Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il M5Stelle e il capo occulto Ayatollah. Il libro di Becchi, l’analisi di Vittorio Coletti

Se n’è parlato poco o nulla. E’ sparito il primo grillismo, è troppo tardi per cambiare? L’utopia della democrazia diretta, senza leader, ma solo portavoce ed è di fatto impossibile dissentire. Documenti e decisioni della prima e seconda stagione del M5S nel libro del prof. Paolo Becchi ‘Cinquestelle & Associati, Kaos Edizioni’.  E domenica su la Repubblica il prof. Vittorio Coletti ha scritto un’analisi – commento – approfondimento. 

Luigi Di Maio, vice presidente della Camera dei Deputati, autorevolissimo esponente del direttorio del Movimento di Grillo, indicato alla presidenza del Consiglio in caso di vittoria alle prossime elezioni politiche, ha tenuto a Savona un affollato comizio. Forse non proprio messo in evidenza – vedi titoli e foto – nella cronache locali. Peccato tuttavia che l’esponente non abbia pensato a rispondere alle tesi (Becchi – Coletti) sulla dinastia e sul potere occulto nel Movimento, sull’impossibilità di dissentire e quale sia la situazione dei 5 Stelle in provincia di Savona. In salute o con molti acciacchi soprattutto in periferia (Riviera ed entroterra con una quasi totale assenza dei parlamentari savonesi). Chi sono i referenti, i risultati raggiunti. A Savona diventato il primo partito. In altre località ogni iniziativa sembra paralizzata. Con quali prospettive a breve e medio termine. Da Andora a Varazze chi sono gli esponenti che contano, hanno voce in capitolo ?  Chi ha superato l”esame’ ? Chi ha il ‘passaporto’ in regola tra i grillini ed è autorizzato ad intervenire nelle maggiori problematiche sociali  ed economiche?

Avatar

Trucioli

Torna in alto