Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Dieci Saggi per Borghetto Santo Spirito

L’amministrazione Gandolfo spesso è stata oggetto di critiche da parte del sottoscritto sulle pagine di questo blog. Mi domando se nell’operarle sono stato ingiusto o, invece, troppo generoso. Oggettivamente, però, difficilmente il Sindaco può opporre argomenti efficaci alle doglianze che sono indirizzate alla sua giunta: la principale è quella di essere una amministrazione non dinamica, a tratti persino stanca.

Sembra mancare entusiasmo, ma sono assenti anche le idee (se così non fosse il Sindaco potrebbe agevolmente smentire chiarendo, ad esempio, una volta per tutte che cosa vuole fare dell’area dell’ex Oleificio), almeno questa è l’apparente situazione che si presenta agli occhi specie di quella parte di elettorato che, volendo spazzare via la maggioranza di centro-destra, auspicava un reale cambiamento.

Un cambiamento, del quale, però, oggi non c’è più alcuna speranza.

Esempio lampante è il PUC.

Criticato e non poco dalle passate opposizioni esso fu voluto da Malpangotto e portato avanti da Vacca, ma è ben lontano dall’essere travolto da questa amministrazione.

Il PD, forza che ha convintamente appoggiato la lista civica del Sindaco, non pare essere animato, neppure lontanamente, dalla volontà di indurlo a cambiare quel Piano Urbanistico.

Non ti aspetteresti un simile comportamento da chi, quando era all’opposizione e criticava quel PUC, ora che è in maggioranza se lo tiene così com’è.

E’ vero, il Sindaco, potrebbe dire che non aveva nulla a che vedere con quella opposizione o comunque con le idee che essa manifestava (senz’altro nei fatti è così o almeno così appare), ma allora perché nel formare la lista civica ha cercato l’accordo con il PD…. O forse è il PD che aveva cambiato idea e rinnegato quella minoranza che voleva, fra l’altro, a titolo esemplificativo:

  1. un nuovo PUC;
  2. una nuova organizzazione della macchina comunale;
  3. un sostanziale risparmio della spesa pubblica con eliminazione, salvo lo stretto necessario, del ricorso continuo a collaborazioni e consulenze esterne;

Oppure, ancora, il Sindaco condivideva quella impostazione, ma poi ha mutato opinione.

Ma non sono un po’ troppi a cambiare idea in questa vicenda ?

Oggi il Sindaco Gandolfo e la sua giunta non paiono in grado di dialogare con la cittadinanza: la polemica recente con i commercianti è il segnale che anche la mancanza di ascolto non agevola l’azione amministrativa.

In questo la maggioranza Gandolfo non si differenzia dall’amministrazione Vacca.

Tutto ciò lo espone a critiche avvalorate dalla sostanziale inattività della giunta: pochi sono stati finora i consigli comunali (l’ultimo del 3 aprile con soli quattro punti all’ordine del giorno, di cui tre oggetto di interrogazioni della minoranza).

È pertanto lecito dubitare che Gandolfo e la sua giunta stiano amministrando come si aspettava la maggioranza degli elettori.

A questo punto il Sindaco deve prendere atto che da sola la sua coalizione non riesce ad operare: cerchi dunque un aiuto e un sostegno.

Chieda a dieci saggi di indicargli la strada da percorrere.

Dieci saggi che potrebbero fornirgli quell’ausilio di cui ha oramai bisogno, ne ha necessità come il pane.

La sua maggioranza non è operativa nei fatti e molti dei suoi consiglieri in dieci mesi non hanno mai preso la parola in Consiglio Comunale, forse sarà perché ce ne sono stati talmente pochi che non hanno avuto molte possibilità di intervenire…

Dieci saggi, signor Sindaco, è l’ultima possibilità che le resta.

Diversamente dovrà trarre le dovute e inevitabili conseguenze.

Dieci Saggi.

Già dieci Saggi…

………………………………….La tartaruga Vanessa si avvicina al centro del Paese con passo lento ma deciso.

Però si sta facendo una domanda, terribile, ma esistono dieci Saggi per Borghetto Santo Spirito ?

Al Vecchio Saggio la risposta.

Giovanni Sanna

Avatar

G.Sanna

Torna in alto