Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Pornassio: nelle frazioni si autotassano per l’energia elettrica in chiesa. 2/Valle Arroscia resta senza guardia medica

Trucioli.it ha ricevuto questa e-mail: “Il prevosto di Pornassio ha comunicato, durante la Santa Messa, che la parrocchia è ‘al verde’, quindi nelle chiese delle frazioni sarà staccata la corrente elettrica, con conseguente non funzionamento dell’orologio sul Campanile”. Il parroco, interpellato, chiarisce le difficoltà contingenti e la soluzione. I fedeli si autotassano.

“Utile informare  la popolazione che dovrebbe autotassarsi per scongiurare lo stacco, dunque occorre provvedere in tempo trovando soluzioni e alternative idonee.”

Accade a cavallo del vecchio e nuovo anno. Accade mentre le cronache quotidiane diffondono notizie sull’opulenta Riviera festaiola; informano di manifestazioni ed attrazioni musicali in piazza e sulle strade, fuochi d’artificio, brindisi, ‘grandi feste’ popolari, pare ovvio grazie ai ricchi bilanci comunali. Un divario tra comuni costieri e quelli montani, si potrebbe aggiungere, che non riguarda solo i bilanci pubblici. Anche le parrocchie di cui non si parla quasi mai ‘soffrono’; sono in difficoltà per l’assottigliarsi delle elemosine e non già per spese superflue. E non è neppure dovuto al puntiglio di questo o quel parroco se alla fin fine bisogna prendere decisioni a malincuore e ‘dolorose’, come nel caso di Pornassio dove si è mossa in extremis la generosità dei fedeli.

Si pensi pure ai costi di riscaldamento di una chiesa di montagna rispetto ad una della fascia costiera. Si pensi allo spopolamento, alla popolazione sempre più anziana; si pensi che nella lunga stagione invernale non si può contare neppure nelle elemosine dei foresti, rispetto alle chiese, spesso affollate anche di turisti, delle città o di località caratterizzate da seconde case. Un divario che non si arresta e che non può essere solo affidato a qualche benefattore. Pornassio insomma pare sia solo uno dei tanti campanelli di allarme sullo stato delle entrate ed uscite di parrocchie spesso alle prese con bilanci in rosso. Dando per scontato l’impegno e lo scrupolo amministrativo dei parroci e dei collaboratori.

IL PARROCO DI PORNASSIO: Volentieri rispondo a Trucioli.it. Non è esatto dire che siamo al verde, abbiamo una disponibilità economica sufficiente a garantire un regolare svolgimento delle attività pastorali. Purtroppo però l’aumento delle bollette dell’energia elettrica rischia di crearci qualche difficoltà, visto che la nostra parrocchia ha numerose chiese sparse per l’alta Valle Arroscia. Per questo motivo stavamo valutando l’ipotesi di sospendere temporaneamente la fornitura di corrente elettrica dalle chiese delle frazioni. Ad oggi tale problema però non sussiste più, in quanto gli abitanti delle varie frazioni, conosciuta la difficoltà, hanno deciso di autotassarsi e di contribuire al pagamento della fornitura elettrica. Pertanto nessuna delle chiese attualmente officiate resterà priva di energia elettrica. Ringrazio per l’attenzione che ci riserva e saluto cordialmente. Don Ruggero Gorletti

LA VALLE ARROSCIA SENZA GUARDIA MEDICA

MA LA REGIONE HA PROMESSO LA ‘CASA DELLA COMUNITA’

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto