Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Noli, dove si aggira un mistificatore seriale

Farina del sacco dei ‘compagni/e rossi’ Repetto, Penner, Rossello, Peluffo, Manzino ? No, la firma è #listaideaNoli. Da attribuire al primo cittadino Lucio Fossati ? Che deve non solo apparire ma essere al di sopra delle parti ? L’editto ad personam merita di essere riprodotto e fatto conoscere come ‘gran lezione’ di dotto disprezzo, senza se e senza ma, impartita ad un nolese che è stato sindaco con onore e orgoglio, fino a prova contraria.

Il sindaco di Noli Lucio Fossati

Nel mirino è finito  Carlo Gambetta tre mandati, ai tempi della Dc, capace di 1057 preferenze personali, poi emarginato dalla fronda Savonese e provinciale vicina a politica&affari&cemento. Copia del più chiacchierato ‘partito del cemento‘ dei due Claudio.  Burlando e Scajola.

Un forbito linguaggio politichese (?) che attribuiamo al goliardico stile Fossati che peraltro non si firma e scrive a nome del suo gruppo ‘#ideaNoli’. Dopo averlo consultato e coinvolto (?), Fossati (?) si rivolge (vedi a fondo pagina) a chi non si è mai nascosto nell’anonimato o sigle, loghi o dietro il ditino. Sempre a viso aperto, guardando in faccia. Facendo ricorso alla sua memoria storica, sforzandosi di studiare ed approfondire le tematiche trattate nei suoi interventi su trucioli.it. Un nolese serio e competente (quando tratta argomenti di interesse civico) che cerca di occuparsi di problemi della comunità, residenti, proprietari di seconde case, turisti; spesso ripagato dall’indifferenza dei più o peggio dal menefreghismo galoppante che non lo scoraggia, semmai lo amareggia. Anche a Noli ci si informa attraverso i social ? Che Mauro Corona, alpinista e scrittore, a Rai 3 di prima serata, definisce (i social) “feccia dell’umanità…con vermi da tastiera che insultano e non si firmano”. 

Il comandante Carlo Gambetta, 4 figli/e, otto volte nonno, ottuagenario, per Fossati sindaco è un “piazzista di trasparenza e correttezza…, paladino di verità assolute…. mistificatore per tornaconto…guerrigliero…un meschino del tanto peggio tanto meglio….capace di subdole allusioni e misere furberie… aggressore del ragionamento e del ragionatore… capace di spargere misere insinuazioni…cassandra di turno… distruttore a prescindere…logorroico polemista…nulla di politico …ma di riservata competenza di avvocati, giudici e uffici….(e per concludere in gloria) … un grazie per l’attenzione e un cordiale saluto a tutti”.’#ideaNoli. Lista di sinistra risultata vittoriosa alle comunali nonostante  tre ‘concorrenti’ schierati al centro, ma anche elettori del Pd, M5S, destra leghista, forzista, Fratelli d’Italia.

I contenuti approfondimento che hanno scatenato la rabbiosa reazione, dopo tantissimi vani inviti di Gambetta a rispondere, smentire….si possono rileggere (vedi……).  E che non riproponiamo col copia e incolla per non tediare oltre chi non è coinvolto o interessato a sapere. Solo una ‘CHICCA’ finale. Fossati gira alla larga, non risponde quasi mai nel merito, ma soprattutto evita di illustrare ai suoi concittadini la inequivocabile ‘sentenza’ dell’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione). E per Via Belvedere e PUC ? Sorvola, sorvola, gira alla larga.

Non bastano 55 anni da umili cronisti di questo lembo di Liguria per scoprire e testimoniare ciò che non ci era mai capitato di leggere. Un ‘lapidario’ rivolto ad un  Carlo Gambetta che con coraggio, costanza, incurante del ‘potente signorotto’ di turno o del tornaconto temporale, ha sempre cercato di combattere la battaglia, forse persa, della legalità, della corretta, completa,  seria informazione. Da Gambetta, da giornalisti professionisti, ci è capitato spesso di imparare. Che si consiglia, non si ritiene Cesare. Non ripaga con l’odio verso chi lo odia.

Gambetta accusato di stravolgere la realtà al punto che in un solo caso, 15 anni di collaborazione prima a Trucioli Savonesi e poi a Trucioli.it, abbiamo ricevuto una rettifica. In un altro caso una querela che l’ha visto prosciolto già con richiesta del pubblico ministero al Gip che ha condiviso.

Nel delirante j’accuse del ‘signor #ideaNoli’ mancherebbe solo  l’aggettivo, ma è ben sottinteso, diffamatore e bugiardone seriale. Se questo è la farina del sacco, non c’è da stupirci se Noli sia l’unico comune della provincia di Savona in cui un cittadino italiano ha citato in giudizio non solo un sindaco in carica, ma sempre a titolo personale ex sindaci, funzionari comunali ed ex, che dovranno difendersi davanti al tribunale civile di Savona. Citati con richiesta danni per il loro operato nella pubblica amministrazione e non già come privati cittadini.

Noli è l’unico dei 69 comuni della provincia  che in pochi anni ha visto alternarsi ben 9 segretari comunali. Ed è rimasto quasi sguarnito di dirigenti apicali.

Noli è l’unico Comune della provincia per il quale il ‘difensore civico’ della Liguria, l’ex procuratore capo della Repubblica di Genova, Francesco Lalla,  ha indirizzato un ‘richiamo scritto’ per ‘reiterata omissione  di risposta scritta da parte del sindaco a interpellanze…’.

Noli è l’unico caso in cui chi fa giornalismo da oltre mezzo secolo senza condanne per diffamazione in sede civile e penale, si ritrova un vice sindaco, Debora Manzino, amministratrice di condomini e di box, che intima la rimozione di una sua foto inserita in una notizia di cronaca di trucioli.it. Immagine che la stessa aveva reso pubblica postandola in evidenza nella sua pagina Facebook, lo sfondo il logo del 118 / Croce Bianca in cui è milite. Non paga, al nostro categorico rifiuto di rimozione e rimasto tale, la signora Manzino ha ritenuto doveroso rivolgersi all’allora comandante la stazione dei carabinieri affinchè intercedesse con la sua autorità morale e militare.

Nel nostro lavoro informativo ci siamo sempre affidati al rispetto della legge e al ‘giudice supremo’, i lettori. Possono condividere o meno, criticare e dissentire verso chi non è infallibile. E il primo patrimonio giornalistico del galantuomo collaboratore Gambetta, unitamente alla credibilità, è ben rappresentato dalle visualizzazioni settimanali dei suoi articoli. Sempre al di sopra di quota 400.

Siamo gli unici detentori della verità ? Nessuno ha mai preteso tanto, siamo invece rimasti una minoranza, spesso solitaria, a fare un’informazione che non fa sconti e rimettendoci di tasca propria. Un tempo, nelle redazioni locali, ma non solo, c’era lo spauracchio di ‘prendere il buco‘ dalla concorrenza, ovvero perdere una notizia di un certo rilievo. Gambetta e trucioli.it hanno perso il conto dei ‘buchi dati’. E come non bastasse, in omaggio ai rispettivi lettori di social e quotidiani locali, la notizia persa non viene ripresa. Ignorata. Un’arma neppure segreta per delegittimare, fare terra bruciata a chi non è allineato. Una strategia che ben si sposa con ‘#ideaNoli. Lucio Fossati sindaco’. (L. Cor.)

L.Corrado

L.Corrado

Torna in alto