Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Fotonotizie/Alassio primo format in Italia di Metaverso. Andora parco Calisthenics. Bardineto mtb a ostacoli. Coop Liguria pro scuola. Federalberghi appello

Fotonotizie da Alassio, Andora, Bardineto. Da Coop Liguria. Da Federalberghi con altre sigle sindacali.

Gaming e Blockchain: al via Alassio GameChain City

il primo format democratico di Metaverso fisico urbano in Italia 

COMUNICATO STAMPA – Dal 7 al 9 ottobre il centro della città ligure diventerà un vero e proprio Metaverso fisico, un innovativo hub in cui aziende, startup ed esperti di Gaming, Esports, Blockchain ed NFT, attraverso simulazioni 3.0 e installazioni, faranno vivere a persone reali esperienze digitali interattive 3D e di realtà aumentata per far comprendere gli scenari futuri che ci attendono nel Metaverso.  n​Un evento che ribalta il concetto di virtuale e porta l’innovazione a diretto contatto con le persone. Dal 7 al 9 ottobre partirà la prima edizione di Alassio GameChain City, evento in cui Alassio si trasformerà in un vero e proprio metaverso urbano, un innovativo hub in cui aziende, startup ed esperti di Gaming, Esports, Blockchain ed NFT faranno vivere a persone reali esperienze digitali interattive e di realtà aumentata per far comprendere gli scenari futuri che ci attendono nel Metaverso.

L’evento, organizzato dalla digital company specializzata in sport marketing ed Esports Sport Digital House , dall’ Osservatorio Italiano Esports, e dal Comune di Alassio, trasformerà la città ligure in una location ibrida, un binomio perfetto tra fisico e virtuale, in cui alle aziende saranno concesse strade e quartieri per mostrare i propri prodotti, organizzare eventi, simulazioni e speech in ambito BlockChain, Gaming, Esports, Cripto, Metaverso ed NFT. Alassio GameChain City rappresenta la creazione di una città parallela all’interno della città. È il primo esperimento di metaverso urbano in Italia, dove con una dinamica simile a quella dei metaversi, le persone potranno toccare con mano e vivere l’esperienza dei più importanti trend tecnologici del momento, ovvero gaming e blockchain. La città sarà popolata da persone reali, che la visiteranno per interagire, informarsi e vivere esperienze digitali” – afferma Luigi Caputo, ceo di Sport Digital House.

Nel centro di Alassio le persone potranno seguire una “mappa”, ossia un percorso in cui gli spazi saranno divisi in land, come avviene nel metaverso. L’aspetto innovativo è che ogni strada di Alassio costituirà un percorso all’interno del quale i visitatori potranno passare da un tema all’altro, portando le persone a scoprire il territorio in una forma di turismo innovativa. Le attività si svolgeranno in tre hub principali del centro di Alassio: Piazza Partigiani (area gaming), Biblioteca Civica (attività con le scuole alla scoperta delle professioni abilitate da gaming e blockchain) ed Ex Chiesa Anglicana (sede dei talk e delle esperienze con blockchain e metaverso). All’evento saranno presenti ospiti d’eccezione del mondo blockchain e gaming come Gianluca Comandini, Marco Crotta, Michele Imbimbo, Stefano Capaccioli e Fabio Viola, e aziende di prim’ordine in questi settori come The Nemesis, Binance, Coinbar, KNOBS, Acer, Betclic Apogee, CreationDose e OnMetaverse.

Startup Battle, simulazioni 3.0: il polo attrattivo per startup e aziende del gaming e blockchain. Tra i format d’eccezione, è prevista anche una competizione tra startup, una “Startup battle” in cui giovani realtà potranno proporre attività, esperienze turistiche e servizi legati a gaming, blockchain ed NFT. La competizione è prevista per il 9 ottobre e si dividerà in due momenti. Nella prima fase parteciperanno 5 startup legate al settore dell’innovazione turistica, che avranno l’opportunità di presentare i propri servizi ai referenti del Comune di Alassio. Successivamente si aprirà la competizione per 10 startup che si occupano di gaming e blockchain, che si sfideranno a colpi di pitch. La giuria sarà composta dai partner che metteranno a disposizione delle startup vincitrici benefit e opportunità commerciali e nello specifico: WeSportUp, Wylab, Italian Exhibition Group S.p.A e Creation Dose. Saranno in giuria Stefano Gobbi (board member WeSportUp e senior program manager Sport e Salute), Federico Smanio (CEO Wylab), Luigi Caputo (CEO Sport Digital House), Nicola Mei (founder Hi!Founder), Marco Dodaro (Founder DoseTalent) e Luca Caputo (destionation manager Comune di Alassio). Ecco le startup che parteciperanno all’evento: Sezione turismo- Takyon Sewer Nation, Icarus, Cicero Experience, Trippyone, Faunalife.

Sezione Gaming e Blockchain- Besteam, Beaths, Virtual Esports & Gaming, UT7, Deep Monolith, Padel Society, Gamest, Ipermatch, Raccoon Fantasy, Reasoned Art.

Talk e speech in una location d’eccezione: la ex Chiesa Anglicana diventa il polo multifunzionale e di networking per startupper “hungry and foolish”. I talk e gli speech del main stage si terranno all’interno della ex Chiesa Anglicana, che per l’occasione si trasformerà in polo multifunzionale della città. Sarà un palco per diffondere la conoscenza di esperti e chiunque voglia candidarsi per raccontare l’innovazione di gaming e blockchain e sarà anche una notevole opportunità di promozione per le aziende per farsi conoscere e raccontare le proprie case histories. L’obiettivo di questi talk è rendere democratico e gratuito l’accesso alla conoscenza su gaming e blockchain, in modo da far arrivare l’innovazione a quante più persone possibili. Sono previsti anche Showcase, esposizioni, installazioni, panel e simulazioni del web 3.0 per esporre e far provare le proprie soluzioni e prodotti ai visitatori e Meetup, incontri con la community in uno degli spazi destinati ai raduni. Saranno presenti, infatti, le installazioni artistiche in realtà virtuale di Stratton Labs, i videogiochi animati di NFT di KNOBS, Bcode ed NFT Factory e quelli di Blaster Foundry. Nell’area gaming i partecipanti poi potranno vivere le esperienze con i player del team Betclic Apogee e quelle sviluppate a tema calcio dalla startup Ipermatch. 

NFT artist, game designer, esports marketer: al via il GameChain Job Lab, il laboratorio per avvicinare gli studenti alle nuove professioni del futuro. “Uno degli obiettivi principali di Alassio GameChain City – spiegano dal  Comune di Alassio – è soprattutto quello di avvicinare le giovani generazioni alla conoscenza delle opportunità lavorative nel gaming e nella blockchain. Avvicinando i giovani, Alassio GameChain City conferma la forte volontà di contribuire all’accesso al mondo del lavoro, individuando le nuove professionalità che stanno emergendo. Con l’obiettivo di promuovere le nuove professioni del futuro e coniugare attività pratica e formazione nasce GameChain Job Lab, un laboratorio dedicato agli studenti delle scuole superiori e delle università che si terrà il 7 ottobre presso la Biblioteca Civica di Alassio, per far conoscere i lavori del domani, come game designer, NFT Artist, blockchain developer, esports marketer e molti altri”.

About Sports Digital House- Fondata nel 2019, Sports Digital House è una digital company specializzata nel marketing sportivo, e in particolare nella metodologia del funnel marketing,con l’obiettivo di supportare atleti e società sportive nello sviluppo di un business sostenibile. Dal 2020 Sport Digital House ha avviato l’Osservatorio Italiano Esports (OIES), il principale network B2B che raduna i principali operatori del settore. Attraverso l’OIES, Sport Digital House è diventata una delle società di riferimento per il mondo Esports, coniugando attività di networking, formazione, sviluppo di attività commerciali e condivisione di dati sul settore.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO A PROPOSITO DEI PROGETTI, INTERVENTI E STANZIAMENTI PER LA DIFESA DELLE COSTE E DELL’ARENILE.

Dolores D’Avanzo – “E  Franco Scarpati ben illustrò ciò nella sua Conferenza “La morte di un Arenile”… Un Geologo unico e che ha lasciato i suoi decennali studi proprio per denunciare gli abusi ancor oggi commessi”.

AD ANDORA NASCE IL PARCO CALISTHENICS IL COMUNE DICE SI’ AL PROGETTO  DI UN GRUPPO DI GIOVANISSIMI SPORTIVI

Ilario Simonetta con Nicolas de Martin e Michael Celestino

Comunicato stampa –  Realizzato ad Andora un parco Calisthenics. E’ frutto di una proposta avanzata al Comune da un gruppo di giovani sportivi andoresi poco più che maggiorenni che ha incontrato il sostegno del Capogruppo e Consigliere Comunale delegato allo Sport, Ilario Simonetta. Rilevata la validità della proposta, Simonetta  l’ha promossa presso la Giunta, la quale ha subito condiviso il suo entusiasmo per l’iniziativa.

La nuova area sportiva si trova in Via Cavour, poco dopo la chiesa di Santa Matilde, e sarà inaugurata ufficialmente il 17 settembre alle ore 15.00. L’allenamento calistenico si sta diffondendo con successo fra gli sportivi di tutte le età: permette di tonificare la muscolatura del corpo rendendolo più agile e forte, favorisce la coordinazione dei movimenti, la stabilità, l’equilibrio e la resistenza. Le attrezzature sono semplici e fruibili da tutti. Non prevedono pesi o parti in movimento.

Davvero una bella idea che ho sposato con grande convinzione anche perché l’utilizzo dei parchi pubblici per le attività sportive si sta diffondendo sempre di più e favorisce la pratica fra i giovani. Inoltre, avendo constatato la necessità di riqualificare il parchetto di Via Cavour prossimo alla Chiesa di S.ta Matilde, ho pensato di unire i due progetti. Ho subito incontrato l’approvazione della Giunta  per l’iniziativa” – spiega il capogruppo Ilario Simonetta  – “Credo sia la prima volta che i cittadini e gli uffici comunali riescono a progettare qualcosa insieme. Nicolas de Martin e Michael Celestino hanno dimostrato davvero molta competenza in materia. Ringrazio l’Arch. Paolo Ghione, Dirigente dell’Area Tecnica, per essersi messo a servizio di questa iniziativa ed aver dato ai ragazzi la possibilità di offrire la propria conoscenza in materia. Un ringraziamento è dovuto anche alla squadra operai comunali per il lavoro svolto. In tempi molto brevi abbiamo allestito un’area verde pubblica con attrezzature che offrono un percorso tecnico completo“. 

La notizia del parco Calisthenics si è già diffusa e sono molti i gruppi di sportivi che hanno già dichiarato di essere pronti a programmarvi sedute di allenamento. Naturalmente il parco è aperto a tutti e gli attrezzi sono ideali anche per i meno esperti”. Parole di elogio sono state espresse anche dal Sindaco Mauro Demichelis. “Mi congratulo con il consigliere Ilario Simonetta per la sensibilità dimostrata verso le nuove esigenze degli sportivi” –  ha dichiarato il Primo Cittadino – “Dopo il campo da beach volley, questa è la seconda struttura sportiva all’aria aperta che inauguriamo verificando gradimento da parte dei giovani. Un plauso ai ragazzi promotori per il senso civico dimostrato e la capacità di dialogare ed essere propositivi con l’Amministrazione e gli uffici comunali“.

BARDINETO DA PAOLO VIGLIETTI (FACEBOOK)-  Ho fatto un giro in mtb sopra Bardineto, da cascina Cormore ho seguito i segnali a sinistra, pessima idea …Tra alberi caduti e squarci del fondo per dissesto idrogeologico oltre che piccole frane, il percorso è spesso impraticabile. Ultima nota, alla cascina non usciva acqua.

COOP LIGURIA – Raccolta per la scuola: donate 9,7 tonnellate di cancelleria, di cui 1,2 nel Savonese

COMUNICATO STAMPA – La raccolta solidale di materiale didattico “Dona la spesa scuola”, promossa il 9 e 10 settembre da Coop Liguria in collaborazione con le associazioni del volontariato impegnate nella lotta alla povertà, ha permesso di raccogliere complessivamente 9,7 tonnellate di prodotti di cancelleria, acquistati e donati da Soci e clienti per aiutare le famiglie in difficoltà. Nel complesso l’iniziativa ha coinvolto 78 associazioni supportate dai volontari delle Sezioni Soci Coop, il cui contributo è preziosissimo per organizzare questa attività.

Nel Savonese sono state raccolte 1,2 tonnellate di prodotti, destinate alla scuola dell’infanzia Picca di Cairo Montenotte; alla Caritas e alla Consulta del volontariato di Finale Ligure; alla Croce Bianca, alla Croce Rossa e al Centro Ascolto Caritas San Bernardino di Albenga; all’USEI e all’ACLI di Vado Ligure; all’USEI, all’ACLI , all’ARCI e al Centro Ascolto Caritas San Francesco a Savona; al Banco di solidarietà di Loano; all’associazione San Vincenzo e alla Protezione Civile di Varazze;  alla San Vincenzo Stella Maris di Albisola Superiore; alla Croce Rossa di Alassio.

Coop Liguria ringrazia i Soci e i clienti che hanno contribuito e dà appuntamento a tutti al 15 ottobre, per una nuova raccolta “Dona la spesa”, questa volta di generi alimentari.

APPELLO DI FEDERALBERGHI e Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs

Comunicato stampa – Gli effetti della pandemia, che non sono ancora cessati, si aggravano a causa del conflitto in Ucraina e della crisi energetica. Le parti sociali del settore turismo chiedono interventi urgenti per salvaguardare le imprese e i posti di lavoro.
Federalberghi, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, insieme alle altre organizzazioni nazionali delle imprese del settore turismo, hanno sottoscritto un avviso comune (allegato) per chiedere al Governo e al Parlamento di intervenire per contrastare:
  • il protrarsi delle conseguenze negative dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sul settore turismo, sia per quanto riguarda la domanda di servizi turistici, sia con riferimento alle condizioni economico-finanziarie delle imprese;
  • le conseguenze negative sui flussi turistici della situazione politica internazionale, sia con riferimento agli eventi bellici in Ucraina, sia per quanto riguarda le tensioni in estremo oriente;
  • i rincari della componente energetica registrati a partire dall’ultimo trimestre del 2021, che ad oggi hanno portato il costo delle utenze a un livello insostenibile per le imprese turistiche.
Le parti sociali, nell’evidenziare il rischio di una riduzione marcata dell’attività delle imprese ad apertura annuale e di una chiusura anticipata e/o di una ritardata o mancata riapertura delle imprese stagionali, con possibili rilevanti conseguenze sui livelli occupazionali già gravemente impattati dagli effetti della crisi pandemica, chiedono:
  • la definizione di misure adeguate e specifiche ai fini della salvaguardia occupazionale assicurando risorse per il finanziamento di ammortizzatori sociali in deroga in favore di lavoratori diretti ed indiretti del settore turismo in forza presso imprese costrette a ridurre o a sospendere temporaneamente l’attività per una o più delle cause sopra evidenziate, senza oneri aggiuntivi a carico dei datori di lavoro;
  • il potenziamento del quadro di agevolazioni per l’attività delle imprese turistiche connesse ai quadri emergenziali sopra delineati;
  • la concessione di uno sgravio contributivo in relazione ai lavoratori del settore turismo, per il periodo in cui gli stessi non vengono interessati dal ricorso agli ammortizzatori sociali e proseguono l’attività in regime di tutela occupazionale.
Avatar

Trucioli

Torna in alto