Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga capitale dell’arte, cultura e intrattenimento ma che disastro il decoro urbano. Viaggio tra aiuole abbandonate in centro città

Una buona notizia. “Albenga al primo posto in termini di gradimento nella classifica provinciale delle località costiere”. Ma una pessima e perdurante ‘cartolina’ per zero decoro anche in centro città, come documenta il ‘viaggio di trucioli’. Prima tappa: Piazza della stazione ferroviaria e Viale Italia. Aiuole in stato di degrado ed abbandono. E non da oggi, da tempo. Accade nella piana agricola che produce ed esporta milioni di vasi di fiori.

Giovanni Pollio assessore

Chi è l’assessore competente?  Giovanni Pollio con deleghe all’Ambiente e al Verde pubblico. E perchè non si legge  nulla a proposito di ‘pungolo’ pro decoro urbano della stessa minoranza consiliare ? Perchè prevale, evidentemente, disinteresse,  noncuranza, nonostante siamo all’abc di cosa dovrebbe offrire una località, piccola o grande che sia. Turistica o meno. E non siamo neppure nella lontana periferia. Una città antica che ha meritato e merita volumi che titolano “tra le più belle d’Italia‘ e che riscopre anche con la fotografia “i segni di una storia millenaria che affonda le sue radici nella preistoria e nei monumenti romani e medevali”.  

COMUNICATO STAMPA. Albenga crescono anche gli introiti della tassa di soggiorno. 155mila euro che saranno investiti in turismo come concordato con il CLT.

Albenga continua a crescere sia in termini di presenze (491.586 persone, ben il 11,85% in più rispetto all’anno 2021) che in termini di “sentiment” (parametro che misura il livello di soddisfazione percepita espressa dagli utenti attraverso i contenuti online) dei turisti attestandosi al primo posto nella classifica provinciale delle località costiere. Questo quello che si evince attraverso i dati raccolti ed elaborati dall’Osservatorio Regionale per il Turismo e dal report del dott. Joseph Ejarque di “Ligurian Riviera” e, confermati indirettamente anche dall’aumento delle entrate della tassa di soggiorno.

Afferma il vicesindaco Alberto Passino: “L’introito della tassa di soggiorno relativa all’anno 2022 è stato di 155mila euro. Siamo molto felici di questo dato che evidenzia un aumento di turisti che hanno scelto Albenga quale meta delle loro Vacanze. Ma, soprattutto, siamo orgogliosi di esserci attestati quali primo comune costiero in provincia di Savona in termini di gradimento da parte dei visitatori. Se questo è stato possibile è anche grazie alla collaborazione con il CLT (Comitato Locale Turismo) con il quale concordiamo tutte le scelte in termini di investimenti da portare avanti attraverso la tassa di soggiorno. Dall’ultima riunione con i rappresentanti del Comitato (Alessandro Ancona per la UPA-SV, Mario Saccone per l’Associazione Parchi per Vacanze Liguri, Mauro Calvi per FAITA e Paola Calleri per la CIA) abbiamo deciso di continuare a investire in alcuni importanti eventi che, nel corso degli anni hanno caratterizzato la nostra città e di portare avanti servizi indispensabili per il settore turistico”.

Afferma l’assessore agli eventi Marta Gaia: “Quest’anno abbiamo realizzato eventi che hanno visto una grande partecipazione di pubblico ed attirato turisti e visitatori sia dall’Italia che dall’estero. Questo, la collaborazione con le diverse realtà locali e l’intrinseca bellezza della nostra città contribuiscono a far crescere Albenga che, negli ultimi anni, si è attestata capitale di arte, cultura ed anche intrattenimento. Abbiamo già molte idee per il 2023. Abbiamo predisposto un calendario di eventi ricchissimo (che sarà disponibile e continuamente aggiornato sul sito Scopri Albenga) che vedrà la riconferma di tutte le manifestazioni storiche della nostra città come, ad esempio, Dritti all’isola, Fior d’Albenga, Palio, Emys Award, Albenga Dreams e di quelle introdotte dalla nostra Amministrazione come XCO Cross Country Campochiesa, Albenga Racconta, La musica che gira in centro, Rally storico dei Monti Savonesi, Fiera di San Martino e Albenga s’illumina d’immenso e, ovviamente molte altre iniziative tutte da scoprire”.

Chiude il sindaco Riccardo Tomatis: “Credo che i dati parlino chiaro. Albenga ha molte potenzialità che in questi anni abbiamo sempre cercato di valorizzare. Albenga è arte, cultura, è anche mare ed entroterra da vivere, grazie all’ottimo clima che ci caratterizza, nelle attività outdoor 365 giorni l’anno. Abbiamo la fortuna di vivere in un territorio ricchissimo anche dal punto di vista dell’enogastronomia e delle attività legate allo sport e al divertimento. Come Amministrazione abbiamo sempre puntato su questi aspetti creando una sinergia pubblico/privato che ci ha permesso di ottenere i grandissimi risultati emersi attraverso l’analisi dei dati del turismo. È nostra intenzione continuare a lavorare in questa direzione e per questo ringrazio il vicesindaco e assessore al turismo Passino e l’assessore agli eventi Gaia”.

VIAGGIO DI TRUCIOLI.IT: A.A.A. DECORO CERCASI… QUANTO  CE N’E’ BISOGNO !

Era il 6 dicembre 2011- I media locali riportavano: “Una lapide  in memoria  dei 16 deportati albenganesi morti nei lager è svolta oggi presso la Stazione Ferroviaria di Albenga, la cerimonia di commemorazione  promossa dal Dopo Lavoro Ferroviario di Albenga, con il patrocinio del Comune di Albenga. Erano presenti Sua Eccellenza il Prefetto di Savona Claudio Sammartino, il Questore di Savona Vittorio Grillo, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Giovanni Garau, il Vicario Generale della Diocesi di Albenga-Imperia Mons. Giorgio Brancaleoni, il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri e numerose altre autorità civili e militari. Il Prefetto di Savona Claudio Sammartino ha scoperto una lapide in ricordo del 150° anniversario dell’Unità Nazionale e dei ferrovieri albenganesi caduti in tutte le guerre, dal Risorgimento alla Resistenza. Alla cerimonia, organizzata dal Presidente del Dopolavoro Ferroviario di Albenga Maria Vittoria Barroero e coordinata dal Prof. Gianni Ballabio, Consigliere di Palazzo Oddo, sono intervenuti lo storico Pier Franco Quaglieni, il quale illustrerà l’evento, e il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri”.

COME SI PRESENTA OGGI LA LAPIDE

La lapide in memoria  dei 16 deportati albenganesi morti nei lager sorretta da ‘armatura’  in tavole di legno e in un’aiuola disadorna ricoperta di foglie secche

 

Un’aiuola attigua all’ingresso principale della stazione ferroviaria

LE 58 AIUOLE CHE COSTEGGIANO IL VIALE ITALIA (ALBERATO)

UNO DEI ‘SALOTTI’ IN CENTRO CITTA’. 

IN UN SOLO CASO SI TROVA UN’AIUOLA CURATA E BEN TENUTA. PRESUMIBILMENTE AD OPERA DI QUALCHE PRIVATO CON ATTIVITA’ COMMERCIALE ATTIGUA. MENTRE E’ SEMPRE IN ATTESA LA RISTRUTTURAZIONE DELL’EX CINEMA ASTOR.

Nel corso degli anni si sono ripetuti gli annunci di imminenti interventi. Il 24 aprile 2015 La Stampa titolava: L’ex cinema Astor di Albenga sede del Museo storico della Resistenza. Firmata in Comune alla presenza del sindaco Cangiano la convenzione con le associazioni partigiane, Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Imperia per la realizzazione del Museo della Resistenza che aprirà nell’ex cinema Astor. Un progetto che è stato portato avanti dal presidente dell’Istituto storico Giovanni Rainisio e dalle sezioni Anpi del comprensorio della prima zona Liguria con il sostegno anche del presidente della Fivl provinciale di Imperia Giovanni De Moro. Il 25 aprile, giorno della Liberazione, ad Albenga non sarà una giornata qualsiasi, ma un evento storico: dopo la messa, l’alzabandiera, la deposizione di corone e corteo, alle 10 si terrà la consegna ufficiale delle chiavi dell’ex cinema Astor al responsabile designato Giuliano Arnaldi per l’allestimento del Museo della Resistenza. Un’occasione importante che prevede anche l’orazione ufficiale del giornalista e scrittore Daniele La Corte. Vale la pena ricordare che, per il riconoscimento di Medaglia d’oro, Albenga attende la decisione di Mattarella visto che è in corso un lungo iter. Ma già è pronta ad aprire il Museo della Resistenza con reperti e documenti originali, fotografie ed una parte multimediale. Il museo diventerà un punto di riferimento a livello nazionale e luogo di visita anche dalle scolaresche di tutta Italia.

IL 5 OTTOBRE OTTOBRE 2018 IL PRIMO ANNUNCIO- Albenga, nell’ex Cinema Astor verrà realizzato il “Museo della Resistenza”. Cangiano: “Lo dobbiamo ai tanti che hanno dato la vita e hanno fatto enormi sacrifici per liberare l’Italia”. La giunta comunale di Albenga ha approvato la delibera relativa alla realizzazione del centro di documentazione ed informazione sulle attività resistenziali della “Prima Zona Liguria”, un “Museo della Resistenza” quale progetto sociale e storico-culturale per la promulgazione della conoscenza della storia e dei valori della Resistenza.

La domanda è stata presentata all’amministrazione Cangiano dalla neo costituita associazione “Amici del Museo della Resistenza” formata da istituti e associazioni del comprensorio e della provincia di Imperia che fanno riferimento alla Resistenza. La delibera verrà pubblicata ed affissa per venti giorni per consentire la presentazione di eventuali domande comparative.

La proposta è quella di restaurare a proprie spese ed in modo completo i locali sottostanti l’ex Cinema Astor realizzando un centro dove verranno esposti reperti e documenti originali, fotografie ed una parte multimediale. Il Museo, che verrà tenuto aperto dall’associazione, diverrà un punto di riferimento a livello nazionale e luogo di visita anche dalle scolaresche di tutta Italia. Afferma il sindaco di Albenga Giorgio Cangiano: “Nell’ex Cinema Astor è già attivo il centro giovani, che abbiamo inaugurato alcuni anni fa, mentre nella parte sovrastante verrà realizzato un teatro. Il completamento nel piano sottostante con questo centro è sicuramente motivo di orgoglio per la nostra città. Lo dobbiamo ai tanti che hanno dato la vita e comunque hanno fatto enormi sacrifici per liberare l’Italia e vogliamo realizzarlo perché solo ritrovando i valori della resistenza si può capire che non è sufficiente lamentarsi ed aspettare che altri risolvano i problemi, ma è necessario impegnarsi direttamente fornendo il proprio contributo”.

Aggiunge l’assessore Mariangelo Vio, che è anche presidente del Comitato Unitario Antifascista: “Un riconoscimento doveroso alla storia moderna di Albenga al sacrificio di vite di partigiani e civili caduti per difendere gli ideali della libertà e della democrazia. Un luogo dove riflettere sul loro insegnamento e trasmetterlo alle future generazioni”. Conclude Giuliano Arnaldi, presidente dell’associazione Amici del Museo della Resistenza di Albenga “Ringraziamo l’amministrazione comunale e particolarmente il sindaco Cangiano, che ha creduto in questo progetto sin dall’inizio. L’associazione che presiedo, composta da tutti gli Istituti e le associazioni che fanno riferimento alla Resistenza, è lieta che questa vicenda sia stata occasione di unità dell’intero consiglio comunale. I valori costituzionali non sono di una parte, ma patrimonio collettivo di ogni italiano” .

L’ex cinema Astor di Viale Italia  in attesa di diventare  Museo della Resistenza.

Lo stato in cui si trova la facciata dell’edificio ex Astor

AIUOLE DI VIALE ITALIA….OGNI COMMENTO E’ SUPERFLUO

L’UNICA AIUOLA CURATA E FIORITA DI VIALE ITALIA

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto