Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano. Quando il candidato sindaco Pignocca disse: Non sono un burattino 2/E Piccinini (Pdl) dopo 20 anni si dimise 3/ L’olmo di Monte Carmelo

Sfogliare l’archivio a volte aiuta a riflettere. Il primo mandato di Luigi Pignocca che presentava la sua squadra all’insegna ‘Non sono un burattino’, mentre il sindaco uscente Angelo Vaccarezza ricordava  i suoi successi da sindaco. Pochi giorni prima Il Secolo XIX e la Stampa davano notizia delle dimissioni di Giacomo Piccinini ‘bocciato’ da Vaccarezza nella candidatura a primo cittadino. Lui che da 20 anni militava in FI-Pdl e era l’assessore storico.

Loano con il primato provinciale di quasi zero alternanza al governo della città. L’elettorato non ha mai tradito la destra al potere. Dagli anni ’60 agli anni ’80, se la Dc era saldamente il primo partito (esclusa l’elezione del sindaco Felice Elice), il Pci era staccato di poche centinaia di voti. Poi l’avvento di Cenere, Vaccarezza, Pignocca tutti saldamente a destra. E ora ancora più a destra ora con la Lega di Salvini e Luca Lettieri e si è convertito al Carroccio anche Remo Zaccaria, già candidato sindaco. Manca solo Fratelli d’Italia, a Palazzo Doria, ma è questione di tempo, anche a Loano alle recenti politiche è stato il primo partito.

Non c’è spazio per l’alternanza. Invano il ‘centrista’ Piccinini ha tentato la ‘conquista’ all’insegna “Da un importante passato a un grande futuro per tutti“. Loano con una sinistra sempre più debole, pure divisa, simpatizzanti disorientati, sezione ai mini termini e senza una sede. Loano con figli e nipoti di ‘storici’ socialisti (Osvaldo Pignocca e Pierluigi Pesce) che hanno sposato la destra. Che dire, non sono soli. Psi e Psdi erano saldamente il terzo partito con i sindaci Dc: Rembado, Guzzetti e Garassini. E’ rimasto un solo iscritto allo storico partito di Nenni e Pertini e che non ha tradito la coerenza socialista loanese. Loano dove si è pure dissipata la stagione del ‘grillismo’ che ebbe l’apice alle penultime politiche, peraltro senza rappresentanti locali di un certo peso ed ascendente popolare. Loano che nel corso degli anni ha pure perso l’occasione di avere il suo primo sindaco rosa…. E vissero da ricchi felici e contenti….E con le storiche 14 processioni religiose. Come titolava a tutta pagina Il Secolo XIX con un inviato speciale.

IL CONSIGLIO COMUNALE, MAGGIORANZA E MINORANZA, NELLE ELEZIONI DEL 2011. OLTRE A PIGNOCCA ERA CANDIDATO SINDACO DINO SANDRE (CENTRO SINISTRA). I PIU’ VOTATI FURONO REMO ZACCARIA 506 VOTI, LORENZO GOTTI 441 E PIERLUIGI PESCE 357

27 MARZO 2011- BUFERA NEL PDL. GIACOMO PICCININI ESCLUSO DALLA CANDIDATURA A SINDACO

CONSIGLIERE DEL CENTRO DESTRA DA PIU’  DI 20 ANNI E ASSESSORE COMUNALE STORICO

LASCIAVA LA VITA POLITICO-AMMINISTRATIVA. VACCAREZZA HA PREFERITO PIGNOCCA

 

COME VOTAVA LOANO ALLE ELEZIONI POLITICHE ED EUROPEE.ANNI’79 E ’83

LA DC ERA IL PRIMO PARTITO, IL PCI IL SECONDO CON UN MARGINE DI POCHE CENTINAIA DI VOTI. DA QUALCHE ANNO LA SINISTRA LOANESE SI E’ DISINTEGRATA. HA PERSO CARISMA E SOPRATTUTTO ESPONENTI CHE SIANO ALL’ALTEZZA DI RACCOGLIERE CONSENSO POPOLARE NONOSTANTE TUTTI I LIMITI DEI PERSONAGGI CHE HANNO CONTRIBUITO ALLA VITTORIA, NON STOP, DELLA DESTRA. OGGI CON LA LEGA L’ASSE SI E’ SPOSTATO ANCORA PIU’ DESTRA E CON UNA CERTA FRATELLANZA MASSONICA. SONO SCOMPARSI SOCIALISTI, LIBERALI E REPUBBLICANI. IL ‘POPOLO DEMOCRISTIANO’ CHE ERA EMIGRATO IN FORZA ITALIA -PDL HA FINITO PER DISPERDERE I VOTI. IL PD HA RACCOLTO FINORA QUASI LE BRICIOLE. L’ATTUALE SEGRETERIA PURTROPPO NON SEMBRA NEPPURE IN GRADO DI ESSERE PRESENTE ALMENO CON COMUNICATI STAMPA SULLE PROBLEMATICHE PIU’ ATTUALI. VEDI SANITA’, CRISI ECONOMICA E TASSAZIONE COMUNALE, SOCIETA’ PARTECIPATE (DEPURATORE CONSORTILE). UN’AGONIA SENZA FINE. IN COMPENSO FRATELLI D’ITLIA SI è AFFERMATO PRIMO PARTITO ANCHE TRA GLI ELETTORI LOANESI A SCAPITO DELLA LEGA E DELLA LISTA TOTI.

Albero di Olmo che era stato tagliato sul piazzale di Monte Carmelo. Un lettore ci ha inviato la foto a documentare che non si trattava, a suo dire, di una pianta malata, oltre che centenaria e del diametro di un metro e 40 cm. Il taglio ha riguardato altri alberi presenti davanti alla chiesa e chiostro monumentale tra non poche polemiche e molte promesse.

Il Lions Club Loano Doria partecipa, nella mattinata di Sabato 26 Novembre 2022, alla “COLLETTA ALIMENTARE” –  giornata nazionale  – organizzata dal Banco Alimentare che da 26 anni si impegna per recuperare alimenti e distribuirli alle strutture caritative che offrono pasti e pacchi alimentari  alle persone in difficoltà, dedicandosi alla lotta contro la fame.

I volontari Soci del Lions Club saranno presenti all’interno del supermercato CRAI di Loano per raccogliere i vari generi alimentari assieme ai volontari del Banco.

POST DEL  SINDACO LETTIERI – Insieme  al capogruppo di minoranza Luana Isella sono stato eletto nel nuovo consiglio direttivo di ANCI Liguria. Le elezioni si sono tenute lo scorso 18 novembre.
Inoltre, il consigliere di maggioranza di Loano Matteo Pesce è stato eletto nel consiglio direttivo di Anci Giovane Liguria, la “sezione giovanile” dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani. 
A Luana e a Matteo auguro buon lavoro certo che il contributo del Comune di Loano sarà determinante nelle scelte e negli indirizzi che l’ANCI prenderà nei prossimi anni.

 

 

 

 

 

FOTO STORICA DI MONTE CARMELO: alberi

 

Loano Monte Carmelo visto da levante in una foto storica
Foto cartolina posta da GB Cepollina con l’albero secolare

E OGGI… IN ATTESA DELLA PIANTAGIONE PROMESSA DI NUOVI ALBERI E SISTEMAZIONE DECOROSA DEL PIAZZALE PER LA QUALE TRUCIOLI.IT AVEVA ANNUNCIATO UN FINANZIAMENTO DI 75 MILA EURO DA PARTE DEL COMUNE. L’AREA E’ DI PROPRIETA’ DEI FRATI CARMELITANI CHE A LORO VOLTA  SI ERANO IMPEGNATI A REALIZZARE I LAVORI ALL’INSEGNA DI UN RINNOVATO SPLENDORE DEI LUOGHI COME MERITANO PER LA GLORIOSA STORIA. UNO DEGLI ANGOLI PIU’ APPREZZATI DAI VISITATORI E DAI LOANESI.

Monte Carmelo citato anche in un libro (tradotto in italiano significa La storia di Lara, un bestseller mondiale. Due donne. Romanzo) edito alcuni anni or sono da una nota scrittrice tedesca (emigrata poi negli Stati Uniti e non più in vita) che nelle sue vacanze a Pietra Ligure  ha scoperto e decantato la bellezza unica della NOSTRA zona (Ranzi, Verezzi) e lo stupendo panorama sulla città che si può ammirare dal Monte Carmelo. “Lei Lara arrivata in cima a Monte Carmelo e adesso ha tutta Loano ai suoi piedi. Il panorama era di una sconvolgente rarità….”. Una promozione letteraria e non solo per la città di Loano.


mmmmmm

 

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto