Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Capo Noli, diciamoci la verità

Trucioli.it della settimana scorsa ha definitivamente chiarito, per chi la vuol recepire, la problematica sulla realizzazione del tunnel di Capo Noli.

di Carlo Gambetta

I due articoli del Secolo XIX, a firma Silvia Andreetto, che riguardano  l’approvazione da parte della VIA regionale (con prescrizioni) del progetto della pista ciclo-pedonale, assieme agli altri interventi, parlano chiaro. In particolare il secondo articolo intitolato “Noli, approvata la variante del Malpasso ma restano i dubbi. Preoccupano le prescrizioni e il destino della vecchia statale”.
Sintetizza la giornalista:” Prescrizioni che peraltro rispondono alle criticità rilevate più volte dal Comune di Noli.  Resta inoltre da risolvere il problema della messa in sicurezza e gestione del tratto di Aurelia in questione”. 

Ho percorso il tracciato di Capo Noli attualmente regolamentato da semaforo, ed ho constatato  che l’intervento consiste nel rifacimento strutturale del sedime stradale lato mare, intervento ormai necessario per la messa in sicurezza di quella parte di versante.
Già due anni fa abbiamo assistito ad un intervento con posa di massi per difendere dal basso il pericoloso baratro sempre più marcato che si stava producendo sotto il sedime stradale a causa dell’erosione prodotta dalle forti piogge.

A tal proposito su Trucioli.it scrivevo:”Capo Noli, non è l’erosione dal mare a mettere a rischio l’Aurelia ma la pioggia” (vedi…..) con un intervento del Sindaco Fossati.  La nota illustrava la criticità sotto il sedime stradale.
Dopo un primo intervento manutentivo dell’anno scorso da parte di ANAS, ecco ora in attuazione quello che dovrebbe essere risolutivo lungo tutto il percorso di un centinaio di metri soggetto a pericolo di collasso.  Penso che dopo oltre un secolo ci possa stare … cosa vogliamo pretendere… rispetto agli interventi con i rispettivi disagi su opere viarie di recente attuazione…(autostrade); vogliamo poi considerare positivamente la bassa percentuale di incidenti registrati da sempre sul suo percoso?

Certo che sarebbe auspicabile per Noli poter usufruire di un tracciato “panoramico”, ciclo pedonale, con limitazione di transito esclusivo per un traffico di solo interesse turistico/locale, con tutti i privilegi che ne deriverebbero (bus di linea compreso che viaggerebbe in orario).  Rarità come se ne vedono in giro per il mondo.

Tutto ciò detto, l’esperienza del passato che ha visto pietrisco (Capo Noli) o massi (Malpasso) sul tracciato viario, dovrebbe fare da linea guida per chi oggi vorrebbe  intervenire con un nuovo tunnel.

P.s. A mia memoria, l’unica vera tragedia è stato il deragliamento del treno passeggeri Genova- Albenga delle ore venti di una piovosa giornata d’inverno del 1949 all’uscita della galleria in territorio di Finale Ligure. Due macchinisti morti sul locomotore tipo 333 nella stretta cabina di comando orientata lato Finale; poche carrozze pressochè vuote con qualche ferito non grave.

E’ stata immediatamente costruita la galleria paramassi sul percorso ferroviario interessato dal fenomeno; in seguito, affiancata, ma solo per metà lunghezza, quella sul tracciato viario all’uscita del tunnel, con la relativa chiusura del percorso attorno al promontorio dismesso e interdetto.

Carlo Gambetta 

SI E’ LETTO SUI SOCIAL (104 news) L’11 NOVREMBRE 2022 – Poteva andare peggio all’automobilista che nella mattina di ieri si è visto piovere sul parabrezza una pietra caduta dalla parete rocciosa di Capo Noli. L’auto stava transitando quando una pietra di dimensioni non grosse è caduta danneggiando il parabrezza. Sul posto è intervenuta la Municipale, le verifiche sono state affidate ad ANAS che si occupa dei lavori che interessando il tratto di Aurelia. Fortunatamente non si sono registrate conseguenze per il conducente del mezzoVedi anche Savona News a firma di Mattia Pastorino….. 

Il treno deragliato all’uscita della galleria in territorio di Finale Ligure
1960- Malpasso la galleria paramassi
La fiancata sinistra della locomotiva FS 333: la cabina allora era solo da un lato
Avatar

C.Gambetta

Torna in alto