Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Appuntamenti/ Castelvecchio di R.B. 2/Finale L. 3/Mendatica. 4/Roburent. 5/Savona. 6/Zuccarello

Castelvecchio di R.B.: FestivAlContrario, cinema all’aperto e laboratorio interattivo tra danza, lettura e manipolazione. 2/Finale: 2-15 agosto mostra storica “Tarocchi. Gioco, Divinazione e Magia” all’Oratorio dei Disciplinanti. 3/Mendatica: Trekking delle Alpi Liguri (5-6-7 agosto). 4/Comune di Roburent, presentazione fascicolo toponomi (12 agosto). 5/Savona: Sabato 6 agosto il Voxonus Festival nel centro storico concerto “Voxonus Quartet”. 6/Savona, Luisa Bonello espone a Vetrine d’Artista.7/Zuccarello 5 agosto: il comico Beppe Braida in “Disagiati”.

CASTELVECCHIO DI ROCCA BARBENA- A grandi è piccoli è dedicata anche la proiezione di giovedì 4 agosto a Castelvecchio: Piazza della Torre alle 21.15 diventerà un cinema all’aperto con The Secret of Kells, film d’animazione del 2009 diretto da Tomm Moore e Nora Twomey, candidato all’Oscar come miglior film straniero. La pellicola è il primo capitolo di una trilogia ispirata agli antichi miti irlandesi, seguita da La canzone del mare (2014) e Wolfwalkers – Il popolo dei lupi (2020), ed è stata presentata in anteprima al Festival internazionale del cinema di Berlino del 2009. L’ingresso è libero ma i posti sono limitati, è fortemente consigliato verificare la disponibilità a info@festivalcontrario.com.

Danza con-Creta è un laboratorio per adulti nato dall’incontro tra Nicoletta Bernardini, insegnante di danza contemporanea e Aikitaiso e Roberta Agostini, artista e ceramista di Atelier A Apricale. Il 5 agosto piazza delle erbe a Castelvecchio di Rocca Barbena ospita alle 15.30 un laboratorio interattivo tra danza, lettura e manipolazione. Quale connessione c’è tra la terra (creta), il corpo e il movimento? Danza Con-creta è un ritorno alla terra attraverso il corpo: il gruppo lavorerà a un’opera collettiva, risultato del laboratorio esperienziale nel quale si metteranno in relazione il corpo e la materia (creta). A fine laboratorio ci sarà un tempo dedicato alla scrittura. Come può nascere la poesia dal movimento? quali parole affiorano mentre il corpo si muove nello spazio o mentre manipola la terra? come queste parole possono diventare poesia? Il programma non si ferma nel weekend, con tanti appuntamenti tra musica e territorio, e proseguirà fino al 23 agosto. Il calendario completo su www.festivalcontrario.com. Informazioni e prenotazioni: info@festivalcontrario.com tel e whatsapp 351 686 5815.

FINALE LIGURETre gli appuntamenti in programma: dal 2 al 15 agosto la mostra storica “Tarocchi. Gioco, Divinazione e Magia” all’Oratorio dei Disciplinanti, il 12 e 13 agosto “La Notte dei Tarocchi” ad animare il borgo. Il 13 agosto nel Chiostro di Santa Caterina, la conferenza “Storia dei Tarocchi. Verità e leggende sulle carte più misteriose del mondo”.

Da martedì 2 a lunedì 15 agosto all’Oratorio dei Disciplinanti, nel complesso monumentale di Santa Caterina a Finalborgo, apre al pubblico la mostra storica “Tarocchi. Gioco, Divinazione e Magia”, promossa dal Comune di Finale Ligure e dall’Associazione Finalborgo.it. Il progetto espositivo, a cura dello storico dell’esoterismo nell’arte Giordano Berti, si concentra sugli aspetti più suggestivi di questo “gioco della vita umana”: l’origine dei Tarocchi, la loro evoluzione iconografica e l’utilizzazione esoterica.

In un’affascinante cornice scenografica, creata dall’art designer Letizia Rivetti, trovano spazio fedeli riproduzioni dei preziosi Tarocchi dorati dipinti a mano nel Quattrocento per le corti dei Visconti (usciti dall’atelier di Bonifacio Bembo), degli Sforza (atelier dei Bembo e di Antonio Cicognara) e degli Este. E poi, i primi Tarocchi “marsigliesi”, i popolari Tarocchi liguri-piemontesi e i raffinati Tarocchi milanesi dell’Ottocento, per arrivare agli Arcani degli occultisti ottocenteschi.

Il percorso storico è affiancato da libri antichi, manoscritti, incisioni d’epoca a tema cartomantico, oggettistica magica e una pietra (donata dalla ALP di Cortemilia) incisa dal Maestro Ivano Ghiglia con le figure di un Tarocco piemontese risalente al 1830.

La mostra di Finalborgo permette di fare luce su alcune credenze popolari, come la leggenda sull’origine egizia dei Tarocchi, e di evidenziare come queste carte siano state, in effetti, il prodotto di una cultura artistica e di un pensiero tipico del Rinascimento padano.

In contemporanea, venerdì 12 e sabato 13 agosto a Finalborgo si svolge inoltre “La Notte dei Tarocchi”, due serate che animano le antiche vie e le piazze del borgo, con tante postazioni dedicate a tarologia, pratiche olistiche, messaggi per l’anima, consulti astrologici e incontri dedicati alle più diverse discipline esoteriche. Un “convegno a cielo aperto”, in grado di richiamare ogni anno migliaia di persone, rendendo ancora più magico uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Sabato 13 agosto, alle ore 21, nel Chiostro di Santa Caterina si terrà infine una conferenza di Giordano Berti: Storia dei Tarocchi. Verità e leggende sulle carte più misteriose del mondo, a presentazione del libro appena pubblicato da Rinascimento e OM Edizioni. La conferenza è accompagnata dalla proiezione di immagini e dall’esposizione temporanea di pregiati Tarocchi storici fedelmente riprodotti da Rinascimento Italian Style Art.

MENDATICA- TREKKING ALPI LIGURI -5-6-7-AGOSTO

Per la chiusura di Sciacarée, la Pro Loco e la Cooperativa Brigì di Mendatica hanno organizzato un evento straordinario: il Trekking delle Alpi Liguri. Se sei un vero appassionato, non puoi perdere questa occasione.
Ritrovo ore 9.00 san Bernardo di Mendatica
 📍1 tappa : San Bernardo – La Terza 9 km 950 m dislivello positivo
 📍2 tappa: La terza – Colle Melosa 16 km 540 m dislivello positivo 1053 m dislivello negativo
 📍3 tappa: colle Melosa – margherita Marta 6 km 430 dislivello positivo. Rientro sulla strada militare del Garezzo
 Un’esperienza nel cuore del Parco delle Alpi liguri per scoprire lentamente la civiltà delle malghe , con le sue peculiarità locali, le influenze occitane ad esempio e i suoi tratti comuni come la cucina bianca. La Pro Loco di Mendatica e la cooperativa di comunità Brigì offriranno un servizio guide e di supporto in modo da rendere l’esperienza per quanto “libera” e all avventura sicura ed estremamente vivibile per tutti! Sarà possibile scegliere se pernottare in tenda o in rifugio.
🔶QUOTA DI PARTECIPAZIONE
🔸ADULTI 190 (186€ per i tesserati CTE stagione 2022)
🔸RAGAZZI DAI 6 AI 13 ANNI 170€ (165€ per i tesserati CTE stagione 2021)
🔸BAMBINI SOTTO I 6 ANNI GRATIS
🔷PACCHETTO FAMIGLIA
🔹3 – 4 persone: sconto 10% sul totale
🔷PACCHETTO GRUPPO
🔹5 persone o più: sconto 10% sul totale
Per avere accesso agli sconti è necessario che un referente effettui prenotazione e pagamento per l’intero gruppo. La quota comprende trasporto bagagli e supporto con mezzi dell’organizzazione, colazioni e pranzi al sacco a cura dell’Associazione Pro Loco di Mendatica, pernottamenti in tenda. La quota NON comprende i pernotti in Rifugio:  Rifugio La Terza:  Pernotto 25€. Rifugio Allavena : Pernotto 25€.  Per altre info e prenotazioni: 📞 338 30 45 512 anche servizio whatsapp.

CAPPELLA SISTINA DI SAVONA: IL VOXONUS FESTIVAL APRE IL MESE DI AGOSTO CON UN OMAGGIO AL BAROCCO

In occasione dei 30 anni di attività dell’Orchestra cittadina sabato 6 agosto il Voxonus Festival farà tappa nel cuore del centro storico di Savona con il concerto “Voxonus Quartet” per riscoprire le pagine dei più importanti operisti italiani del XVIII e XIX secolo

Sabato 6 agosto alle 21.15 la rassegna di musica barocca Voxonus Festival torna a Savona dopo il successo del concerto inaugurale. Il brand simbolo dell’Orchestra Sinfonica di Savona presenta infatti nella cornice della Cappella Sistina in piazza Duomo il concerto Voxonus Quartet. L’appuntamento vedrà il quartetto d’archi composto dai violinisti Maurizio Cadossi e Claudia Monti, dal violista Claudio Gilio e dal violoncellista Eugenio Solinas, proporre un repertorio inedito di Gaetano Latilla e Giuseppe Maria Cambini, ovvero due dei massimi interpreti del XVIII e XIX secolo in Italia. Il nome scelto per il programma omaggia la formazione che unisce la rassegna a una delle sue espressioni più autentiche, frutto di anni di ricerca in ambito barocco.

«Savona non poteva mancare a un appuntamento culturale che è vetrina del territorio anche fuori dai confini regionali. L’amministrazione comunale ha tra i suoi obiettivi primari il rilancio della cultura, dagli aspetti artistici a quelli sociali ed economici. Lo dimostra il ricco calendario di eventi del Santuario di N.S. di Misericordia, il ruolo da protagonista della Cappella Sistina e del Palazzo comunale stesso. Quello della cultura è un ‘patto’ che ci impegniamo a stipulare con la cittadinanza, con gli amministratori del comprensorio, in collaborazione con la Diocesi – che apre le porte di alcuni tra i monumenti più importanti – e con la Fondazione De Mari. È importante dunque dare valore alle realtà professionali che operano stabilmente sul territorio», commenta l’assessore alla cultura Nicoletta Negro.

Dall’epoca dei papi Della Rovere fino ai più recenti restauri, la Cappella Sistina custodisce tracce del gusto tardo barocco, come l’organo Piccaluga del 1764, e gli stucchi in stile Roccocò. Uno scrigno d’arte che non poteva mancare nel grand tour “Dalle Alpi al Mare” del festival che unisce Liguria e Piemonte da giugno a dicembre, arrivando a toccare Torino e Milano. Quella in programma nella Cappella Sistina è la seconda delle tre tappe savonesi, che dalla Sala Rossa del Comune di Savona termineranno venerdì 9 settembre al Santuario di Savona con un omaggio ad Antonio Vivaldi.

LA FORMAZIONE ‘VOXONUS QUARTET’- Ingresso gratuito. È consigliata la prenotazione ai numeri 019.824663 | 340.6172142 .

Il Voxonus Quartet è una formazione specializzata nel repertorio barocco e classico eseguito con strumenti originali dell’epoca e secondo la prassi storicamente informata. Particolare attenzione è posta al periodo di transizione con strumenti dalla montatura classica, corde di budello e accordatura a 430 Hz, in grado di esaltare la scrittura post e tardo barocca.

Il Voxonus Quartet è massima espressione del Centro di ricerca sul Quartetto italiano. Considerata l’ampiezza del repertorio e la molteplicità dei compositori coinvolti, il progetto nato nel 2021 con l’acronimo Cerqui è suddiviso in tre aree tematiche: la Scuola napoletana, dai capiscuola Francesco Durante e Leonardo Leo ai rappresentanti della fase matura dello stile galante come Giovanni Paisiello; gli autori italiani che svolsero gran parte della loro carriera all’estero come Giuseppe Demachi; la consistente produzione di Giovanni Paolo Bottesini, al quale è dedicato uno studio monografico. Il Cerqui vanta anche un comitato tecnico scientifico presieduto da Lorenzo Mattei docente dell’Università degli Studi di Bari.

IL VOXONUS FESTIVAL- La rassegna di musica antica Voxonus Festival nasce nel 2011 ad Albissola Marina diventando un centro di produzione internazionale sinonimo di eccellenza nella ricerca filologica. Il successo dell’idea di Claudio Gilio, direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica di Savona, e dello specialista Filippo Maria Bressan all’interno del progetto “Academia di musici e cantori” arriva fino a oggi. …È così che l’Orchestra Sinfonica di Savona, nel suo 30° anniversario di fondazione, si presenta a un pubblico sempre più vario. … Tra le nuove location si annoverano Savona con la splendida Cappella Sistina e il Santuario di N.S. di Misericordia; la chiesa della Croce Nera di Saluzzo, Sassello e Milano. Confermati gli appuntamenti di Albissola Marina, Vado Ligure e Torino con un calendario di spettacoli diffusi.

SAVONA A VETRINE D’ARTISTA, LUISA BONELLO

Luisa Bonello medico e artista

(2 agosto 2022 – 6 settembre 2022)- In questo mese di agosto 2022, l’Associazione “Aiolfi” vuole ricordare il desiderio di Luisa Bonello di essere la protagonista di una  mostra personale dedicata  alla sua ricerca sull’universo delle icone moderne, intese quale ponte tra la cultura dell’est Europa e l’Occidente. Donna impegnata nella sua professione medica, amante della pittura tanto da essere collezionista attenta, anche, della pittura ligure del Novecento, scrupolosa nell’acquisire l’antica tecnica della tempera all’uovo, così per anni ha creato icone moderne dalle quali traspare, pure, il suo alto senso della religiosità nella ricerca della dimensione del divino.

Luisa Bonello, Annunciazione, icona, tempera all’uovo (Coll. priv.)

Opere le sue atemporali, con uno studio intenso per l’armonia e la simmetria delle proporzioni geometriche. Lavori che esprimono sì una immagine ma ideale, con una spiccata ricerca del simbolismo e del suo significato, ancora, in questo tempo moderno. Pace, condivisione, aiuto ai più deboli e svantaggiati, ai bambini sofferenti alle varie latitudini del Mondo: pare essere questo il messaggio, di valenza universale, che la Nostra ha voluto cercare nel suo “fare”e lasciarci in eredità. Il suo sguardo è partito dall’arte medievale, rimasta fino a Cimabue di stampo bizantino, per poi cambiare radicalmente con la ricerca di Giotto con uno studio naturalistico e di prospettiva innovativo.

Luisa Bonello, pare di poter dire, che conosceva questa pagina della storia dell’arte e che alcuni maestri del Novecento come Henri Matisse rimasero colpiti dalle icone guardando quelle russe. Ha, quindi, affinato la tecnica della tempera all’uovo, usando una vasta tavolozza di colori, alquanto raffinata e ricca di pathos, financo voglia di Bellezza. In qualche modo le sue creazioni si possono affiancare a quelle di George Rouault, uno dei principali pittori di arte sacra del Novecento, il ricordo corre ai suoi “Ecce Homo”, vere icone contemporanee dove spicca, come nel caso della Bonello, un effettivo e originale rigore compositivo, un’analoga trasfigurazione, una similare finalità  devozionale e rasserenante. (Silvia Bottaro).

Comune di Roburent, presentazione del fascicolo toponomi (12 agosto ore 21.00, Confraternita di Sant’Antonio)| Progetto Toponomastica Storica- Il fascicolo dedicato all’attuale territorio di Roburent, numero 42 del Progetto Toponomastica Storica, prosegue la serie dei comuni piemontesi della provincia di Cuneo.

Come di consueto si sono utilizzate sia fonti locali, provenienti dall’Archivio Storico Comunale, sia altra documentazione conservata in archivi diversi. In particolare, visto il loro valore storico, si è scelto di utilizzare due importanti registri catastali del XVI secolo conservati a Roburent. Il più antico è del 1503 ed è tra i più antichi dell’area monregalese. Ricordiamo però che, nello stesso archivio, è conservata una grande mappa del territorio, di indiscutibile valore storico e documentario, che abbiamo preferito non utilizzare per non aggravare ulteriormente il suo precario stato di conservazione.

ZUCCARELLO – Venerdì 5 agosto 2022 in piazza 3° appuntamento di ZUCCARELLO RIDEN…Z, arriva BEPPE BRAIDA.

Comunicato stampa -Un paese in festa, si parte dalle ore 19:00 con lo stand della Proloco, i ristornati e bar aperti con tanto di musica diffusa. In scena alle ore 21:30 (ingresso libero) con il comico BEPPE BRAIDA in “Disagiati”.

La sua carriera di comico e cabarettista è iniziata nel 1989; nel 1991 ha partecipato al Festival di Sanscemo insieme al suo gruppo, i Bagatto, con la canzone Prof. Ilatico. Ha avuto il maggiore successo grazie alle trasmissioni televisive Seven Show e soprattutto Zelig, dove ha conquistato il suo successo grazie alla sua parodia dei conduttori del TG3TG4 e TG5 (in cui conia i famosi tormentoni “Attentato! Si tratta di attentato!”“Poteva essere una…” e “Mingozzi, ci sei?”). Dall’8 aprile 2007 ha condotto il programma televisivo Colorado Revolution su Italia 1 fino alla prima metà del 2009 e ha partecipato all’edizione 20072008 di Buona Domenica. Il 30 agosto 2008 ha condotto il concorso di bellezza Miss Muretto. A settembre è passato in Rai per condurre insieme ad Antonella Clerici il talk show di Rai 1 Tutti pazzi per la tele. Nel 2010 è uno dei protagonisti del programma comico in 2 puntate (5 e 12 gennaio) Check-In su Rai 1. Nel 2011 torna a Mediaset nel cast della quarta stagione del Saturday Night Live from Milano, versione italiana del famoso programma comico della NBC. Nel 2012 è tra gli inviati del programma TV Punto su di te! su Rai 1. Nel 2014 ritorna come ospite speciale in una puntata a Colorado su Italia 1 in co-conduzione con Diego Abatantuono e Chiara Francini. Dal 15 marzo 2021 partecipa come concorrente alla quindicesima edizione de L’isola dei famosi, condotta da Ilary Blasi.

Come di consueto lo spettacolo di cabaret sarà preceduto da un’anteprima di arte varia condotto da Luca Galtieri che vedrà l’esibizione del duo Olinda Di Dea e Bruno Piras, vincitori dell’edizione 2022 sezione Over del concorso canoro Festival degli Interpreti Vocinuove.it svoltosi lo scorso 23 luglio a Colle di val d’Elsa in Toscana e da SoloAlex (Alex Ghiglione) cantautore genovese della scuola di canto di Fabiana Parlato Fuorimetrica. Partecipazione straordinaria di Federico Doc “Ambasciatore” Tgbeach per “Risate da spiaggia” e di Gaetano Adiletta protagonista dello spettacolo Secondo me… Massimo Troisi che si svolgerà presso L’Acciugotto banchina pescatori Porto di Alassio venerdì 12 agosto.

Dichiara il primo cittadino Claudio Paliotto: “la rassegna Zuccarello Riden…Z ci da soddisfazione di serata in serata ed il pubblico aumenta sempre più e questo ci da la possibilità di far conoscere il nostro splendido borgo che è uno dei Borghi più belli d’Italia”. Non mi resta che ringraziare tutta la macchina organizzativa: la direzione artistica firmata Eccoci Eventi, la Proloco, i volontari, la Protezione Civile, Croce Bianca di Erli, Zuccarello e Albenga. Grazie alla Regione Liguria per il Patrocinio, a collaboratori e sponsor come, Antiche vie del sale, Les Plus Beaux Villages de la Terre, Uno dei Borghi più belli d’Italia, Fiorin arredamenti, Iris Idroterm e Ceramiche, Cerrutti s.p.a. e ICOSE s.p.a.”  Media partner: TGevents Television 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto