Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Presidente Confcommercio testimone: Cane abbandonato in auto nel diluvio, i vigili rompono un vetro per liberarlo. Potevano farlo?

Candidata alle regionali nella lista Cambiamo del presidente Toti. Lorenza Giudice presidente Confcommercio di Albenga e cittadina di Garlenda. “Chiedo agli Avvocati: durante la tempesta d’acqua i Vigili hanno rotto il vetro di un’auto per fare uscire un cane. Possono?”

Piero Drago chiede: perchè il cane era stato lasciato in auto da solo ?

Lorenza Giudice: “Stava piovendo pazzescamente e da quello che ho visto sono scesi dall’auto per mangiare. Dopo l’accaduto stavamo salendo sulla nostra auto parcheggiata dietro la loro e ci hanno chiesto indicazioni per sapere come raggiungere il Comando. La signora di una certa età era disperata perché avevano preso il cane anziano”.

Manila BalbiOltre ad acqua con il temporale alcuni cani impazziscono povere bestie… Hanno fatto benissimo i vigili… Stai tranquilla che qualche avvocato ci sarà che dice che non è possibile.

Paolo Carrera – Assolutamente così Manila, intanto salviamo il cane poi al vetro penseremo dopo…Riferendoci all’articolo 727 del Codice Penale, il testo integrale: “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze.”Inoltre sentenza n. 14250 del 2015 della Corte di Cassazione, sez. penale ha sancito che lasciare il cane chiuso all’interno dell’auto per un tempo consistente integra la fattispecie del reato di abbandono di animali di cui all’art. 727 co. 2 c.p.. Rilevanza penale.

Marco Desiderato- Hanno fatto benissimo ! Va punito severamente il proprietario!
Matte ManfreSecondo me non sarebbe neanche da fare come domanda.. il cane in macchina chiuso non deve starci.
Marco Meinardi – Per quanto ne so io, quando sussistono rischi concreti per la vita di un animale chiuso in una auto (calore o altro) è consentito, ove non vi siano altre soluzioni, rompere un finestrino per liberare l’animale. In diverse occasioni questa procedura è stata messa in atto anche dalle forze dell’ordine.
Emanuela Preve (avvocato)- Secondo me ci sono delle esimenti che fanno venir meno il reato ad es. lo stato di necessità.
Maria Pia Merlini- Signora Giudice mi meraviglio della Sua domanda, gli Agenti di Polizia Locale sono preparati per dare aiuto anche agli animali. Se subentra uno stato di necessità l’Agente in questione agisce, non se lo dimentichi. Ringraziamo FORZE DELL’ORDINE CHE ANCHE ORA STANNO LAVORANDO PER NOI.
Francesco Bianco- In presenza di un rischio per la vita (anche nel caso di un cane in un’auto chiusa al sole) è legittima l’azione (proporzionata al pericolo) che può portare ad un danneggiamento e, maggiore è l’urgenza per salvare la vita, più ampia è la legittimazione a “danneggiare”, se questo è l’unico modo per salvare una vita. Se poi il “danneggiato” si identifica nella stessa persona che ha esposto al rischio, oltre danno c’è anche una denuncia.
Maria Pia Merlini – Forse per la signora Giudice è più importante che un auto rimanga integra, piuttosto che salvare un animale.
Lorenza Giudice – Ma non dica sciocchezze a sparare giudizi inappropriati, neppure mi conosce! L’auto non era la mia ho solo assistito a due persone che hanno mangiato toast vicino a dove ero io e ho assistito ad un accadimento. A diversità di Lei non giudico mi informo. Anzi faccia una cosa, non mi segua se le sembro così poca !!!
Giorgio Marchiano – No, non possono. Sono degli ignoranti presuntuosi , semmai dovevano aspettare il proprietario per chiarire la circostanza e non agire d’impulso senza un chiaro motivo di salvezza del segugio , seppure da solo, ma in un ambiente protetto in un contesto temporalesco senza pericolo di vera allerta ! Chiedano scusa al proprietario e finisca il tutto con un rimborso spese del vetro dell’automobile .
Lorenza Giudice Rispetto le Forze dell’Ordine, amo gli animali, non posseggo auto di lusso.
Paolo Carrera – Se hanno valutato il possibile e concreto rischio di vita del cane all’interno del veicolo chiuso a chiave direi assolutamente si! E ancora… Riferendoci all’articolo 727 del Codice Penale, il testo integrale: “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze.”
Lorenza Giudice – A scanso di equivoci:
-L’auto non era mia
-Il cane non era abbandonato
-La domanda era pertinente
– Gli interessati erano turisti
– Il luogo non è stato indicato (non è Albenga)
– Ho potuto vedere gli accadimenti in tempo reale come spettatore, proprio come ieri quando ho pubblicato l’elicottero, eppure nessuno ha pensato che lo stessi guidando o lo avessi abbattuto. Vi saluto tutti con l’ironia dovuta ai contenuti.
Alessio Briano – Comunque sia, visto che non sono presenti i protagonisti di questa situazione, se io trovassi i pompieri che liberano il mio cane chiuso in macchina, rompendo un vetro, mi vergognerei come un ladro…
Bruno Alberto de Blasio – Dipende se c’erano i presupposti per farlo, cioè se il cane era in pericolo di vita. Lasciare un cane in auto non è un reato se ci sono le condizioni di sicurezza. Certo che se lo lasci a 40 gradi per qualche ora devono rompere la macchina non il vetro…
Avatar

Trucioli

Torna in alto