Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Caffeina per restare svegli / Savona, the socialist (5) e le barricate

 Non c’è un ‘segretario regolarmente eletto’. Con sospettoso anticipo, in riferimento alle prossime elezioni comunali, il PSI ha annunciato con gran clamore che, basta! con la simbiosi mortificante con il PD, finalmente  avrà l’orgoglio e il coraggio di correre da solo con il proprio simbolo e un candidato Sindaco di bandiera. Un annuncio ‘poco credibile’, o difficilissimo da attuarsi visto i precedenti, da lasciare stupefatti anche la plumbea politica cittadina che comunque nel dubbio e per ogni evenienza sta già approntando le barricate.

 

SAVONA, THE SOCIALIST 5
la divisione dell’atomo e l’eclissi delle idee Agita lo spauracchio dello scontro il PSI savonese se il compagno di ‘ventura’, il PD, continuerà ad estraniarlo dai posti di comando nell’Amministrazione Comunale.
Tramite la segreteria, che ancora non c’è un ‘segretario regolarmente eletto’, con sospettoso anticipo, in riferimento alle prossime elezioni comunali, il PSI ha annunciato con gran clamore che, basta! con la simbiosi mortificante con il PD, finalmente  avrà l’orgoglio e il coraggio di correre da solo con il proprio simbolo e un candidato Sindaco di bandiera: un annuncio ‘poco credibile’, o difficilissimo da attuarsi visto i precedenti, da lasciare stupefatti anche la plumbea politica cittadina che comunque nel dubbio e per ogni evenienza sta già approntando le barricate..
Noi abbiamo qualche perpessità a proposito, che evidenziamo senza alcun commento con l’immagine qui a fianco.
Può succedere, noi lo auguriamo, che fra tanti ripetuti proclami, nel corso di questi ultimi anni, per sbaglio o per cabala, qualcuno di essi si concretizzi, come si suol dire ‘anche una rondine può fare primavera’.
Per intanto, siamo in attesa, come da regolamento nazionale, che sia ‘santificato’ il Congresso Provinciale savonese già in predicato nel 2013: le regole, se si vuol essere credibili, vanno applicate altrimenti tutto si disgrega, va in malora, non vogliamo avere ragione ad ogni costo (o siamo in torto proprio perchè socialisti?), noi compagni ‘normalmente normali’ siamo per le regole ‘senza se e senza ma’, per il rispetto dovuto a noi stessi e verso i giovani iscritti che non sopportano di essere ingabbiati nei  loro diriitti  dal perpetuarsi dello ‘stato quo‘ all’arma bianca a favore dei  soliti ‘capi stazione’.
In teoria si potrebbe anche provare a cambiare le cose ma per fare ciò, nell’immediato, necessiterebbe escludere a priori tutto quanto è concatenato a una era gelogica lontanissima; noi di ‘Azione Riformista’, ma anche associazioni di compagni fuorisciti dal PSI, come ad esempio ‘Futuro è Socialismo’, ‘il Movimento’, ‘Linea Socialista’, ‘Savona Socialista’ e il recente gruppetto di intellettuali ‘the Socialist’, con iscritti numericamente ben superiori allo stesso PSI savonese, abbiamo provato a instaurare un dialogo con ripetuti appelli ma mai, ripetiamo mai, abbiamo avuto un pur minimo cenno di riscontro se non di ‘dileggio’ come ‘voi continuate a scrivere che noi continuiamo a cestinare’: il che dà la misura del ‘rancore represso e dell’intelligenza offuscata’ di questi ‘manovratori ormai al colasso’, magari in cuor loro speranzosi  prima o poi di riuscire a disperderci con gli idranti o di screditare il nostro blog con il ‘metodo Boffo’  che altruisticamente suggeriamo in quanto di provata efficacia : se ne facciano una ragione, le nostre riflessioni contineranno, misurate, pacate e allegramente pungenti, non conformiste e mai pelose che, come diceva il grande Gaber  ‘la libertà di espressione è il motore di partecipazione alla vita, per tutti, per i primi e gli ultimi della classe’.
Pure il PD, per natura pachiderma e con un radicamento storico, ha trovato in Renzi un capitano giovane e coraggioso, credibile (fino a prova contraria); solo il PSI, a Savona, in tanti anni di ‘travagli & baruffe, merletti & veleni’, non è riuscito a proporre un solo personaggio, fuori dagli schemi obsoleti del passato, capace di intrapprendere una moderno percorso politicamente vincente e mirato alle aspettative della città e dei suoi cittadini.
Ci sarà, così continuando, da piangere amaramente alle prossime elezioni Comunali, come si suol dire ‘chi vivrà vedrà’ comunque, suo malgrado, il PSI un merito l’ha già acquisito, la ‘divisione dell’atomo e l’eclissi delle idee’.
E come sempre terminiamo, ricordando, sottolineando, a scanso di equivoci o supposizioni malevoli, che questi nostri ‘clisteri’, sono volti al solo ed unico scopo di innescare una reazione di presa coscienza e rilancio del PSI savonese, partito per lungo tempo protagonista di eccellenza nella nostra città, nel bene e nel male, con uomini di straordinario valore (uno per tutti, Sandro Pertini).
Avatar

Trucioli

Torna in alto