Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lo spillo/ Ma scricchiola l’Impero Toti

Scricchiola l’Impero di Toti ? La batosta elettorale rimediata a Savona costituisce per il Centrodestra un serio campanello di allarme in vista delle Comunali di Genova del prossimo anno e persino per le future regionali.

di Lo Spillo

PRESENTATA  A ROMA LA CAMPAGNA DI PROMOZIONE DELLA LIGURIA 2021/2022. TOTI, “L’ESTATE HA REGISTRATO UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI E SIAMO PRONTI A SCOMMETTERE SUL FUTURO”

L’Impero di Toti fino a qualche tempo fa sembrava invulnerabile, poi il Governatore ha cominciato a dare troppo retta all’ambiziosissimo amico, consulente, onnipresente sui media. Matteo Bassetti, primario di infettivologia del San Martino di Genova, presenze quasi quotidiane in Tv, interviste sui quotidiani, ha sposato la linea impopolare del green pass ovunque anche per respirare…( in pratica un surrettizio obbligo vaccinale) che gli ha fatto perdere molti consensi tra i ” liberali” ( basti guardare all’alto numero di astenuti e agli attacchi social di ex elettori di centrodestra delusi dalla svolta all’insegna dell'”oltranzismo Vaccinista” del Governatore Ligure).

Anche se nessuno può negare che il numero dei funerali è drasticamente crollato e le pompe funebri non hanno più problemi di approvvigionamenti.  Non c’è più l’assalto alle ‘rianimazioni’. Il 90% delle attività economiche sono quasi tornate alla normalità e a fine anno forse  termina lo ‘stato di emergenza’. Oppure si andrà ad un’altra proroga ?

Aggiungiamo tuttavia gli errori macroscopici commessi a livello locale, con la Sindaca uscente di Savona, Ilaria Caprioglio, scaricata frettolosamente perché non sufficientemente organica alla Corte di Toti, la scelta in extremis dell’ onesto ma scialbo Schirru, il crollo di Forza Italia che con Melgrati alla guida non è riuscita neppure ad eleggere un candidato ottenendo percentuali elettorali “LILLIPUZIANE“,

Le divisioni tra i partiti con la Lega di boss Ripamonti impegnata a contrastare l’ascesa dei Totiani più che a costruire una convincente offerta politico amministrativa per Savona. La performance non entusiasmante di Fratelli di Italia (storicamente, però, in difficoltà in una città “rossa” come Savona….).
Un Impero, quello di Toti, che comincia a scricchiolare malgrado le scontate affermazioni di Loano e Diano Marina con buona pace di Vaccarezza e degli altri fedelissimi del Presidente che sembrano non accorgersi che la Luna di Miele con gli elettori sta volgendo al termine. Senza contare che san Berlusconi non ha ancora perdonato il ‘tradimento Toti‘ che resta, a livello nazionale, con ‘Coraggio Italia’ all’1,4%.  Urgono rimedi, prima che sia troppo tardi…
Lo Spillo
COMUNICATI STAMPA /
PRESENTATA  A ROMA LA CAMPAGNA DI PROMOZIONE DELLA LIGURIA 2021/2022.
TOTI, “L’ESTATE HA REGISTRATO UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI E SIAMO PRONTI A SCOMMETTERE SUL FUTURO”.
GENOVA. È stata presentata questa sera al Teatro Centrale di Roma la campagna di promozione della Liguria che ha visto il suo esordio nella scorsa edizione del Festival di Sanremo e che si arricchisce di due nuovi episodi per l’edizione autunno inverno 21/22. Ancora una volta l’attore ‘cameriere’ Maurizio Lastrico ha fatto da pacere durante le schermaglie di una coppia, interpretata da Claudia Potenza e da Nicolas Vaporidis. Il messaggio di Lastrico è chiaro: la Liguria è bella sempre e comunque, al mare e in montagna, d’estate e d’inverno. La campagna presentata questa sera a Roma dal presidente Giovanni Toti, insieme all’assessore al Turismo Gianni Berrino, al regista Fausto Brizzi e all’attrice Claudia Potenza, andrà in onda sulle principali reti televisive nazionali e sui social.
“Abbiamo deciso di realizzare un sequel della campagna estiva – ha spiegato il presidente Giovanni Toti – per promuovere la nostra bellissima regione, confortati dal grande successo della precedente campagna e soprattutto dai numeri che il turismo ha fatto registrare in Liguria in questa estate, con quasi 7 milioni di visitatori tra giugno e agosto. Ringraziamo il regista Fausto Brizzi che è bravo e fortunato visto che nel 2021 abbiamo battuto il record dei visitatori”.
“Avevano scommesso su una grande stagione turistica ipotizzando 8 milioni di presenze ma siamo già a 8 milioni e 400 mila e siamo ancora ad ottobre – ha spiegato l’assessore al Turismo Gianni Berrino -; sappiamo che la destagionalizzazione sarà un’arma in più per una regione che come dice gli spot è splendida in tutti i periodi dell’anno”.
“La campagna presenta diversi claim – ha spiegato il regista Fausto Brizzi – che si rifanno ironicamente a grande campagne popolari della comunicazione italiana. Una formula vincente che abbiamo deciso di riproporre per lanciare un messaggio ancora più chiaro: la Liguria è rimasta come sempre uno scrigno di bellezza. Uno scrigno di cui sono sempre più innamorato, tanto da aver comprato casa in Liguria e tanto da sentirmi Ligure a tutti gli effetti”.
TURISMO: AGOSTO DA RECORD IN LIGURIA RISPETTO AL 2019.
PRESIDENTE TOTI E ASSESSORE BERRINO, “DATI DEFINITIVI AGOSTO CONFERMANO VERA RIPARTENZA SETTORE, SODDISFATTI PER RITORNO STRANIERI ‘A CORTO RAGGIO’”.
GENOVA. Agosto da record in Liguria, con presenze turistiche che hanno sostanzialmente eguagliato e in alcune province superato – nell’area metropolitana genovese (+5,24%) e nello spezzino (+2,42%) – quelle di agosto 2019, pre-pandemia da Covid-19. È quanto emerge dall’analisi dei flussi dell’Osservatorio turistico regionale, ormai definitivi per quanto riguarda il mese più importante dell’estate, in cui si è registrato il tutto esaurito nelle strutture ricettive. Per le seconde case le agenzie immobiliari hanno rilevato ad agosto un overbooking con richieste addirittura superiori all’offerta di mercato.
“Siamo davvero soddisfatti: i mesi estivi e agosto in particolare hanno segnato un’estate di ripresa per tutti gli operatori del settore – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – dopo le pesanti ripercussioni della pandemia. Regione Liguria ha voluto, con tutte le sue forze, sostenere il rilancio e la ripartenza di un asset fondamentale per l’economia e l’occupazione del nostro territorio, continuando a puntare sulla promozione, come dimostra la campagna che presenteremo questa sera nella Capitale. L’obiettivo è rendere ancora più attrattiva la Liguria che non è solo mare ma anche cultura, entroterra, natura e ovviamente enogastronomia: un messaggio che i turisti colgono appieno, visti i risultati raggiunti”.
“Siamo molto soddisfatti per i risultati di agosto e complessivamente per quelli di tutta l’estate: attendiamo non solo i dati di settembre ma anche quelli di ottobre – aggiunge l’assessore al Turismo Gianni Berrino – visto che, per il bel tempo che sta perdurando, l’estate turistica in Liguria si sta dilungando ben oltre le aspettative. Non dobbiamo però dormire sugli allori: questo risultato deve essere un punto di partenza da consolidare in attesa del 2022 quando sarà necessario aumentare i nostri sforzi nella promozione, soprattutto nelle fiere internazionali e negli altri strumenti di sostegno al comparto turistico per rendere la nostra regione ancor più attrattiva e competitiva”.
Per quanto riguarda gli stranieri, l’aspetto più significativo riguarda il ritorno di turisti a corto raggio, provenienti da paesi vicini come Svizzera, Germania, Francia mentre sono sostanzialmente mancati americani, russi, australiani per ragioni legate ancora alla pandemia da Covid-19 e alle difficoltà per gli spostamenti aerei sulle lunghe distanze.
A livello regionale, ad agosto di quest’anno rispetto ad agosto 2019 si è registrato complessivamente un aumento dell’1,53% di presenze (pernottamenti) degli italiani con un calo del 4,85% degli stranieri.
Per quanto riguarda le province, ad agosto di quest’anno rispetto al 2019 l’area genovese segna complessivamente una crescita del 5,24% con un aumento delle presenze sia degli italiani (+9,56%) sia degli stranieri (+0,26%); la provincia di Spezia registra complessivamente una crescita del 2,42%, con aumento significativo degli italiani (+21,11%) e un calo degli stranieri (-13,14% legato in gran parte alla mancanza del turismo di lungo raggio nelle Cinque Terre); nell’imperiese il mese di agosto 2021 rispetto allo stesso mese di due anni fa si registra un calo complessivo del 2,89%, con un lieve aumento gli italiani (+0,12%) e un calo degli stranieri (-8,02%). In controtendenza il savonese, con un aumento degli stranieri (+1,46% soprattutto francesi e tedeschi) e un calo degli italiani (-5,18%). Complessivamente la provincia di Savona registra un -4%. Soddisfacenti anche i dati anche relativi al confronto tra il mese di agosto del 2020 e lo stesso mese di quest’anno, con un incremento del 14,87% delle presenze a livello regionale.
CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME, ASSESSORE SCAJOLA:
SIANO IL GOVERNO E IL PARLAMENTO A RISOLVERE LA QUESTIONE

E A TUTELARE LE IMPRESE E NON I TRIBUNALI.

GENOVA. “La questione balneare è centrale per l’Italia e la sua economia. Non a caso come coordinatore del Tavolo nazionale del Demanio Marittimo della Conferenza delle regioni mi sono speso insieme a tutti gli altri colleghi delle regioni italiane per dare certezze e tutele alle 30.000 imprese balneari che oltre a essere una fetta importante della nostra economia, rappresentano anche la storia e la tradizione del nostro Paese. Voglio sperare che quanto verrà stabilito dal Consiglio di Stato sia assolutamente favorevole alle legittime richieste del nostro settore balneare, tuttavia resto convinto che una problematica di questa rilevanza debba essere affrontata e una volta per tutte risolta, nelle sedi più opportune che sono il Parlamento e il Governo e non i tribunali. Così l’assessore di Regione Liguria e coordinatore del tavolo nazionale sul Demanio Marittimo della Conferenza delle Regioni, Marco Scajola, in merito alla trattenuta decisione da parte del Consiglio di Stato sulla legge 145 del 2018 che prevede l’estensione fino al 2033 di tutte le concessioni in scadenza nel 2020.

Avatar

Trucioli

Torna in alto