Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Pigna un sindaco coraggioso: I politici pensano solo alla costa. La Camera di Commercio, come Ponzio Pilato. Armo, paradossale, il Comune senza impiegati. Parco Alpi Liguri, ora insieme a Triora, c’è chi sbatte la porta

Roberto Trutalli, sindaco di Pigna, è stato eletto  nel maggio 2019: 295 voti contro i 212 dell’avversario. Ex macchinista delle FFSS, ha aderito al Psi imperiese nel 2020. Non è la prima volta che non lesina critiche verso chi continua a promettere mentre i paesi dell’entroterra segnano record di desertificazione, spopolamento e case vuote. Zero sviluppo immobiliare, terreni dominio dei roveti. Leggi il caso di Armo, il più piccolo comune imperiese (116 abitanti), rimasto senza impiegati. Il sindaco centralinista. Leggi infine clamorosa presa di posizione al Parco Alpi Liguri dei sindaci di Pigna e Triora.

L’ultimo articolo del Secolo XIX del 7 gennaio 2022,  a firma di Claudio Donzella, propone ai lettori “La denuncia-appello dei sindaco di Pigna dopo la chiusura di uno dei due negozi di alimentari. Stop agli studi di settore, servono azioni di Regione e Provincia. E mi chiedo cosa faccia la Camera di Commercio. Nei paesi c’è desertificazione ma la politica pensa solo alla costa”.

Chiudono negozi, bar e ristoranti dell’entroterra che “così come il dissesto idrogeologico, si porta dietro una serie di conseguenze disastrose. Mi chiedo cosa ci stiano a fare Stato, Regione, Provincia,  Cameri di Commercio. ..”. A Pigna vivono 800 abitanti che raddoppiano in estate.  E ora resta solo un negozio di commestibili. Il sindaco: “Ci sono paesi dell’entroterra imperiese  in cui non c’è più un negozio di alimentari, cosa che complica l’esistenza  dei residenti, soprattutto degli anziani.  Una volta a Pigna c’erano 8 attività commerciali ed artigianali. Adesso la fascia costiera continua a popolarsi di centri commerciali, supermercati e l’entroterra sempre più deserto.  O si cambia presto rotta o sarà la fine. Anche per la nostra economia, il turismo, le persone straniere che hanno scelto seconde case nei nostri paesi; non torneranno più  senza un minimo di servizio”.

Ecco dopo l’appello tutte le proposte suggerite dal sindaco alla Regione, Provincia e Camera di Commercio.

I MAGGIORI LAVORI  PUBBLICI IN AGENDA DELLA PROVINCIA DI IMPERIA
C’E’ ANCHE IL PONTE SUL RIO BAVERA TRA MONESI DI TRIORA E PIAGGIA
DAL SECOLO XIX – Imperia- Nel dettaglio sono 23 gli interventi che saranno realizzati, suddivisi nei tre anni. Totale interventi per l’anno 2021 (l’anno si riferisce al periodo finanziato e non ai tempi di esecuzione delle opere) 2.687.079 euro. Comprendono i lavori di ripristino strutturale del ponte di Loreto, Triora, 1.070.000; lavori di ripristino strutturale del ponte in ferro sul torrente Argentina, Molini di Triora, 600 mila; manutenzione e rifacimento piano viabile viadotti, Molini di Triora, 280 mila; censimento e redazione di scheda di verifica di ponti, Molini di Triora, 117.079; adeguamento delle barriere, Pornassio, 155 mila; lavori di rifacimento, Ranzo, 155 mila; lavori di rifacimento, Pontedassio, 155 mila; lavori di rifacimento, Isolabona, 155 mila euro.Il totale degli interventi per l’anno 2022 ammonta a 3.454.816 euro. Lavori di recupero strutturale del ponte sul rio Bavera, Triora, 1.034.816; manutenzione e rifacimento piano viabile viadotti, Triora, 200 mila; lavori di costruzione nuovo ponte sul rio Tron, Olivetta San Michele, 1 milione 220 mila; manutenzione e rifacimento piano viabile viadotti, Aquila d’Arroscia, 200 mila; manutenzione e rifacimento piano viabile, Aquila d’Arroscia, 200 mila; piano viabile, Mendatica, 200 mila; piano viabile, Borgomaro, 200 mila; manutenzione e rifacimento piano viabile, Apricale, 200 mila.Totale interventi per l’anno 2023, 2.687.079 euro. In elenco la ricostruzione del ponte sul rio Bavera, Mendatica, 1.187.079; lavori di recupero strutturale dei viadotti, Molini di Triora, 500 mila; manutenzione e rifacimento piano viabile Bajardo 200 mila; piano viabile Pornassio 200 mila; manutenzione e rifacimento piano viabile, Pieve di Teco, 200 mila; piano viabile, Chiusavecchia, 200 mila euro; piano viabile Dolceacqua, 200 mila euro. M. A.
ARMO, 116 ABITANTI, PERDE ANCHE L’ULTIMO IMPIEGATO
Una storia senza precedenti in Liguria e che meriterebbe la prima pagina almeno dall’unico quotidiano ligure.
Il sindaco diventa anche centralinista del Comune, Nel 2018 è andato in pensione il vecchio e storico impiegato comunale. Da allora…
Parco Alpi Liguri: Triora e Pigna  dicono basta! E sbattono la porta.
Articolo del Secolo XIX  a firma di Patrizia Mazzarello
Avatar

Trucioli

Torna in alto