Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Sansa: ‘Toti scelse l’amico Fidanza come consulente in turismo’. Vaccarezza: ‘Parla l’esperto in disinformazione’. Il caso Mussolini a Finale. E Fiore in camicia nera era accolto a Loano

Fuori d’artificio per il bene comune o becere rivalità politiche tra ‘galli del pollaio’ a 14 mila € al mese di indennnità ?Ferruccio Sansa, già candidato presidente e capogruppo all’opposizione: “Giovanni Toti aveva scelto il suo amico Fidanza come consulente in materia di turismo, ma oggi tace di fronte a chi gli ha chiesto spiegazioni di quella scelta.” Cambiamo con Vaccarezza: ” Sbigottiti per la foto del profilo di Mussolini usata dal consigliere per attaccare Giovanni Toti con un testo, come sempre sconclusionato, scritto in un italiano stentato”. Intanto a Finale Ligure, con il centro sinistra, Mussolini resta ‘cittadino onorario’.

FERRUCCIO SANSA GIÀ CANDIDATO PRESIDENTE E CAPOGRUPPO LISTA SANSA IN REGIONE LIGURIA: SIAMO CON LA CGIL E CON MAURIZIO LANDINI (basta con le ambiguità di Meloni, Salvini e Toti)

Pagina Facebook Ferruccio Sansa personaggio politico / Oggi (12 OTTOBRE 2021) ho scritto un messaggio a Maurizio Landini. Siamo con lui, con la Cgil. Sembra ovvio, ma non lo è, per questo bisogna dirlo. Siamo con la Cgil perché con la sua storia e il suo impegno ha tutelato generazioni di lavoratori e cittadini. Anche noi, quindi. Siamo con il suo segretario, Maurizio Landini, perché con la sua preparazione e la sua passione è una presenza preziosa per tutti noi. Siamo con la Cgil anche perché il fascismo oggi esiste. Ed è ancor più necessario dirlo perché tanti partiti – anche tra i maggiori come Fratelli d’Italia e la Lega – assumono posizioni ambigue, inadeguate. Francamente penose.
Oggi un articolo dell’ottimo Giovanni Tizian su Domani ( Editoriale Domani S.p.A fondato  da Carlo De Benedetti ndr) ricorda che gli estremisti di estrema destra arrestati a Roma sono ospitati in un immobille di proprietà della fondazione Alleanza Nazionale. Giorgia Meloni, come ricorda Tizian, ha chiesto mille volte che fossero sgomberati gli immigrati, ma non ha mai sfrattato gli estremisti di destra dall’appartamento di Alleanza Nazionale.
Ricorda ancora Tizian la posizione ambigua di Meloni di fronte alle inchieste giornalistiche che hanno toccato Carlo Fidanza, eurodeputato di Fratelli d’Italia con frequentazioni molto scomode negli ambienti dell’estrema destra lombarda. Noi aggiungiamo che Giovanni Toti aveva scelto il suo amico Fidanza come consulente in materia di turismo, ma oggi tace di fronte a chi gli ha chiesto spiegazioni di quella scelta.
Conclude Tizian che figure di spicco della Lega vicine a Matteo Salvini e da lui indicate per compiti di responsabilità hanno rilasciato dichiarazioni allarmanti: “Sono orgoglioso di partecipare alle iniziative dei fascisti”. Ricorda ancora Gianluca Roselli sul Fatto  Quotidiano che, quindici anni fa, l’estremista di destra Roberto Fiore “si alleò con Berlusconi e il centrodestra”.
Per farsi un’idea completa dei legami tra la Lega, il centrodestra e gli ambienti estremisti della destra italiana vi consiglio di leggere “I demoni di Salvini“, un illuminante libro inchiesta del grande giornalista Claudio Gatti (edizioni Chiarelettere).
Sì, oggi bisogna stare con la Cgil. Per respingere l’infame assalto di sabato, ma anche perché bisogna parlare con chiarezza. Come Fratelli d’Italia, Lega e Toti non fanno.
COMMENTI – Davide Badano  (volontario pubbliche assistenze a Finale e Noli)-  Ieri a Finale Ligure il Consiglio Comunale ha deciso di non togliere la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, data nel 1927. Secondo il Sindaco di Finale (avv. Ugo Frascherelli  ndr) le motivazioni sono: 1) perché non si cancella la storia, 2) perché non se ne può dare una colpa ai nostri nonni e bisogna, 3) perché sarebbe un falso storico 4) perché da 76 anni nessuno si è posto il problema di togliere questa onoreficenze, ci sarà un motivo. E questa è una giunta pseudo di centrosinistra appoggiata dal PD. Sottolineo che in un momento di lucidità i consiglieri comunali del PD presenti (altri erano contrari) hanno votato a favore della mozione perché si togliesse la cittadinanza onoraria. Ma tra consiglieri di maggioranza e consiglieri di minoranza (CDX) la mozione non ha ottenuto il risultato sperato. Resto concittadino di un dittatore.

Stefania Tedeschi (Laureata all’Università degli Studi di Genova – Facoltà di Scienze della Formazione).Ha frequentato ITCG – Ma se sono i sindacati ad aver chiesto al governo di introdurre l’obbligo vaccinale! 1 settembre 2021,lettera firmata da Cgil, Cisl e Uil…con tanto di firma di Landini!! Poi il governo non volendo prendersi la responsabilità su eventuali effetti collaterali, ha approvato la pagliacciata del greenpass…..buttandola lì, senza un minimo di organizzazione…sperando di indirizzare tutta la popolazione verso il vaccino!

Siamo considerati un branco di pecoroni, che a testa bassa accetta tutto ciò che gli viene imposto!
Hanno dato il lavoro disagiato al personale Ata, quando sono anni che la categoria portuale aspetta.…e a breve verranno tolti anche i 3 gg di malattia pagati dall Inps….ma di cosa stiamo parlando?! Tutela del lavoratore?! Ma dove?! Da chi?? Pur non condividendo certe azioni, quando si arriva a questi punti, due domande bisogna farsele….soprattutto guardando ai paesi vicini che non hanno imposto nessun obbligo e invece hanno investito sui tamponi. Sono curiosa di vedere dal 15 cosa succederà.
REPLICA A SANSA DI CAMBIAMO CON IL CAPOGRUPPO ANGELO VACCAREZZA:

SANSA USA UNA FOTO DI MUSSOLINI PER ATTACCARE TOTI

LA POLITICA PRENDA LE DISTANZE DAL CONSIGLIERE 

“Aprendo oggi Facebook siamo rimasti inorriditi quando ci siamo imbattuti nel post di Ferruccio Sansa. Non ci ha colpito tanto il testo, come sempre sconclusionato, scritto in un italiano stentato e nel quale vengono messe insieme vicende diverse, tanto per fare buon peso. Ci ha lasciato sbigottiti la foto del profilo di Mussolini usata dal consigliere per attaccare Giovanni Toti. Pensavamo che Sansa avesse raggiunto il fondo già da tempo, ma in tutta evidenza si è messo a scavare di buona lena”: così i consiglieri regionali di Cambiamo! sul post di questa mattina firmato da Ferruccio Sansa.

“Accostare l’immagine di Giovanni Toti a quella di Benito Mussolini è un’operazione di propaganda politica degna, questa sì, dei peggiori metodi fascisti – proseguono i consiglieri arancioni – Peraltro il presidente ha da subito espresso la sua vicinanza alla CGIL per quanto successo sabato scorso, condividendo con il sindacato, anche a costo di essere vittima di un vero e proprio linciaggio sui social da parte di quell’elettorato no vax cui diversi partiti che sostengono Sansa hanno sempre strizzato l’occhio, la posizione su vaccinazioni e Green Pass. Temi sui quali il consigliere di opposizione ha sempre tenuto, invece, posizioni ambigue, contribuendo a fare disinformazione”.

“In tutta evidenza Sansa vuole centrare una serie di record negativi – concludono i consiglieri di Cambiamo! – Dopo essere stato il candidato presidente meno votato della storia, oggi è anche protagonista di uno dei punti più bassi mai toccati dalla politica ligure negli ultimi decenni. Rivolgiamo un appello al Partito Democratico e alle altre anime del centrosinistra, affinché anche loro vogliano prendere le distanze dalla macchina del fango del consigliere Sansa, perennemente accesa. Il post di oggi non può e non deve essere accettato, da nessuno. Onestà intellettuale consiglierebbe allo stesso Sansa di chiedere immediatamente scusa, ma da lui ci aspettiamo solo che possa ancora peggiorare la situazione. Dalle altre forze politiche, invece, ci aspettiamo appunto una presa di distanza netta e chiara da certi metodi, che non possono appartenere ad una società democratica”.

“Aprendo oggi Facebook siamo rimasti inorriditi quando ci siamo abbattuti nel post di Ferruccio Sansa. Non ci ha colpito tanto il testo, come sempre sconclusionato, scritto in un italiano stentato e nel quale vengono messe insieme vicende diverse, tanto per fare buon peso. Ci ha lasciato sbigottiti la foto del profilo di Mussolini usata dal consigliere per attaccare Giovanni Toti. Pensavamo che Sansa avesse raggiunto il fondo già da tempo, ma in tutta evidenza si è messo a scavare di buona lena”: così i consiglieri regionali di Cambiamo! sul post di questa mattina firmato da Ferruccio Sansa.

VEDI TRUCIOLI.IT DEL N.54 DEL 7 OTTOBRE 2021…FIDANZA A SAVONA, LOANO E DIANO MARINA…..

OGGI ROBERTO FIORE A ROMA IERI IN CAMICIA NERA ACCOLTO E ACCLAMATO A LOANO

LA FOTO DE ‘LA REPUBBLICA’ DI DOMENICA 10 OTTOBRE. TITOLO: LA REGIA NEOFASCISTA DI FIORE SEGRETARIO NAZIONALE DI FORZA NUOVA E CASTELLINO, SORVEGLIIATO SPWECIALE E PLURI – DISPATO. Sono in molti a chiedersi perchè la polizia di stato e la sua intelligence non l’abbiano fermato subito, ancora prima di salire sul palco dove ha arringato la folla e annunciato l’assalto alla sede della Cgil rimasta sorvegliata solo da un dozzina di poliziotti che sono stati facilemnte sopraffatti dai manifestanti no vax, estremisti di ogni risma e sobillatori delle pizze.

 

A Loano già negli anni ’90 Roberto Fiore, da segretario nazionale di Forza Nuova, fece diverse ‘visite’ in occasione di periodi elettorali. Inizialmente accolto anche dai locali dirigenti del MSI che non avevano certo fama di  estremisti neri. Fiore la prima volta (il Pci a Loano era ora il secondo ora il terzo partito) incontro i simpatizzanti al G.H. Garden Lido sotto la ‘discreta sorveglianza’ di tre agenti dell’allora Digos (prima I.G.O.S) allora diretta dal dr. GB. Bianchi  e prima ancora (periodo della Bombe Nere 1974-’75 dal dr. Luigi Lanza poi dirigente  della Polizia Amministrativa fino alla pensione). Una piccola curiosità. Non avendo testimoni o foto, possiamo solo aggiungere che ad accogliere Fiore, forse per semplice e casuale curiosità, c’è era un giovane loanese già simpatizzante del MSI, poi Dc e che ha fatto un’eccellente carriera politica.

A SAVONA STRISCIONI DI FORZA NUOVA 10 NOVEMBRE 2017

25 LUGLIO 2011 -FORZA NUOVA APRE UNA SEDE AD ALBENGA –  Matteo Ricci Mingani è stato eletto coordinatore di Forza Nuova per la città di Albenga. “Sin da giovanissimo militante nel Movimento Sociale ingauno – si legge in una nota del partito – dopo il tradimento di Fiuggi, non esitò a scegliere la via della coerenza, non esitò di scegliere di stare al fianco della gente, non esitò neanche un minuto di abbandonare decenni di battaglie sociali per entrare in un consiglio di amministrazione”.

ALBENGA 6 FEBBRAIO 2012 – Albenga. Il segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore, sentito il parere del coordinatore regionale Massimo Lionti, comunica l’espulsione immediata dal Movimento per indegnità di Matteo Ricci Mingani e la relativa chiusura della sezione ingauna di Forza Nuova. Forza Nuova inoltre diffida Matteo Ricci Mingani dal dichiararsi responsabile locale del Movimento e a rilasciare dichiarazioni a nome e per conto di Forza Nuova. “L’impegno degli uomini e delle donne di Forza Nuova in provincia di Savona non viene certamente meno. Anzi. La segreteria provinciale del Movimento annuncia una grande manifestazione nelle prossime settimane per protestare contro la politica economica del governo Monti” riferisce Massimo Lionti.

MINGANI INTERVISTATO IL 16 DICEMBRE 2016 VEDI………

16 FEBBRAIO 2017 – Davanti alle telecamere delle Iene, Mignani ha ammesso di essere effettivamente il titolare della società con sede in Bulgaria “Edinet” e di avere il dominio di 162 siti dei quali, una 30ina di bufale.

Avatar

Trucioli

Torna in alto