Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio lo Spillo: Gesco e ‘Principato Alassino’. Andora, Mirko Fossati neo presidente dell’Avis. Borghetto più vigili e nuova videosorveglianza. Loano, prof. Sattanino eletto presidente Anpi

Lo Spillo di Alassio e Gesco story maldicenze. Andora è Mirko Fossati il nuovo presidente della sezione Avis e succede a Daniele Martino. A Loano la sezione Anpi ha eletto presidente il prof.Roberto Sattanino e vice Andrea Parodi. A Borghetto S.S. il sindaco annuncia il potenziamento della videosorveglianza e del corpo della Polizia Municipale. Novità tecnologiche invece nell’impianto del Depuratore consortile borghettino.

Igor Colombi Presidente della Gesco comunale Srl

Spettacolo sempre più interessante nella città di Alassio. Beh non è certo una novità dove qui tutto vale.

Ad Alassio, ‘Principato’ della Liguria, manca solo la moneta unica con la testa del gran visir et voilà il gioco è fatto. Lo Spillo non ha la palla di vetro, ma vero è che le voci corrono e a pensar male si fa peccato, qualche volta si azzecca.
Dopo una first lady che si occupa di eventi e siede alla destra del dirigente incaricato, senza il suo benestare, e dopo il bando ‘sudatissimo’ della Sca, ormai notizie pruriginose arrivano da Gesco city.
Eh si perché non solo hanno ricevuto visite importanti. Cosa farà l’assessore Macheda, amministratore ormai di razza e d’esperienza (da Laigueglia ad Alassio) ? A breve si scioglierà il CDA  della Gesco Srl e Igor Colombi sarà presidente unico ?  La dr.ssa Antonella Ivaldi, esperta contabile, cosa farà?  Prenderà il posto di Luigi Tezel dirigente del settore ben remunerato ? Ovviamente con regolare bando, ovviamente con la regola della legge alassina.
Ma poi… il bando per tre anni di contratto? Il Super Melgrati scade nel 2023. Il bando (non farlocco) lo fanno nel 2022 e rischia di lasciare perplessi in molti. I simil copia ‘politica’ a quello della Sca ? Ma perché fare bandi in quel di Alassio quando si può nominare l’amico fidato di turno. Tutto all’insegna della trasparenza e nessuna volpe nel sacco. Colombi alla presidenza sarà a stipendio pieno ? La Ivaldi assunta in Comune, mentre  Angelo Parolini, subentrato nel febbraio 2021 ad Alda Naso, andrebbe a casa per essersi stufato.
In altri lidi si griderebbe al vil denaro e poltronificio. A stipendi e indennità, potere e cene, altezzosità ed ego senza lacci. E non servono neppure gli avvisi di garanzia. Avanti così con il ‘sistema Alassio’ che non è affatto gemello, per chi ha vissuto a fine anni ’70 e ’80, del ‘sistema Teardo‘.
ALASSIO IL RIESAME: L’AVVOCATO PARODI RESTA SOSPESO DALLA SCA
DA LA STAMPA – I giudici del tribunale del riesame di Genova hanno respinto il ricorso presentato da Massimo Parodi, il direttore generale della Sca indagato per peculato. La sentenza è stata emessa dopo l’udienza di lunedì scorso quando i legali dell’indagato, Massimo Boggio e Giovanni Maglione, avevano illustrato la posizione del direttore generale che utilizzava l’auto dell’azienda, anche per scopi personali, su autorizzazione del Cda (Tesi confermata  dal presidente della Sca, avv. Emanuela Preve). Ora Parodi resta sospeso dall’incarico, decisione che era stata assunta il mese scorso dal tribunale di Savona su richiesta della procura della Repubblica che ha coordinato le indagini del nucleo operativo dei carabinieri di Alassio. L’avv. Parodi, secondo la sua tesi, si incontrava con amministratori pubblici dei Comuni associati e con tecnici per effettuare sopralluoghi  nei cantieri. Ispezioni che ha svolto – riporta  ancora La Stampa –  anche nelle ore notturne e nei giorni festivi. Nota di trucioli.it. Il legale alassino potrebbe ancora fare ricorso in Cassazione. Pare non abbia ancora deciso.
ANDORA, MIRKO FOSSATI NUOVO PRESIDENTE DELL’AVIS

Il neo Presidente: “Miglioreremo anco

Mirko Fossati neo presidente Avis con il predecessore Daniele Martino

ra i già importanti traguardi raggiunti dalla nostra Associazione”.
COMUNICATO STAMPA – Si sono svolte le elezioni del nuovo Consiglio direttivo dell’
Avis di Andora per il quadriennio 2022-2026; Mirko Fossati, 46 anni, imprenditore e volontario della Croce Bianca, è il nuovo Presidente che succede a Daniele Martino.
Il Consiglio direttivo è formato da Cinzia Ballesio (Vice Presidente), Giancarlo Trincia (Segretario), Mattia Poggio (Tesoriere), Raffaella Bancalari (Consigliere alfiere), Daniele Martino (Consigliere delegato alle comunicazioni), Paolo Pernice (Consigliere delegato alle manifestazioni), Loredana Poggio (Consigliere delegato al materiale sanitario) e Mariangela Renzullo (Consigliere collaboratore di segreteria).
«È per me un grande onore personale ricoprire questo incarico di Presidente con la consapevolezza di potere contare su una squadra di amiche e di amici dove l’unico obiettivo è la crescita dell’Avis di Andora – dichiara il neo Presidente  Fossati – Donare è un’esperienza di volontariato sociale dove si dà una parte di sé stessi per gli altri. Insieme cercheremo di continuare a migliorare questa attività».
In merito agli obiettivi futuri, Fossati dichiara: «Ringrazio il Consiglio direttivo uscente, guidato da Daniele Martino. Da essi e da lui, ricevo una Avis di Andora tanto virtuosa nella gestione quanto attiva nel sociale e nella Comunità del nostro paese. Il mio intento, assieme a tutti i nuovi Consiglieri, è proseguire in maniera fruttuosa su questa strada positiva. Grazie al lavoro degli amici del rinnovato Direttivo, sono certo che l’Avis di Andora migliorerà 
ancora i già importanti traguardi raggiunti». 

Il Presidente uscente Daniele Martino fa il bilancio dell’ultimo quadriennio alla guida dell’Avis, sottolineando gli importanti risultati conseguiti. «Desidero ringraziare tutti i Consiglieri del direttivo uscente che mi hanno sempre supportato in maniera capace e costruttiva; il risultato più importante dell’Avis di Andora dal 2018 a oggi è stato un ulteriore aumento degli iscritti e delle unità di sangue raccolte, nonostante la situazione pandemica che abbiamo vissuto negli ultimi due anni; i nostri donatori hanno infatti dimostrato di essere l’energia propulsiva della nostra associazione. Li ringrazio di cuore, uno per uno e una per una, perché sono la nostra forza e il nostro vigore; sono contento di passare il testimone all’amico Mirko che sicuramente si farà valere come Presidente e gli porgo i miei auguri di buon lavoro. Viva l’Avis di Andora, viva la donazione di sangue!» Contestualmente al Consiglio direttivo, è stato eletto anche il Collegio dei revisori per il quadriennio 2022-2026 (nelle persone di Franco Baron, Patrizia Fogli e Rapi Caterina).
LOANO, ELETTO IL PRESIDENTE ANPI E DIRETTIVO
IMPEGNO PER COINVOLGERE ANCHE I GIOVANI

Il Direttivo dell’A.N.P.I di Loano ha reso omaggio a Gianni Siccardi, recentemente scomparso, ricordandolo come persona attenta ai problemi della comunità loanese, molto legato all’A.N.P.I., il suo impegno politico e la determinazione delle sue scelte.

Il prof. Roberto Sattanino neo presidente sezione Anpi di Loano

Come da  Statuto sono stati nominati il Presidente, Roberto Sattanino, insegnante di matematica e fisica al Liceo Issel di Finalborgo, Vice Presidente Andrea Parodi, Segretario Lucio Tognolo, Responsabile Amministrativo Lorenzo Cambiaso. Tutti i presenti hanno rivolto un sincero ringraziamento a Laura Sero, presidente dal 2014, per il prezioso lavoro svolto ed i risultati ottenuti in questi anni.

L’A.N.P.I. è sempre più un’associazione di riferimento per generazioni, che rappresenta una voce autorevole, libera, indipendente, nella quale si devono riconoscere tutti gli antifascisti e coloro che credono nei valori democratici. Si sono affrontati i temi della ricorrenza del 25 Aprile, che negli ultimi due anni non ha potuto essere celebrata con manifestazioni pubbliche a causa della pandemia. Si cercherà il contributo degli Studenti e si concorderà il programma della manifestazione con l’Amministrazione Comunale

In modo particolare il lavoro del Comitato sarà rivolto ai giovani, favorendo le iscrizioni ai minorenni come “Amici dell’A.N.P.I.” e lavorando con le Scuole di ogni ordine e grado, in adempimento al protocollo con il Ministero dell’Istruzione, che prevede un sostegno alla formazione storica, per lo sviluppo di un modello di cittadinanza attiva.

Un ricordo e un riconoscimento particolare è stato rivolto al partigiano Giovanni Negro e alla moglie Maria Degiuli, deceduti rispettivamente nel 2016 e nel 2020, che hanno lasciato in eredità all’A.N.P.I. nazionale, alla CRI di Loano e ai Vigili del fuoco di Savona il loro patrimonio. Infine per favorire gli incontri con gli iscritti e avviare un dialogo con le giovani generazioni si è stabilito di aprire settimanalmente la sezione nel pomeriggio di ogni mercoledì dalle ore 17,30. I lavori del Direttivo sono stati seguiti dalla Dott.ssa Nadia Morachioli, in rappresentanza dell’A.N.P.I. provinciale.

BORGHETTO S. SPIRITO – Con il 2022 potenziamento della videosorveglianza, aumenta l’organico della polizia Locale, nuovo automezzo ibrido

Comunicato stampa – Il parco macchine della Polizia Municipale di Borghetto si è arricchito di un nuovo mezzo. Grazie ai fondi ministeriali che il comune si è aggiudicato lo scorso agosto è stata acquistata e allestita una Fiat Panda ibrida da utilizzarsi per l’attività istituzionale. “Stiamo proseguendo nell’opera di potenziamento del Comando di PM – dichiara il sindaco Giancarlo Canepa – Oltre al parco mezzi in via di adeguamento nel segno di politiche ambientali ecosostenibili che oggi viene ulteriormente implementato con una nuova vettura ibrida, nel corso del 2021 abbiamo sensibilmente potenziato l’organico con l’inserimento di quattro nuovi agenti che hanno alleviato la sofferenza in cui versava il servizio per la carenza di personale contribuendo anche alla crescita professionale del settore grazie alle competenze dei nuovi arrivati maturate in anni di servizio in altri Enti. Per il 2022 è prevista un’ulteriore assunzione.”
È in fase di realizzazione, inoltre, il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza comunale che prevede, per un importo di c.ca 197.000 € finanziato   In parte con l’aggiudicazione di un bando ministeriale di 182.000 € e in parte con un contributo dell’ente di 15.000 €, la posa di diverse telecamere, di una rete di trasmissione dati in fibra ottica e la realizzazione di una centrale operativa tecnologicamente all’avanguardia per la visione delle immagini che verrà messa a disposizione delle Forze dell’Ordine come previsto dal “Regolamento sulla Videosorveglianza” già approvato in Consiglio Comunale.
“Nonostante le difficoltà economiche ereditate dalla passata amministrazione – conclude il sindaco Canepa – siamo riusciti a ridare la giusta dignità a un servizio strategico l, in passato forse un po’ troppo trascurato, essenziale per la sicurezza e l’ordine del paese e, nel limite delle possibilità, proseguiremo con ulteriori potenziamenti con l’obbiettivo di arrivare a ripristinare i servizi nelle fasce orarie oggi scoperte.”
Attualmente il parco vetture della Polizia Municipale è composto da una Suzuky S-Cross ibrida, una Fiat Panda ibrida, un Fiat Ulysse, e una Fiat Tipo che nel breve verrà sostituita da una Jeep Renegade, in fase di allestimento e anch’essa ibrida, a testimoniare l’attenzione verso le politiche ambientali e “green friendly” dell’amministrazione comunale borghettina.
BORGHETTO-  Depuratore consortile sottoposto a trattamento innovativo –
Il sindaco Canepa alla Servizi Ambientali con il direttore generale Paolo Paganelli, l’assessore D’Ascenzo e il consigliere comunale Paolo Erre.

Comunicato stampa – È in corso di esecuzione un intervento di manutenzione straordinaria molto importante presso il depuratore consortile di Borghetto S. Spirito. Le membrane di filtrazione, infatti, sono sottoposte in questi giorni a un trattamento di pulizia particolare e innovativo, eseguito sotto l’egida dell’azienda costruttrice, che consentirà di raddoppiare l’attuale capacità di filtrazione con una conseguente riduzione delle tempistiche di lavoro e un consistente risparmio energetico.

Il sindaco Giancarlo Canepa, accompagnato dall’assessore Alessio D’Ascenzo e dal consigliere Paolo Erre ha effettuato un sopralluogo per verificare le lavorazioni che sono state illustrate nel dettaglio dal Direttore Generale della Servizi Ambientali Paolo Paganelli e dal responsabile dell’impianto Fabio Perlungher.
“Il depuratore di Cava Cappellotti – dichiara il sindaco Canepa – svolge un ruolo strategico nel comparto della depurazione del ponente savonese e l’attenzione di questa amministrazione su questo impianto è sempre molto alta. Da un lato consente a tutto il comprensorio costiero di godere di un mare pulito che può fregiarsi di numerosi vessilli importanti come la Bandiera Blu ma dall’altro è necessario un continuo e attento monitoraggio per mitigare ogni possibile ripercussione di carattere ambientale. In questa direzione vanno le iniziative assunte negli ultimi tempi e in questa direzione mi attiverò affinché vadano tutte le future iniziative, in primis sulla deodorizzazione dei siti e sul recupero delle acque reflue depurate per finalità irrigue.”
Le operazioni sulle membrane continueranno nei prossimi giorni per terminare prima delle festività Pasquali con interruzioni di singole linee di filtrazioni senza alcuna ripercussione sugli scarichi a mare.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto