Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Andora balneazione e polemiche



Divieto di balneazione preventivo per la rottura di uno scarico fognario.  Un mare di polemiche a stagione turistica quasi conclusa. Dove non è mancato nè il sole, nè il gran lavoro per bagni marini ed esercenti, con incassi da record storici in tutto il ponente ligure. E una coda polemica, purchè costruttiva, ci può anche stare. Andora non fa eccezione. Importante è informare i cittadini senza bavaglio.

E mail di ‘un gruppo di cittadini’: Ad Andora presso la spiaggia comunale AMA da un paio di giorni sono nuovamente apparsi cartelli con divieto assoluto di balneazione. A differenza dei precedenti non appariva citata alcuna ordinanza comunale. Per saperne di più siamo andati sull’albo pretorio on line del Comune dove è stata pubblicata (dal 22.09.2015) l’ordinanza sindacale nr. 66/2015 con la quale veniva disposto il divieto di balneazione dalla “data odierna”. Il documento tuttavia

reca la data del 21 agosto 2015. Si tratta di un clamoroso errore di data oppure l’ordinanza è stata tenuta nel cassetto per oltre un mese? Cosa sta succedendo ad Andora?

COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE

Andora – A causa della rottura del tubo della fognatura di un condominio sito in via dei Mille, si è verificato uno sversamento in un rio ed il sindaco di Andora Mauro Demichelis ha emesso un’ordinanza preventiva di divieto alla balneazione del tratto di mare antistante la Spiaggia Libera Attrezzata, zona di sbocco a mare del rio. L’Arpal effettuerà i prelievi oggi pomeriggio e probabilmente sabato o al massimo lunedì si conosceranno i risultati.

 Ancora una volta siamo obbligati, per tutelare la salute pubblica, a emettere un divieto di balneazione a causa di una rottura di una conduttura privata– dice il sindaco Mauro DemichelisSono stati gli operai comunali, su disposizione dell’Assessorato ai Servizi Tecnologici, ad effettuare un monitoraggio di tutta la rete fognaria che ha permesso la veloce individuazione della rottura. Naturalmente al privato responsabile, che ha provveduto alla riparazione, competeranno integralmente tutti i costi di bonifica. Invitiamo tutti i condomini e tutti i privati a tenere controllate ed in buono stato le proprie condotte per evitare questi problemi ambientali che recano disagio all’intera comunità cittadina.“.

La dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Andora, Nicoletta Oreggia, con una nota al sindaco Mauro Demichelis ha precisato che “per mero errore materiale dell’esecutore è stata inserita la data del “21 agosto 2015” anziché “21 settembre 2015” sull’ordinanza di divieto di balneazione pubblicata all’Albo Pretorio.

La successione temporale con cui è stata emessa l’ordinanza si può verificare facilmente dalla numerazione della stessa

Ufficio Stampa

Monica Napoletano

328/3815744


Avatar

Trucioli

Torna in alto