Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano/ Picasso & Ebe story: pescatori, barbieri, musicisti. E fortuna in affari!

Una felice coppia portafortuna.  Rosanna Picasso e Lino Ebe immortalati, felici, con i figli Emilia e Claudio,  20 anni fa, dalla ‘guidegallery’ dedicata a Loano. Contitolari dei Bagni Marina Piccola  e l’Immobiliare La Marina. Nella foto, con l’impiegata Lucia, mancava solo (per scaramanzia) papà Lino. Per anni popolare barbiere di corso Roma, diventato consigliere comunale. Oggi unico sopravvissuto in un’immagine d’archivio 1970. Nella città dei Doria, il mestiere di ‘figaro’ ha avuto  anche esponenti del mondo della politica: c’era Mario Del Balzo (nel direttivo Psi), il nipote Pierluigi, brillante carriera da vice sindaco ad assessore provinciale, tuttora componente della giunta di Boissano con 8 deleghe pesanti.

Riporta la cronistoria che si tratta di una “coppia professionalmente nota in Loano, formata da Rosanna e Lino Ebe. Entrambi loanesi Doc, innamorati profondamente della loro città. Gli antenati erano pescatori per Rosanna, O nel caso di Lino, con un simpatico nonno originale personaggio dai mille mestieri noto per l’abilità di clarinettista che lo ha portato  a diventare maestro della banda di Loano”.

Risale agli anni ’67 quando i coniugi Ebe  decisero di mettersi in proprio, creando dal nulla  lo stabilimento balneare Marina Piccola.  Lino, inoltre, era affermato barbiere con un’affezionata clientela locale e di vacanzieri. Tra gli habitué   il commendator Mario Magnetto, industriale torinese venuto dalla gavetta che scelse di realizzare nella cittadina prediletta per le sue vacanze, il primo 5 stelle di lusso (Garden Lido) della Riviera Ponentina.

Lino era per il ‘commenda’ una fonte inesauribile di notizie e la prima ‘visita’ ,dopo l’albergo, era riservata proprio al barbiere. E in quegli anni per Ebe senior iniziava l’ingresso nel mondo della politica locale, poi il passo a Palazzo Doria, eletto consigliere nelle file della Dc.  Ottimo navigatore che si occupò anche della sorte del porto. Vicino di banco all’allora albergatore Nicola Vaccarezza, padre del futuro sindaco Angelo e attuale presidente della Provincia, oltre che ‘dominus’ indiscusso del Pdl berlusconiano in provincia di Savona e primo ambasciatore dell’intramontabile imperiese ‘re’ Claudio Scajola.

In una foto di archivio (che pubblichiamo), altro che Lino Ebe portafortuna! E’ un miracolato, visto che tutti gli altri consiglieri, suoi vicini, sono compianti nel regno eterno dei cieli. Da sinistra (nella foto) il dottor Maurizio Strada, poi Antonio Rodano, l’allora parlamentare missino e giornalista Giulio Gesco Baghino, Nicola Vaccarezza, Ebe appunto e Vincenzo Arena.

Che dire se non augurare a Lino, tra le memorie storiche della città e di glorioso percorso nella pubblica, tra le mura di Palazzo Doria, un cammino radioso attraverso la terza età. Il traguardo finale attorniato dall’affetto dei suoi cari, dal successo negli affari, dalla stima degli amici. I ricordi dei bei tempi quando anche a Loano ci si conosceva quasi tutti.  C’era meno indifferenza e più bontà. Le interminabili discussioni in consiglio comunale (sempre serale) che a volte si concludeva alle ore piccole. E a rappresentare i cittadini  non mancavano personaggi preparati, di levatura e una certa arroganza non era di casa. I buoni esempi non mancavano, ad iniziare dal rigore dei conti e dall’assenza di prebende. Mini stipendio per il sindaco, rimborsi spese per gli assessori.

Tutto cambia, a volte in peggio. Non sempre. Per fortuna leggere i ricordi passati serve a non dimenticare chi eravamo. E dove siamo arrivati. A futura memoria.

ECCO LE QUATTRO PAGINE DI GUIDEGALLERY DEDICATE ALLA FAMIGLIA EBE

Avatar

Trucioli

Torna in alto