei documenti che vengono consegnati, ciò non implica che i contenuti siano automaticamente condivisi, immagino ne sia consapevole.
Peraltro, Le ricordo che faccio parte di un gruppo di opposizione, quindi dotato di minori strumenti minori e limitata azione politica.
Venendo alle soluzioni che Lei mi imputa di non trovare, Le confermo che ritengo ci debbano essere persone competenti e abilitate, non hobbisti appassionati, che studiano progetti, i cittadini devono essere coinvolti prima e la politica deve fare la sintesi per attuarle.
Forzano:==================================
Andrea ti ricordo (anzi non ti ricordo perché vedo che non sai, il verbo giusto è ti informo) che non “hobbisti appassionati come me” ma il team di progettazione dell’Anas ha prodotto un progetto dell’uscita Margonara totalmente al di fuori di ogni cognizione tecnica e “fuori legge”. 
L’hobbista appassionato Forzano ha fatto una relazione su questa “porcheria tecnica”, ha contattato il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, il quale in base alla mia relazione ha istituito una Commissione di 10 tecnici che hanno totalmente approvato tale mia relazione ed hanno “bocciato” lo svincolo Margonara.
Su questo problema dello svincolo Margonara ho visto la totale “assenza” politica dei 5 stelle, e la tua totale assenza di presa di posizione in Regione!
Se sbaglio o sono disinformato correggimi!
Melis:==================================
Ora, la realtà nel Suo caso e’ molto più semplice e piccola e tra gentiluomini dobbiamo dircela: nell’ultima telefonata che mi ha fatto, dopo aver ricevuto le informazioni di cui ho fatto tesoro e ho letto con attenzione, al contrario di quanto possa pensare, Le ho espresso la mia opinione sul noto casello Albamare che lei promuove: opinione negativa, con comprensibile suo rammarico.
Forzano:==================================
Andrea tu bocci il casello Albamare+tunnel sottoporto senza giustificazioni tecniche. Senza aver paragonato questa proposta con le alternative. 
Quale alternativa risolve al meglio, quale è la più accettabile per la vivibilità del territorio? 
Come entra ed esce tutto il traffico dal porto? Aurelia bis da prendersi in cima a corso Ricci? 
1000 TIR al giorno e tante auto in più in corso Ricci dopo aver attraversato tutta la città? Ferrovia? Non basta dire ferrovia: bisogna capire il significato pratico, che cosa implica. 
Ferrovia “astratta” sta solo nel mondo dei sogni! 
In politica bisogna fare delle scelte. Non teoriche ed astratte ma calate nel mondo reale. Non scelte delegate ai “tecnici” altrimenti la politica a che serve? A prendere un lauto stipendio e basta?
Melis:==================================
Ecco d’un tratto, come quando una giovane coppia di fidanzati litiga e si lascia, per Lei sono diventato brutto e cattivo e si sente legittimamente di manifestare questo pensiero a mezzo stampa.
Però noi non eravamo ne fidanzati, ne giovani!
In ultimo la ringrazio per la pubblicità gratuita ma il passaggio sul Presidente e le mie presunte velleità lo sta costruendo Lei, per cui se sono davvero brutto (anzi brutto no) e cattivo Le suggerisco di non fare ulteriore pubblicità ad una notizia inventata dai giornali perché sarebbe controproducente, perché poi magari ci credono.
Come vede quindi le principali informazioni che Lei riporta non corrispondono proprio al vero.
Forzano:==================================
Io sulle tue velleità Presidenziali non invento nulla! Leggo! 
Tu perché non smentisci il tuo blog amico se non è vero?
2018 07 10 – uominiliberi – Andrea Melis il volto giusto del M5s di governo in Liguria
2018 07 11 – uominiliberi – ANDREA MELIS PROSSIMO CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE?
Oppure perché non rispondi ai giornali?
2018 07 11 – La Repubblica – Genova : Melis al posto di Salvatore, i cinque stelle si riorganizzano
2018 07 07 – Il Foglio – Così si è eclissata la stella di Alice Salvatore, vestale del M5s in Liguria
Melis:==================================
Mi permetto, inoltre di suggerirLe di non raccontare di presunte mie iniziative politiche promesse ma non fatte anche in campo sanitario se questo non corrisponde al vero ed è facilmente dimostrabile, sarebbe sgradevole dover intervenire a rettificare nuovamente, avrei altro da fare di più utile per tutti.
Forzano:==================================
Non ho riscontri su quanto stai dicendo! Puoi informarmi?
Melis:==================================
Ecco quindi che mi ha dato dell’ “aquila” e infine “faina”: apprezzo, meglio comunque del piccione che segue tutti da dietro, a prescindere, per raccogliere qualche briciola.
Forzano:==================================
Andrea dopo 8 anni che ti occupi di politica e di conseguenza di “Aurelia bis” e “casello Albamare” qualche tua idea concreta e basata ad esempio sui “numeri” “sui flussi di traffico” sulla “efficacia” di una soluzione o dell’altra dovresti averla maturata. In ingegneria le soluzioni si scelgono così: facendo diverse ipotesi e poi confrontando. Numeri, concretezza, non poesia!
Sul casello Albamare hai un’opinione negativa. Sull’”Aurelia bis” ti stai praticamente allineando a coloro che l’hanno sostenuta finora dicendo che ci vogliono dei tecnici a fare il lavoro sporco!
Melis:==================================
“Questo vizio iniziale rende necessari alcuni correttivi quanto prima possibile. Soluzioni che spetta ai tecnici trovare e alla cittadinanza avvallare”
Forzano:==================================
Ed i politici che fanno? Pilato?
Ma non ti rendi conto che l’attuale situazione l’hanno causata gli stessi tecnici che tu invochi a risolvere il problema?
L’”Aurelia bis” è stato un grosso inganno per il territorio savonese. Riconosciuta anche da Anas: solo il 20% di utilità! Ulteriori interventi come “rifare il casello di Albisola” e “connettere la parte alta di corso Ricci col porto” sono sfregi ulteriori al territorio e molto costosi.
Anche l’uscita Margonara progettata da Anas è stato un progetto irricevibile: a Savona e Genova totale silenzio politico! Il problema l’ha risolto il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici su mia sollecitazione: progetto bocciato perché fuorilegge, tecnicamente deleterio, con gallerie senza ventilazione e quindi pericoloso per sicure code!  Ma tu da politico “nuovo” dovresti dare una svolta, entrare nel merito dei problemi, e non accodarti alla politica del lasciar fare!
cordiali saluti
Paolo Forzano

P.S.

Andrea, ti chiedo cortesemente di inviarmi copia dell’interrogazione che tu hai fatto al Consiglio della Regione Liguria e della risposta che ha ricevuto. Ho contribuito a fornirti delle idee su Aurelia bis e casello Albamare, ma non so che cosa ne è scaturito: vorrei esserne informato. Credo poi che sarebbe opportuno un incontro pubblico ad Albisola per un confronto su Aurelia bis e casello Albamare: valutare i pro ed i contro di entrambe le soluzioni al fine di fare il punto su una situazione, quella del traffico in Albisola, che è a livelli paradossali. Spero che tu non ti sottrarrai a questo impegno politico, impegno che molti cittadini albisolesi si aspettano dai loro rappresentanti eletti.
Grazie per l’attenzione

LETTERA DAL COMITATO ALBISOLA LUCETO –

Parlo a nome del Comitato Albisola Luceto Sostenibile vorrei puntualizzare due semplici cose:Savona deve dotarsi di un proprio casello autostradale, che libererebbe Albisola almeno dal traffico da e per il porto di Savona, attualmente il casello di Albisola funge da uscita Savona est.Il casello Albamare sarebbe la soluzione non capiamo cosa ci sia di tecnicamente negativo nel progetto proposto dall’ing. Forzano.

Ci sono persone che possono dedicarsi a un passatempo con conoscenza e preparazione e i risultati sono notevolmente migliori di chi fa il lavoro per professione ma senza professionalità. Questo riteniamo sia il caso dell’ing. Forzano.
Chi pensa che un progetto, come “Aurelia bis”, studiato in un modo e realizzato monco possa essere risistemato e diventi un ‘opera di buona ingegneria già è fuori strada.
Riteniamo che, se il sig. Melis vuole aiutare i cittadini di Albisola a risolvere il problema del traffico, debba tenere in considerazione i punti sopra esposti e battersi in Regione partendo da queste basi.
Cordiali saluti
X il Comitato
Mariangela e Luigia Vallarino

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi