Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio, bilancio comunale da faville. La generosa borsa della spesa. Oltre 20 milioni di opere pubbliche e tanto altro

Marco Melgrati confida via Facebook: “….è difficile fare il sindaco di una città come Alassio, dove impera il mugugno e perché no l’invidia…”. Eppure deve ammettere che Alassio è una città ricca, molto ricca, che può permettersi una ‘borsa della spesa’ quanto mai generosa, in tutti i sensi. E il denaro pubblico va sempre speso con la parsimonia del buon padre di famiglia. Vedi anche solenne cerimonia consegna Alassino d’Oro.  Vedi inoltre: premiati i vincitori del concorso Dico no alla violenza sulle donne.

Ancora Melgrati: “Voglio ricordare che sotto il mandato dei sindaci Avogadro e Canepa non è stata fatta nemmeno 1 e dico 1 opera pubblica, se non si voglia ricordare aiuole e marciapiedi, peraltro l’ultimo anno di mandato…“.

RIFLESSIONI DI MELGRATI SINDACO DALLA SUA PAGINA FACEBOOK – Rispondo ad un post di Lorenzo Arena sulla mia possibile candidatura alle prossime elezioni Amministrative di Alassio: tranquillo io ci sarò… bisogna poi vedere se i cittadini mi voteranno ancora per la quarta volta. Tu per primo che l’altra volta non mi avevi votato (c’era tua moglie in un’altra lista e lo capisco)…devo dire che quasi tutto, almeno il 90% di quello che era previsto come progetti è stato realizzato… abbiamo speso più di 10 milioni di euro per mettere in sicurezza tutte le scuole di Alassio, oltre a realizzare, entro marzo, la nuova scuola media di Via Gastaldi con materiali a impatto ambientale zero, antisismica, a emissioni zero e all’avanguardia per gli spazi interni…stiamo appaltando l’asilo di Villa Fiske e l’asilo primavera di via Pera, che permetterà di azzerare le liste di attesa del nido per facilitare le mamme lavoratrici. Stiamo realizzando il parcheggio pluripiano di via Pera per 200 posti auto interamente gratuiti; abbiamo comprato dalle ferrovie il parcheggio della stazione (la piccola) e il magazzino bagagli, che diventerà la nuova sede della protezione Civile… di questo abbiamo affidato il progetto che una volta approvato consentirà di avere altri due piani sopraelevati di parcheggio per 200 posti auto in centro ad Alassio, contro i 70 attuali; abbiamo rifatto passeggiata Baracca con la piazzetta sul mare dei Frati Cappuccini, passeggiata Graf, 2 tratti di passeggiata Ciccione e stiamo lavorando per altri due tratti per un importo di euro 2 milioni; abbiamo pavimentato i vicoli mancanti di borgo Coscia, via Gramsci rendendone una parte pedonale, operazione che ha sicuramente riqualificato la zona, e tutti i vicoli che accedono a passeggiata Baracca, un tempo asfaltati. Abbiamo appena terminato la pulizia dei rii in attesa delle grandi piogge. Abbiamo cambiato il tubo dell’acquedotto per 500 metri rifacendo i marciapiedi fino all’intersezione di via Roma, eliminando le barriere architettoniche, e tanti altri marciapiedi per centinaia e centinaia di metri in tutta la città sempre con l’intento di eliminare le barriere architettoniche, e altri interventi sui marciapiedi inizieranno a gennaio.

A gennaio partiranno anche i lavori per pavimentare gli ultimi vicoli in asfalto del centro città e il primo lotto della pavimentazione di passeggiata Cadorna, da Piazza Andrea Doria fino a prima della stella Marina, Passeggiata Cadorna che sarà completata il prossimo anno fino alla discesa del porto con altri due lotti funzionali. Abbiamo rifatto la pavimentazione del Borgo di Madonna delle Grazie e della piazzetta, rendendolo uno dei borghi più belli della Liguria; abbiampo pavimentato piazza Merlini a Moglio, rifatto la piazza del parcheggio sempre a Moglio vicino alla chiesa, che era diventata uno schifo per le radici dei pini; a gennaio partirà il primo lotto dell’allargamento della strada di Solva; abbiamo messo mano alla ristrutturazione del Mattatoio, che è un progetto da terminare finanziato nei prossimi anni, per dare al quartiere più sale multimediali-multifunzioni a servizio del quartiere e non solo e un giardino esterno usufruibile dagli abitanto di via Neghelli e delle vie soprastanti della Fenarina; abbiamo cominciato la realizzazione di n.8 alloggi di Edilizia sociale per le famiglie più bisognose, che spero sarà terminato entro il 2013 e altri 8 se ne aggiungeranno a cura di chi fa la ristrutturazione dell’ospedale Valdolivo, a totale costo dell’impresa ma di proprietà del Comune… e tanti altri lavori ancora…

Ho sempre pensato che una amministrazione si deve giudicare dalle opere pubbliche di riqualificazione della città, e noi ne abbiamo fatte per più di 20 milioni di euro, per non parlare del ripascimento dell’anno scorso e di quello di quest’anno per 280.000 metri cubi di sabbia autoctona, prelevata con la nave Gino Cucco dalle cave sommerse dove le correnti avevano trascinato la sabbia erosa di Alassio, che hanno restituito ad Alassio una spiaggia profonda e alta in spessore, per non parlare della sabbia immersa che contribuisce a far frangere prima l’onda. Tutto questo siamo riusciti a farlo nonostante le due mareggiate epocali (per la prima abbiamo speso 1 milione e mezzo di euro di fondi di bilancio) riuscendo a ripristinare le passeggiate danneggiate prima di Natale in meno di tre mesi.

Sta partendo il cantiere dove, per la realizzazione di un supermercato al posto del Cinema Colombo, abbiamo imposto di cedere al Comune a costo 0 a parziale scomputo degli oneri di urbanizzazione una sala cinema-teatro-sala congressi per 240 posti, che presumibilmente dovrebbe essere pronta fra due anni, per la quale il Comune dovrà provvedere agli impianti elettrici e all’arredamento della sala… Per tutto questo ringrazio una fantastica squadra, composta sia dagli assessori che dai consiglieri delegati, anche chi per motivi personali ha dovuto abbandonare. Il tutto nonostante due mareggiate, la pandemia, la mia ingiusta sospensione di un anno e mezzo da Sindaco, degnamente sostituito dal vice sindaco Angelo Galtieri, a causa di una legge che ritengo incostituzionale, perchè un cittadino è innocente fino al terzo grado di giudizio secondo la costituzione e il Codice Penale… Sospensione che ha visto un processo assolvermi in Corte d’Appello in secondo grado e in Cassazione…. io non ho mai approfittato della mia posizione e cerco, nel possibile, di aiutare tutti, amici, conoscenti e anche oppositori dichiarati, anche personalmente perché ritengo di essere e sono il Sindaco di Tutti. Senza dimenticare la guerra contro l’Ucraina che ha fatto lievitare le materie prime… poi posso essere amato o invidiato od addirittura odiato, ma chi mi conosce personalmente sa che sono una persona per niente arrogante e disponibile ad un dialogo con tutti, per cercare di risolvere i Loro problemi, ovviante quando questo non sia impossibile. Ma saranno i cittadini a dare il giudizio finale… Io ci sono!!!!

QUALCHE COMMENTO – Lorenzo Arena- E stavolta lo votiamo, sia chiaro!  Marinella Carenzo- Ti sei mica dimenticato la piazza delle Poste che è indegna!  Edi Perino Bagni EdiMarco tu non sei un sindaco, sei uno tsunami! Eraldo Ciangherotti- Se il sindaco di Albenga dovesse fare elenco opere… si fermerebbe alla prima riga.

Alassio che può vantare  l’incasso di una Tassa di Soggiorno per 495 mila euro dal primo aprile al 30 settembre.

Alassio che nelle cifre del bilancio può vantare oltre un milione e mezzo di euro provento di oneri di concessioni edilizie.

Alassio che spende 362 mila euro per la messa in sicurezza e consolidamento della strada in località Loreto.

Alassio che fa gli scongiuri alla crisi di tante famiglie meno abbienti ed aziende commerciali in difficoltà con spettacolo pirotecnico di Capodanno per 15 mila euro.

Che spende mille euro per cartelline pratiche edilizie, 200 euro per pratiche  commissione del Paesaggio e 200 per pratiche di agibilità.

Che restituisce un contributo di costruzione per 5.700 euro versato nel 2004.

Che stanzia 171 mila euro per la transazione sulla vertenza del salario accessorio.

Che versa 3 mila euro di gettoni per le sedute 2022 ai membri della Commissione per il paesaggio.

Che spende 33.317 euro per le iniziative di Alassio Christmas Town a due società imperiesi.

Che versa 23.883 euro all’Istituto Maria Ausiliatrice  per la scuola paritaria di cui 3883 della regione  e 20 mila del Comune.

Che investe 11 mila euro in libri di testo della scuola primaria di studenti residenti.

Che paga 3.360 euro per l’acquisto di due proiettori per la Cappelletta ed il noleggio delle proiezioni natalizie sulle chiese e palazzo civico.

Che devolve 2 mila euro per la convenzione annuale  con l’Associazione carabinieri come sussidio di volontari alla vigilanza di eventi civili, religiosi e ludico sportivi.

Che impegna 5.700  euro per il libro per il 140° anniversario dell’istituzione  della English Libray in Alassio.

Che devolve 5 mila euro di contributo per il libro del centenario dell’Hambury Tennis Club.

Che versa 43.660 euro alla Gesco per i servizi  di ‘accoglienza turistica’ periodo dicembre 2022-maggio 2023.  di cui 30 m ila alla Coop Arcadia di Albenga per lo sportello Iat. Altri 10 mila euro alla stessa Coop  per ‘manovalanza’ in occasione di eventi turistici.

Che impegna 20 mila euro per lavori vari di manutenzione su immobili comunali, biblioteca e plessi scolastici.

Che ha pagato 25.620 euro per noleggio installazione  e smontaggio n.7 addobbi natalizia 3d alla ditta  ‘All in 1 srls‘ di Cherasco (Cuneo).

Che eroga 31 mila euro per sistemazione  alloggio dei comandante la caserma dei carabinieri e impianto di videosorveglianza.

Che sborsa 10 mila euro per manutenzione arredi urbani: panchine, posacenere.

ALASSIO: A  Giovanni Raimondo l’Alassino d’Oro. All’avv. chef Silvio Viglietti alla Memoria

Comunicato stampa – Massino Viglietti ritira l’Alassino d’Oro alla Memoria del padre Silvio, pioniere della ristorazione, recentemente scomparso. Si conclude con la cerimonia del Salone Parrocchiale il programma della Festa Patronale. Fino a sabato Fiera Deco Street Food in Piazza Matteotti.

Dopo la solenne Santa Messa Pontificale presieduta da S.E.R.ma Mons. Guglielmo Borghetti, dopo la processione per le vie della città con la statua del Santo Patrono recentemente restaurata, la lunga giornata della Festa Patronale di Sant’Ambrogio si è conclusa presso il Salone della Parrocchiale di Sant’Ambrogio dove, dopo due anni di pandemia, è tornata la cerimonia di consegna degli Alassini d’Oro, la più alta onorificenza che il Comune di Alassio riconosce ai suoi cittadini più illustri.

Quest’anno l’Alassino d’oro 2022 è stato consegnato a Giovanni Raimondo, ex dirigente del colosso dolciario Ferrero ​che, con la sua brillante carriera internazionale non fu mai dimentico della sua Alassio di cui ha sempre materialmente supportato iniziative istituzionali meritando alta stima e profonda riconoscenza. La sua sensibilità è stata tale anche da coinvolgere giovani talenti locali nella grande famiglia “Ferrero” permettendo loro di distinguersi professionalmente.

La Commissione ha altresì deliberato che l’Alassino d’Oro alla Memoria 2022  venisse assegnato in ricordo dell’Avv. Silvio Viglietti che, dopo aver archiviato la laurea in giurisprudenza per seguire la sua passione più grande, divenne il titolare del ristorante Palma, per lungo tempo l’unica stella Michelin del ponente savonese, e l’unica doppia stella Michelin di tutta la Liguria, contribuendo a far conoscere la nostra città ad italiani e stranieri con i prodotti tipici della nostra terra, pioniere del turismo enogastronomico, primo a trasformare l’offerta della semplice cucina tradizionale in identità di territorio, portandola a livelli prestigiosi .

“Una cerimonia semplice, ma ogni anno densa di grande emozione – il commento del Sindaco di Alassio Marco Melgrati che, insieme a tutta l’Amministrazione, ha presenziato all’evento – quella di chi si vede riconoscere il proprio percorso professionale e umano, ma anche per chi vi assiste, perché ha modo di ritrovare l’amore per la propria città. Giovanni Raimondo è una persona a me molto cara, di classe con mio padre grande amico della mia famiglia. Un piacere potergli conferire questa onorificenza”. A ritirare l’Alassino d’Oro alla memoria, il figlio dell’avv. Viglietti, Massimo, giunto appositamente da Roma e visibilmente emozionato.

“L’Avv. Silvio Viglietti – ha aggiunto Melgrati – è stato un altro grande amico della mia famiglia. Con il figlio Massimo eravamo a scuola assieme, oggi è per me una grande emozione poter dare questo riconoscimento ad un uomo che ha fatto così tanto per la nostra città: insieme alla moglie hanno davvero cambiato il mondo della cucina tradizionale. Bello avere qui Massimo, anche lui Stella Michelin, anche lui innovatore, anche lui un grande amico di Alassio”.

ALASSIO – Premiati i vincitori del concorso ‘Dico no alla violenza sulle donne’
COMUNICATO STAMPA- nell’Aula Consigliare del Comune di Alassio l’Assessore alle Politiche Sociali, Franca Giannotta, l’Assessore alle Pari Opportunità Patrizia Mordente e la Consigliera incaricata alle Pari Opportunità Cinzia Salerno hanno consegnato i riconoscimenti agli studenti e alle insegnanti.
Il 10 novembre scorso presso l’Auditorium dell’Istituto Salesiano di Alassio, la dott.ssa Fiorenza Giorgi, Presidente vicario sezione penale del Tribunale di Savona, da sempre impegnata a combattere e ostacolare ogni tipo di violenza e a tutelare le donne e i minori vittime di reato, insieme al Dirigente del Commissariato di Alassio, dottor Andrea Frumento, e al Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Alassio, Cap. Alberto Nardone ha incontrato gli studenti delle scuole del Comprensorio alassino e dell’Istituto Salesiano nell’ambito delle iniziative coordinate dagli Assessorati alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità del Comune di Alassio, sul tema “Dico no alla violenza sulle donne”.
“L’incontro ha dato lo spunto per un concorso – spiegano Franca Giannotta e Patrizia Mordente, rispettivamente Assessori alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità – che si prefigge lo scopo di prevenire la violenza contro le donne, partendo dalla scuola, attraverso la sensibilizzazione di studenti e studentesse a respingere, contrastare e denunciare comportamenti di violenza sulle donne o qualsiasi forma di discriminazione di genere. La violenza sulle donne è un dramma che condiziona tutti gli aspetti della vita sociale e rappresenta una delle forme più evidenti di diseguaglianza. Proprio perché si tratta di un problema strutturale, è necessario che l’azione di prevenzione di questo fenomeno parta dalle scuole, dove i ragazzi e le ragazze possono apprendere valori quali il rispetto, l’etica e la legalità. All’interno di questo contesto è possibile educaresensibilizzare e informare su un tema così attuale e così importante che riguarda tutti, nessuno escluso”.
Per ciascuna classe partecipante saranno selezionati dall’istituto scolastico proponente tre elaborati. L’Istituzione scolastica la cui classe/studenti risulteranno primi classificati per ciascuna tipologia di scuola (per un totale di tre elaborati) riceverà per la partecipazione un attestato ed un premio economico pari a 250,00 euro da utilizzare da parte dei docenti per materiale scolastico.
A tutti gli elaborati premiati verrà data piena visibilità sul sito web del comune.
Per le classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Statale Ollandini sono stati premiati:
1° classificato Viola Gloria Riva della Classe 3° B; 2° classificato Nicolò Baldissera della Classe3° A, 3° classificato Matteo Buttaci della Classe 3°A.
Per le classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Salesiano Madonna degli Angeli sono stati premiati:
1° classificato Bernadette Livia Mattesich della Classe 3° B; 2° classificato Dalila Nivino della Classe3° A, 3° classificato Fedor Blino della Classe 3°A.
Per il biennio del Liceo Scientifico e di Scienze Umane dell’Istituto salesiano Madonna degli Angeli sono stati premiati:
1° classificato Clelia Arnaud della Classe 2°liceo; 2° classificato Elisa Remondino della Classe 2°liceo, 3° classificato Batrice Taramasco della Classe 2°liceo.
“Il ringraziamento doveroso – aggiungono Giannotta e Mordente – è al direttore didattico delle Ollandini, Sabina Poggio e alla coordinatrice dell’Istituto Salesiano, Erika Trinchero, per aver subito aderito all’iniziativa coinvolgendo i propri studenti e il corpo docenti”.​
LA PERSONALE DI PINA MORLINO ALLA GALLERIA ARTENDER DI ALASSIO

L’artista bordigotta Pina Morlino ha inaugurato giovedì 8 dicembre alle ore 18.00, con il patrocinio del Comune di Alassio, la mostra personale alla galleria Artender in Passeggiata Cadorna 53 ad Alassio. L’esposizione dal titolo “La grammatica della natura” è curata dalla critica d’arte Claudia Andreotta: le opere rimarranno in mostra fino all’8 gennaio, con apertura della galleria nei giorni venerdì, sabato e domenica dalle 15.00 alle 18.00.

Pina Morlino, nata a Gravina di Puglia, è stata per molti anni presidente dell’Accademia Balbo di Bordighera, dove si trasferisce in tenera età. E proprio la città rivierasca con la natura severa e lussureggiante che la circonda è all’origine delle tele e delle sculture di Pina Morlino: l’autoctono olivo e le esotiche palme, il mare e le colline sono tradotti attraverso un processo di astrazione che inizia spesso da una fotografia; il gesto controllato dell’artista dispone masse cromatiche formate da molteplici livelli sovrapposti,  eliminando ogni elemento accessorio fino a giungere all’essenzialità dei procedimenti vitali presenti nella linfa delle piante, nelle cortecce, nel suolo. Le rocce in particolare sono una presenza costante con stratificazioni cromatiche dal grigio all’ocra: colori che non casualmente riprendono calcari marnosi, arenarie e argilliti, il substrato roccioso più comune del Ponente ligure. Un altro richiamo a questa terra, una rielaborazione del “paesaggio”, genere tra i più rappresentati nella storia della pittura e che l’artista declina secondo un’ottica personale: il visitatore viene guidato a cogliere aspetti macroscopici e microscopici della natura in un percorso meditativo che trascorre dall’inquietudine al fascino.

Avatar

Trucioli

Torna in alto