Numero visualizzazioni articolo: 2.757

Loano / Dott. Paolo Gervasi: un gigante in Caput Mundi su Facebook

Loano – Siamo estimatori e fans del giovane commercialista dott. Paolo Gervasi per i suoi commenti scritti su Facebook. Per chi non ha avuto modo di leggerli non può conoscere ed immaginare con quale volontà, passione e coerenza tratta i problemi della collettività loanese che, nella totale indifferenza, il Sindaco di Loano Luigi Pignocca ha pare scientemente ignorato.

Il Vice Sindaco Remo Zaccaria, destinatario di un avviso di garanzia della Procura di Savona per lo scandalo delle Case agricole (ville agricole, alcune con piscina) (Leggi…), è rimasto al suo posto (come tantissimi politici inquisiti – a tutti i livelli – che non hanno e non intendono dimettersi, in attesa di una sentenza definitiva!). Tutti consenzienti gli Assessori e Consiglieri comunali di maggioranza? Dormienti?

Tanti i problemi commentati da Paolo Gervasi, letti da molti loanesi (e non solo) su internet. Peccato che la maggioranza dei cittadini non ha avuto modo di apprezzarlo nella sua convinta passione nel porre in evidenza le tante carenze del Sindaco Luigi Pignocca,dei suoi collaboratori Assessori e Dirigenti comunali.

Nell’intento di allargare la cerchia dei lettori di Paolo Gervasi, anche al di fuori dei confini di Loano, iniziamo a pubblicare suoi commenti scritti su Facebook: riferiti a parcheggi, strade, marciapiedi e nuovo teatro a Loano.

Lettera di un turista

 In questi giorni è uscita sui giornali la lettera (già pubblicata su Facebook) di un turista un po’ critico nei confronti di Loano! Come disse un tal Garzia (mediocre giocatore di serie A degli anni ’90) ….sono pienamente d’accordo a metà con il turista!…non sono d’accordo sull’argomento parcheggi: non si può pretendere di avere sufficienti per tutti attaccati alla spiaggia! Due passi partendo da via Manzoni, cia caselle, e altri parcheggi a monte dell’Aurelia…non hanno mai ucciso nessuno….e ci vogliono tre minuti tre per arrivare al mare!!!..

Il turista mi trova pienamente d’accordo su un altro aspetto relativo alla situazione di strade e marciapiedi e meno male che questa cosa viene detta da un turista (Leggi…) perché qualche mese fa quando un gruppo di loanesi (fra i quali il sottoscritto) ha denunciato e documentato lo stato delle vie loanesi sopra l’Aurelia è stato accusato di strumentalizzare lo stato di degrado per altre finalità (e le mie recenti prese di posizione hanno dimostrato come infondate queste accuse!)

La cosa che fa specie è la risposta di Remo Zaccaria: chi è attento alle cose loanesi…si pone delle domande! Allora: patto di stabilità (sul quale bisognerebbe dirla tutta e non mezze verità), crisi, ecc….ok….difficile spendere…..(anche se si era preso a dicembre l’impegno a privilegiare i piccoli lavori e le opere di manutenzione) poi….però dall’altra parte c’è la magnifica occasione del teatro con annessi e connessi…circa 5 milioni e passa di cui 4 milioni a contributo ma il resto…. Bisogna tirarlo fuori dalle tasche dei loanesi!quindi…non ci possiamo permettere di intervenire sul territorio…ma ci impegneremo per una grande opera….

Nuovo teatro di 600 posti

 Sul discorso teatro sono poi convinto che in zone come le nostre sarebbe opportuno agire a livello comprensoriale….invece ogni comune (o meglio ogni amministrazione) pretende di avere la sua grande opera…..però non reperiamo i fondi per gestire meglio strade, marciapiedi, verde pubblico, parcheggi, aree attrezzate……bene…anche Loano avrà il “suo” teatro spettacolare! Tanto sembra che sia finanziato (vorrei sapere se totalmente o parzialmente, perché in questo secondo caso dovremmo aggiungerci altri soldini pubblici).

Domanda….ma è così necessario? Non si possono utilizzare i denari per altre iniziative meritevoli quali, ad esempio, potenziare la biblioteca comunale, costruire un polo scolastico attrezzato e moderno, sempre aperto agli utenti, con aule e biblioteche, con attrezzature sportive, ecc. oppure patrocinare ie istituire borse di studio a favore dei meritevoli che non possono (pur avendone le capacità) permettersi gli studi? …Affermare che costruire un teatro accresce la cultura di una comunità ha la stessa valenza dell’affermazione di Maria Antonietta: “se il popolo ha fame che mangino brioches”…..

Ma d’altronde la megalomania e la presunzione degli amministratori loanesi non ha limiti: un grande porto, un grande teatro, un grande pennello (ops…questa era una vecchia pubblicità)….Si parla di cultura e poi si corre ad osannare ed esaltare la Minetti..che con la cultura ha in comune solo il “cul”!…..Cerchiamo di spendere i soldi con criterio e giudizio e non solo per appagare certi sentimenti di onnipotenza o…peggio ancora….altri tipi di interessi!!!

– – – – – – –

Nel prossimo numero un altro gigante loanese (meno giovane ma di memoria straordinaria) in Caput Mundi su Facebook:: Francesco Gallo.

 Gilberto Costanza

email: gilberto.costanza@alice.it

25/10/2012 – n. 14

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi