Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albisola Superiore, donne col velo in mostra.
Dolci incontri con Mirco Colombo fotografo

“In limine. Volti e luoghi del Medioriente”: mostra fotografica di Mirco Colombo, aperta e visitabile fino al 27 novembre presso “Dolci incontri” di Albisola Superiore. Leggi anche la giornata a Bubbio e Denice della delegazione albisolese nell’ambito della rassegna Dal Mare alle Langhe.

A poche settimane dall’esposizione di un suo pannello fotografico dal titolo “Rabat” nel corso dell’importante rassegna multiculturale “L’isola che c’è”, svoltasi a Palermo sotto l’egida del critico d’arte Vittorio Sgarbi, il fotografo savonese Mirco Colombo presenta la sua mostra “In limine. Volti e luoghi del Medioriente”, realizzata  in collaborazione con la Casa delle Arti presieduta dal maestro Ettore Gambaretto di Albisola.


Figura 1- da sx: Rossello, Gambaretto e Colombo. Sullo sfondo “Rabat”, l’opera esposta a Palermo.

Foto nate da viaggi realizzati alcuni anni fa, allorquando aree oggi imperversate da sanguinosi conflitti erano ancora mete turistiche praticabili per gli occidentali (da qui il titolo che evoca spazi al limite, ormai irraggiungibili). La mostra propone una decina scatti – trasposti su pannelli in grandissimo formato senza particolare manipolazione digitale dell’immagine – di un lavoro inedito, che racchiude il complesso universo di terre millenarie di cui si colgono esperienze, storie, emozioni, colori, silenzi, luce e magia.


Figura 2 – “Il deserto a Petra”, pannello fotografico.

Scenari naturali colti dall’obbiettivo che, a prima vista, trovano, a seconda dei casi, assonanze nella lezione di precisa percezione della pittura fotorealista dell’australiano Joel Rea oppure nell’indagine audace della fisicità della materia di un grande artista materico quale Alberto Burri. La rappresentazione delle persone ricalca, invece, più lo stile del reportage di denuncia, dove immortalare significa inquadrare la situazione esistenziale e lo sfondo può assumere toni allegorici, che aprono all’osservatore prospettive di riflessione ed interrogativi.

<span >

Figura 3 – “Donne col velo”, pannello fotografico

La mostra, che offre una visione diversa e alternativa sugli aspetti ambientali ed antropologici più attuali e contemporanei di luoghi come Petra, in Giordania, Rabat, in Marocco, e altre località incantate del mondo arabo, è allestita nell’accogliente cornice del bar “Dolci incontri”, in via Garibaldi, 3 ad Albisola Superiore, visitabile dal 7 al 27 novembre dalle ore 6,30 alle 21. L’inaugurazione si è svolta con una breve introduzione di Antonio Rossello.

DELEGAZIONE ALBSOLESE A BUBBIO E DENICE PER IL LIBRO DI VALPONDI

La mattina di domenica 8 ottobre, dopo il ritrovo presso il Divinbacco.it di Bubbio, con la presentazione dei partecipanti e del programma della giornata, hanno avuto inizio gli “stati generali” della FIVL delle Albissole e Bubbio nell’ambito della rassegna “Dal mare alle Langhe”. Subito la compagnia degli ospiti, una trentina di persone, si è recata in visita all’Oratorio della Confraternita dei Battuti in Bubbio con l’illustrazione della storia dell’edificio e dei suoi possibili utilizzi da parte del dott. Federico Marzinot e con la possibilità di ammirare anche le opere ivi esposte. Ha poi avuto luogo, nei locali della biblioteca Novello, il resoconto delle passate edizioni della rassegna “Dal mare alle Langhe” tra Bubbio, Albissola, Savona e Altare, nella sinergia tra artisti, scrittori, giornalisti, associazioni e pubblici amministratori alla ricerca di un’identità radicata nel territorio e aperta all’universalità dei valori.

Antonio Rossello ed Elisa Gallo, presidenti FIVL rispettivamente delle Albissole e di Bubbio, hanno provveduto alla presentazione ufficiale del logo e della carta d’intenti della prossima edizione di “Dal mare alle Langhe”, all’insegna dell’ideale della libertà e della dignità della persona umana contro ogni forma di “pensiero unico” omologante. Dopo il pranzo conviviale all’agriturismo MondoArancio, tra l’altro allietato dalle toccanti parole della scrittrice prof.ssa Maria Scarfì Cirone, che presenterà il suo trentesimo libro “Il Garofano di Sabbia” il 20 novembre 2015 alle 16.00 presso la Sala Rossa del Savona, si sono ripresi i lavori sempre presso la biblioteca Novello, con i riconoscimenti attribuiti ufficialmente dalla presidenza nazionale FIVL: attestato di benemerenza a Elisa Gallo; fazzoletto azzurro e distintivo del 70°: all’artista Ettore Gambaretto (presidente della Casa delle Arti di Albisola) e allo scrittore Gianluca Valpondi, che, dopo l’introduzione di Rossello e con la moderazione di Marzinot, ha illustrato, partendo idealmente dalla figura del servo di Dio e martire della carità nonché eroe della Resistenza italiana Teresio Olivelli, i contenuti del suo libro “Libera teocrazia. Verso la civiltà dell’amore”, aprendo poi ad un animato dibattito. La giornata si è conclusa con la visita al museo a cielo aperto di Denice, accompagnati dal maestro Gambaretto e accolti dal sindaco Nicola Cosma Papa, che ha consegnato ai convenuti i cataloghi dell’originale esposizione di ceramica contemporanea, invitando anche alla mostra di presepi e alla rassegna di poesia dialettale che sempre a Denice ha luogo nei giorni prossimi al Natale.



Avatar

A. Rossello

Torna in alto