Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

L’architetto / Noli borgo da salvare

Il borgo marinaro ligure di eccellenza, soffre purtroppo di un assetto urbanistico inadeguato sia rispetto al necessario modello funzionale attuale, sia riguardo alle esigenze turistiche di qualità, indispensabili per consentire a Noli un futuro adeguato.

Dall’ultimo dopoguerra ad oggi, una mancata visione di prospettiva storica e la carente opera di tutela, secondo l’articolo 9 della costituzione, del suo patrimonio culturale ed ecologico da un lato, accanto al debole contrasto della pressione edificatoria dall’altro, sono la causa dell’attuale situazione.

Peraltro oggi, sono evidenti le notevoli contraddizioni insite nelle azioni di governo della situazione da parte delle Amministrazioni preposte, derivanti in gran parte da una metodologia multidirezionata e poco coordinata, priva della indispensabile visione generale su cui basare gli interventi da proporre.

D’altro canto la situazione critica rispetto alle risorse disponibili, impone oculatezza e ottimizzazione degli interventi, purché ampiamente condivisi e secondo le priorità concordate.

Una prima valutazione delle opere necessarie non pone tra quelle prioritarie il tunnel di Capo Noli, La briglia dell’Acquaviva e la rinaturalizzazione del tratto a valle  del rio Noli:

Infatti il progetto del tunnel può essere ottimamente sostituito da una limitata serie di strutture “leggere” ma adeguate, per la sicurezza rispetto alla caduta massi sull’attuale sede stradale e da una pista ciclo-pedonale a sbalzo sulle falesie del Capo, per la sua valorizzazione turistica ottimale.

(Il progetto dettagliato è visibile sul N°10 del 13/11/2014 di trucioli.it.)

Invece la briglia già in corso di realizzazione, è un opera di limitata utilità ai fini della sicurezza, mentre sarebbe stata molto più efficace e prioritaria, allo stesso fine, la costruzione di un canale scolmatore a valle sotto l’Aurelia, dal costo poco superiore. ( Vedi n° 6 del 9/10/2014 di questo Blog)

Infine l’annunciata opera di rinaturalizzazione del rio sarebbe opportuno realizzarla dopo la eliminazione del traffico anche nel tratto a monte della fiumara. Obiettivo realizzabile in modo definitivo, con un tratto di strada sopraelevata su questo tratto di 200 metri, opera senza alternative più efficaci, che si dovrebbe costruire in via prioritaria, da piazza Aldo Moro al punto dove è prevista la rampa in abbinamento alla rinaturalizzazione, della quale si eviterebbe la costruzione e il relativo costo. (Vedi n°7 del 23/10/2014 di trucioli.it)

Ma per chiarire il quadro degli interventi necessari alla definitiva riqualificazione di Noli, è necessario delineare una ragionata scala delle loro priorità:

In primis per motivi si sicurezza e poiché esistono i finanziamenti, sarebbe corretto risolvere il problema di Capo Noli realizzando il progetto alternativo al Tunnel, in abbinamento al canale scolmatore sotto

l’Aurelia, per raddoppiare la portata della fiumara.

Urgente sarebbe poi, la realizzazione della sopraelevata sull’alveo del rio, finanziata in parte utilizzando i fondi della rinaturalizzazione e della rampa, opere non prioritarie.

Parimenti urgente risulta la realizzazione del primo parcheggio di prossimità in una delle gallerie ex-ferroviarie, poco onerosa e risolutiva, il cui finanziamento è recuperabile in un triennio di esercizio. (Vedi n°4 del 25/9/2014 di trucioli.it)

Provvisoriamente è necessario usare l’area di via IV Novembre senza spreco di risorse, la quale ritornerebbe alla disponibilità della città per utilizzazioni di maggior pregio, appena realizzati i parcheggi nelle gallerie.

Infine, mentre da un lato rimane da concludere l’intervento sul Castello, che il Sindaco Niccoli sta curando con impegno, dall’altro sarebbe tempo di dedicarsi al ripristino della originaria identità perduta del centro storico del Borgo.(vedi n°14 del 11/12/2014 e il n°12 del 26/11/2014 del Blog Trucioli.it)

 

Giovanni Maina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Avatar

G.Maina

Torna in alto