Numero visualizzazioni articolo: 1.794

Parcheggi, caro sindaco di Finale Ligure
ti scrivo. Ecco ‘La cultura della mobilità ‘

A Finale Ligure un nuovo progetto per la gestione dei parcheggi gratuiti dell’intero territorio, per cercare di risolvere l’annoso problema della mancanza di stalli. Vi proponiamo il curioso Foto- montaggio di martedì 10 maggio 2016.

Inseriamo l’intervista comparsa su un quotidiano on-line della Provincia di Savona- sezione ATTUALITÀ – di domenica 22 marzo 2015, 16:15 – Rivoluzione Parcheggi – rilasciata dall’Assessore alla Viabilità A. Guzzi: “Possibilità di conoscere in tempo reale la disponibilità di stalli attraverso cartellonista elettronica e app sullo smartphone”.

Finale Ligure – spiega l’assessore alla viabilità Andrea Guzzi (nella foto)- ha poco spazio e tante autovetture, soprattutto durante l’estate, un trend che porta ad un degrado della qualità urbana” Durante il periodo estivo a Finale, così come negli altri paesi rivieraschi, il traffico si intensifica”.

“La cultura della mobilità sostenibile, prosegue l’assessore, non si forma autonomamente ma deve essere indotta. Per questa ragione l’Amministrazione Frascherelli ha chiesto al CDA di Finale Ambiente di dare un nuovo impulso alla gestione degli stalli a pagamento, con un nuovo progetto complessivo che comprenda l’intero territorio.”

L’Ing. Antonio Da Corte, consigliere della Finale Ambiente, delegato alla questione Parcheggi, interviene sull’argomento : “Innanzitutto l’obiettivo è quello di evitare che le auto si muovano a vuoto alla ricerca affannosa di un parcheggio e che siano quindi indirizzate laddove i posti auto sono disponibili. Un sistema di meccanizzazione sul territorio che consenta di informare in tempo reale sulla disponibilità di parcheggi attraverso cartellonistica elettronica e app sullo smartphone”.
Un sistema di tariffazione diverso a seconda della zona del territorio: più alto nelle aree nevralgiche e ridotte all’esterno. Parcheggio gratuito e destinato, nelle zone più critiche, ai soli residenti.

“Non sono previsti variazioni alla tariffazione attuale”, precisa l’assessore Andrea Guzzi… “Tutto questo, prosegue il consigliere di Finale Ambiente, senza creare nuove aree ma solo razionalizzando l’esistente, investendo sulla meccanizzazione e spingendo gli utenti ad utilizzare il park che più si adatta alle loro esigenze. Una particolare attenzione verrà data ai residenti che non dovranno più vivere l’estate come un incubo tutte le volte che sono “costretti” ad utilizzare l’automobile”.

Lettera aperta al Sig. Sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli e all’Assessore alla Viabilità Andrea Guzzi, al Comandante della Polizia Urbana Eugenio Minuto 

Il sindaco Ugo Frascherelli

Egregi Signori,
Finale ligure, diventata da diversi anni la capitale del turismo sportivo sia terrestre sia marino, e centro ricco di storia che parte dall’epoca preistorica, ha assunto, nel presente, la vocazione di centro pilota della Riviera delle Palme. Centro che come tale ha visto aumentare in modo esponenziale l’arrivo di turisti da tutta Italia e dall’Estero ai quali deve garantire una adeguata sistemazione ricettiva.

Alberghi, pensioni, campeggi, zimmer, ristoranti, trattorie, bettole, ect.. non mancano, ma quello che manca sono i posti auto. Non tutte le attività sono dotate di “stalli” per i propri clienti, vedi le attività ubicate nei centri storici o poste a cavallo di pendii e collinette. Ma, oltre ai turisti, ci sono i Residenti ed i proprietari delle seconde case che abitano in edifici dove non sempre sono presenti delle autorimesse, e se ce ne sono, sono in numero esiguo. Il parcheggio per loro è la strada ed anche questa non sempre può supportare questo servizio.

Ma per fare funzionale al meglio tutte le attività di ogni ordine e grado, sono presenti in esse degli addetti, definiti lavoratori, che non sempre provengono dal medesimo nucleo urbano; molti infatti arrivano dai Comuni limitrofi, ed anche a loro devono essere garantiti degli stalli sia che il mezzo per raggiungere il posto di lavoro sia un due o quattro ruote. Lei Assessore Guzzi asserisce: Parcheggio gratuito e destinato, nelle zone più critiche, ai soli residenti, ma i lavoratori esterni, quelli che sostanzialmente danno “lustro” all’attività non possono essere vilipesi al punto da far pagare loro una tariffa per poter lavorare.

Gli spazi blu nel Comune di Finale erano 330, nel 2016 sono saliti a 994. I parcheggi sono quindi aumentati, di fatto triplicati, si è ampliato il periodo a pagamento, ma Finale Ambiente versa al Comune di Finale sempre la stessa cifra; da ciò si ipotizza che tale aumento è stato istituito per “far cassa”; nulla da eccepire, ma non può pretendere di “aver la botte piena e la moglie ubriaca”. Lei, prosegue ancora “senza creare nuove aree ma solo razionalizzando l’esistente, investendo sulla
meccanizzazione e spingendo gli utenti ad utilizzare il park che più si adatta alle loro esigenze”, dovrebbe censire anche gli “stalli” gratuiti ovvero quelli delle strisce bianche e garantire, attraverso un costante monitoraggio, che questi non diventino “FISSI” per tutto il tempo dell’alta stagione.

Molti residenti e turisti mordi e fuggi, visto che gli stalli nei pressi della loro abitazione sono diventati blu, si accollano volentieri qualche chilometro in più, vedi ad esempio da via Brunenghi a retro fortezza Castelvetro, per posteggiare il loro “catorcio” e ritirarlo, con noncuranza a stagione conclusa, “fregandosene altamente” che tale stallo, sotto sotto, è più utile a coloro che lavorano per la comunità a supporto delle attività turistiche e commerciali.

Ed è pertanto che si suggerisce all’Amministrazione, attualmente in carica, di creare nuovi parcheggi del tipo illustrato in fotografia. (Alesben B.)

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi