Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il mare e la spiaggia di Alassio. ‘Storie vere’ del com.te GianCarlo Cerutti. Nel 2002 denunciava. La sporcizia delle acque. Una priorità e quale soluzione

E’ un vero peccato che il com.te GianCarlo Cerutti non abbia date alle stampe (un libro) ‘Storie vere di mare’. E’ stato presidente di ‘Marina di Alassio Spa’ e nutre un grande amore per la sua città. Nell’agosto 2002 sullo storico ‘Alassino’ scrisse un breve articolo sulla situazione del mare di Alassio. Pubblichiamo le prime puntate del fascicolo dedicato al mare e alla spiaggia.

Classe 1937, entrato nel corpo dei piloti del porto di Genova nel 1970 è andato in pensione nel 1997. Il comandante Cerutti, nasce nella città del Muretto, la passione per il mare arriva in modo naturale, la barca a vela e la pesca subacquea lo attraggono subito. Ma è stato soprattutto un grande comandante ed ora i “lupi di mare” lo ricordano per essere stato l’eroe della Haven che l’11 aprile del 1991 affondò al largo delle coste tra Arenzano e Varazze. Un dramma che si era consumato in 4 giorni quando morirono 5 dei 36 uomini dell’equipaggio, ma 18 furono salvati dal comandante Cerutti.

Il comandante, non ama il protagonismo, il palco, anche con la saggezza e l’esperienza della sua veneranda età,  ricordava le conseguenze che comporta una certa situazione nel ‘nostro golfo‘.  “Quello che non si può tacere  e che purtroppo è sotto gli occhi di tutti, è la sporcizia delle nostre acque.  Schiuma gialla e altro. E neppure la lieve brezza estiva è servita.  E’ accettabile che, per avere il mare pulito, si debba sperare solo in condizioni meteo di forte vento… Speravo  che a seguito del mio scritto di denuncia, almeno una delle tante Associazioni alassine promuovesse una tavola rotonda per parlare seriamente  e cercare di risolvere il problema che, secondo me, è di assoluta priorità per una località turistica  che vanta una certa fama  come la nostra Alassio. Niente di tutto questo.  Che dire poi del lavoro svolto in corrispondenza del molo Bestoso ! Era così difficile  insabbiare completamente le due condotte.  Era così difficile portare il terminale  delle due condotte 100-150 metri più al largo e non farle  terminare sotto la ‘T’ del molo ?

LA SPIAGGIA DI ALASSIO OTTOBRE 2021

Avatar

Trucioli

Torna in alto