Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano: Lettieri pio aspirante sceriffo. Stop commercio abusivo dei disperati della terra. Piccinini: I buoni propositi non bastano. Nelle due liste né operai, né casalinghe: record storico. Ultima ora: si è dimesso il dirigente dr. Caballini

Una priorità per lo sviluppo socio economico dei loanesi. Per il futuro benessere. Per un turismo d’élite. Una migliore qualità di vita e di ambiente. Un impegno per le generazioni a venire. Per una maggiore coscienza collettiva: meno CO2 almeno  sulle strade urbane e accelerare le energie rinnovabili (vento e sole), più progetti nell’economia circolare. Eccola. ULTIMA ORA – Si è dimesso da dirigente Utc, dr. Aldo Caballini.

IL DR. ALDO CABALLINI HA RASSEGNATO LE DIMISSIONI (IRREVOCABILI?)

Il dr. Aldo Caballini dimissionario nella foto pubblicata da IVG quando nel dicembre 2019 era stata pubblicata una sua lettera.

Il 15 giugno 2016 il sindaco Luigi Pignocca con  decreto “affidava al dott. Aldo Caballini, dirigente a tempo indeterminato di questo Comune, con decorrenza dalla data odierna e fino alla scadenza del mandato del Sindaco, la direzione dell’Area 3, in particolare, dei seguenti servizi: Urbanistica, Edilizia Privata, Lavori Pubblici, Gare e appalti, Demanio Marittimo, Sviluppo portuale, Ambiente, Officina, Verde Pubblico, Manutenzioni e impianti, Demanio stradale e trasporti, Demanio cimiteriale…”-
Il dr. Caballini che il 12 dicembre 2019 in una lettera a Ivg.it rendeva noto: “…Prima di esprimere la mia opinione tengo a chiarire che, come ho sempre detto (a chi me l’ha chiesto…) che ho preso la tessera del PD….”- Che il 12 agosto 2021 sempre con Ivg.it inviava una lettera aperta: Caro Sindaco dott. Luigi Pignocca, è giunto il momento dei saluti. Una normativa che equipara i sindaci ai presidenti USA (non più di due mandati….) non ti consente di proseguire nella tua esperienza di amministrazione del Comune di Loano. Hai fatto molto per questa Città e altri potranno godere delle ultime opere pubbliche che sei riuscito ad iniziare e che vedrai completare da “pensionato”.
Hai dedicato dieci anni della tua vita con impegno che ho avuto modo di apprezzare personalmente; la tua conoscenza di ogni angolo di Loano è sorprendente, ma sappiamo entrambi che la riconoscenza è una merce molto rara. Quando eri Assessore al Demanio con la giunta Vaccarezza mi hai dato la possibilità di portare a termine quell’opera di fondamentale importanza che è il nuovo porto turistico di Loano. Un’opera iniziata da un grande Sindaco, l’avvocato Mario Rembado, e da un grande Dirigente, il capitano Gennaro Mazzitelli. Noi abbiamo avuto l’onere e la fortuna di portare a termine ciò che altri hanno iniziato; e ne abbiamo avuto sempre consapevolezza e rispetto……

Ti ringrazio per avermi dato fiducia.
Ti ringrazio per avermi positivamente valutato.
Ti ringrazio per avermi sopportato.
Ti ringrazio per avermi coinvolto.
Ti ringrazio per essere stato professionale, sindaco, decisore ma con rispetto, bravo nell’ascoltare tutti e buono di natura, con tutti.
Ma ti ringrazio ancor di più per l’onestà materiale e morale che hai sempre dimostrato in tutti e due i mandati amministrativi. Caro Luigi, un abbraccio sincero.

Aldo Caballini
Dirigente UTC

Dimissioni protocollate e revocabili ? Certamente. Andrà in pensione? Ha maturato gli anni recuperando i mesi in cui faceva il bagnino ai Bagni Perelli ?  Resta il mini coupe de teatre di un personaggio, missionario servitore della comunità, che si era affidato ai mass media per far conoscere tutta la sua verità. E voci ricorrenti parlano di una lunga intervista che dovrebbe andare in onda, sempre grazie all’indipendente Ivg.it, pure organo di informazione da Palazzo Doria, con l’ultimo commovente saluto del dirigente, fedele nei secoli alla sua missione terrena.  Dopo Pignocca sarò riconfermato ? E’ in ottimo rapporti con Lettieri e l’assessore BurasteroLeggi anche la lettera a trucioli.it del dirigente Caballini del 18 febbrario 2021…….

————-

L’assai probabile futuro sindaco, da 24 anni al servizio della comunità, Luca Lettieri, leghista, si impegna e promette: “Più telecamere e agenti, controlli diffusi e contrasto al commercio abusivo”. E per un cronista che ha subito la più scioccante rapina notturna, in casa sua, nel sonno, narcotizzato per 8-9 ore e quattro furti molto strani (compreso un  papagallo ‘parlante’), salti mortali di gioia. Finalmente sicuri in casa nostra.

Con Lettieri lotta senza quartiere ai disturbatori del quieto vivere e basta commercianti da bazar. Loano sarà stella polare dell’ordine e legalità. Dopo lunghi anni di  impunità galoppante. Trucioli.it può vantare una riserva di decine e decine di istantanee di Loano “fa come ti pare e riuscirai quasi sempre a farla franca”.  Da ponente a levante, dal centro in periferia. Pure pollai e  baracche in lamiere trasformate in ville per poveri artigiani edili e non, perlopiù calabresi. Progetti e sanatorie ad opera di professionisti locali che vanno per la maggiore. Fossero cantanti si direbbe “di grido’. Nulla contro i tanti cittadini perbene di quella regione migrati nella città dei Doria di cui si può andare fieri.

LETTIERI GIOVANE SCERIFFO DAL VOLTO UMANO- DA IVG.IT- 15 SETTEMBRE 2021- 

L’addetto stampa del Comune di Loano al lavoro per conto del suo editore, la Edinet Srl di Pietra Ligure, contratto in scadenza con il fine mandato di Pignocca, ma coscienziosamente cooptato dal successore potenziale, Lettieri. Ecco il bravo Berto video intervistatore imparziale del suo ‘datore di lavoro’ felicemente ripreso dall’assessore alla Polizia urbana uscente dr. Enrica Rocca

Sicurezza, Lettieri: “Più telecamere e agenti, controlli diffusi e contrasto al commercio abusivo. Potenziamento e manutenzione dell’impianto di videosorveglianza, massima collaborazione con le Forze dell’ordine, incremento del numero di agenti del Corpo di Polizia locale e contrasto al commercio ambulante abusivo. Porteremo avanti i progetti sulla sicurezza urbana partecipata volti a garantire una migliore qualità della vita dei cittadini – spiega il candidato Sindaco Luca Lettieri –. Ciò anche attraverso la collaborazione con le realtà del ‘Terzo Settore’ che operano nel campo dell’educazione alla legalità e del contrasto alle forme di violenza. Proseguiremo il progetto ‘Controllo di vicinato’ e installeremo nuove telecamere di videosorveglianza  (quelle esistenti sono almeno una novantina e speriamo tutte funzionanti e nessuna rivolta verso il muro) nelle zone dove si sono creati i gruppi aderenti al progetto”.

“Effettueremo la manutenzione e l’ammodernamento dell’impianto di videosorveglianza comunale e daremo impulso alle convenzioni con i privati per l’installazione di telecamere. Garantiremo la piena collaborazione con le altre

Per Luca Lettieri sindaco si sono mossi giornalisti liguri e inviati speciali che lo stesso candidato si fregia di accogliere, ringraziare e postare sulla pagina facebook. E chissà quanta invidia per i colleghi di SavonaNews ai quali lo schieramento unitario dei 6 partiti del centro destra (Lettieri sindaco), e solo su Loano, sembra aver negato messaggi elettorali a pagamento, totalmente riservati alla corazzata Ivg.it. Pare che il diktat sia arrivato dal comandante in capo della Lega savonese ovvero l’ex loanese e senatore Paolo Ripamonti, già rivale del concittadino Vaccarezza.

Forze dell’ordine per l’espletamento di servizi congiunti e per la messa a disposizione della videosorveglianza territoriale e delle telecamere. Potenzieremo la collaborazione con la Polfer per lo sgombero delle aree delle Ferrovie dello Stato, con il personale TPL e l’Agenzia delle Dogane”.

“Elaboreremo un piano per la chiusura dei parchi pubblici comunali con protezioni per garantirne la sicurezza e potenzieremo il progetto ‘Vivere il parco’ – prosegue Lettieri –. Contrasteremo il commercio ambulante abusivo con sequestri di merce contraffatta e generi alimentari (frutta e verdura). Proseguiremo la collaborazione con i gestori degli stabilimenti balneari e gli albergatori per potenziare i servizi di vigilanza e di contrasto del commercio ambulante abusivo: ciò grazie alla Polizia locale e a pattuglie di vigilanza privata. Recluteremo agenti ‘stagionali’ per il potenziamento dei turni estivi notturni, il contrasto all’abusivismo commerciale e della presenza di ciclisti nelle aree pedonali. Proseguiremo e potenzieremo il progetto ‘Estate e Sicurezza’. Gli agenti effettueranno controlli sul corretto conferimento dei rifiuti solidi urbani anche a mezzo di telecamere”, conclude il candidato Sindaco di Loano”.

LUCA LETTIERI . “Ogni persona che ho incontrato in questi 24 anni di amministrazione ha contribuito alla mia formazione come uomo, amministratore e politico. Ecco perché mi piace dire che “la mia storia siete voi”. LUCA LETTIERI, Candidato Sindaco”.

Tutti voi, anche quando quel giornalista Angelo Fresia su La Stampa dava conto di una vicenda molto poco commendevole. Archivio docet ! E non c’è scusa che tenga.

UN MINISTRO A LOANO – 

Loano tutti in posa per  la visita di Erika Stefani, Ministro per le disabilità della Repubblica Italiana.
Quest’oggi è venuta a trovarci a Loano Erika Stefani, Ministro per le disabilità della Repubblica Italiana.
Insieme abbiamo visitato due realtà di assoluta importanza come Villa Amico, struttura residenziale rivolta a disabili gravi e gravissimi in regime di “dopo di noi”, e Villa Azzurra, il Centro-dialisi per vacanze della Fondazione Frigato. Insieme al ministro abbiamo poi incontrato i rappresentanti di numerose associazioni locali impegnate nel volontariato e nell’assistenza alle disabilità e, in ultimo, abbiamo visitato il point elettorale via Cavour. Durante il mio incarico di Assessore ai Servizi sociali del nostro Comune ho potuto confrontarmi con i portatori di disabilità e con i loro familiari e quindi conoscere da vicino le loro necessità particolari. Proprio per questo motivo l’attenzione alle fasce più deboli della nostra popolazione è uno dei punti principali del programma elettorale della lista “per LOANO”.
MA GIACOMO PICCININI NON SGOMITI, SI ACCONTENTI DI TORNARE SUI BANCHI DI PALAZZO DORIA DOVE HA TRASCORSO MOLTI ANNI SOPRATTUTTO DA ASSESSORE, POLIZIA URBANA INCLUSA.

I BUONI PROPOSITI DA SOLI NON BASTANO !

“Gli stessi assessori che oggi si ripresentano”

Ma perchè sorridono sempre !

 COMUNICATO STAMPA – “Secondo lo scrittore americano Denis Waitleyil valore è in chi fa, non nel proposito”. Leggiamo i proclami del candidato sindaco Lettieri sui temi più scottanti e tipici di una campagna elettorale. Proclami sempre uguali, anche perché dopo i vari “faremo” delle passate tornate elettorali (l’ultima ha espresso l’amministrazione uscente), i problemi sono sempre lì, sempre gli stessi, solo un po’ più grandi.”

Giacomo Piccinini, candidato sindaco della lista civica “Nuova Grande Loano” sicuramente è un uomo portato più per l’azione anziché per le parole.

“Certi minuziosi elenchi di cose che si vogliono fare sono persino estenuanti, sicuramente superflui nella loro ovvietà. Se programmo la mia giornata non metto tra le cose da fare “lavare i denti “ o “ fare la barba”, perché sono azioni normali, consuete, scontate” – prosegue Piccinini – “Così come dovrebbero essere normali, consuete e scontate certe azioni dell’amministrazione comunale, manutenzione, pulizia, sicurezza ecc. La vera differenza tra una conduzione stanca, opaca, svogliata di una cittadina, come abbiamo avuto negli ultimi anni dagli stessi assessori che oggi si ripresentano nell’altra lista, ed una conduzione dinamica ed efficiente è nella capacità di avere idee innovative, inventarsi progetti, scovare opportunità e soluzioni.”

“Parliamo ad esempio di finanziamenti, risorsa fondamentale per poter investire sul territorio in opere piccole o grandi senza gravare sulle casse comunali” – continua il candidato sindaco di “Nuova Grande Loano” – “I finanziamenti ci sono, bisogna solo saperli ottenere. Finora l’amministrazione uscente troppe volte non li ha nemmeno chiesti. Hanno perso tantissime occasioni che, se invece fossero state colte, avrebbero permesso di intervenire sul territorio.

Certo, per accedere ai finanziamenti serve avere un progetto particolareggiato da presentare che motivi la richiesta. Serve avere spirito di iniziativa, prepararsi per tempo, informarsi costantemente sui bandi, essere programmatici e tempestivi.”

Nuova Grande Loano – Piccinini Sindaco” intende creare una squadra che si occupi specificatamente di finanziamenti, dalla loro ricerca allo svolgimento di tutte le procedure necessarie per accedervi. Un team in costante comunicazione con tutti gli altri settori operativi del Comune, per non perdere tempo e risorse preziosi. La maggior parte dei finanziamenti sono rivolti alle amministrazioni, ma ne esistono anche molti destinati ai privati. Questa squadra si occuperà anche di monitorare possibili risorse di cui determinate categorie possano beneficiare, per esempio gli agricoltori, per aiutarle ad ottimizzare le loro attività imprenditoriali.

Questo nuovo ufficio sarà creato subito ed immediatamente operativo.” Così come sono già operativi i candidati della lista “Nuova Grande Loano – Piccinini Sindaco”, che stanno fin d’ora pianificando e strutturando progetti su sport, cultura, sviluppo tecnologico, ambiente, gestione del territorio ed altro, per essere pronti ad accedere alle risorse europee o regionali che risulteranno disponibili. “I buoni propositi sono belli, ma a noi piacciono i fatti, e stiamo già lavorando per renderli realtà.” – conclude il candidato sindaco Piccinini – “Stiamo già lavorando per costruire insieme ai loanesi la Nuova Grande Loano di domani!

VERZI, UNA PICCOLA OASI ABBANDONATA MA QUANTI ELETTORI C’ERANO IN PIAZZA ?

La squadra di Piccinini a consulto in quel di Verzi che tra qualche mese perderà anche la Conad

Martedì 21 la lista “Nuova Grande Loano – Piccinini Sindaco” ha passeggiato per Verzi, incontrando i residenti e constando come anche loro esprimano grande insoddisfazione per quanto sia stata trascurata la frazione.

“Nella lista del candidato sindaco Lettieri si ripropongono due assessori uscenti, entrambi di Verzi – fa notare il candidato sindaco Piccinini della lista “Nuova Grande Loano” – Uno ha ricoperto il ruolo di assessore all’Urbanistica negli ultimi 10 anni (non si cita il nome di Vittorio Burastero, al suo secondo mandato, geometra), l’altra per cinque anni quello di assessore alle Politiche Ambientali (idem per l’avv. Manuela Zunino). Risultato?

Nessun cambiamento: problemi già esistenti prima della loro elezione sono peggiorati a causa della trascuratezza e quelli sorti dopo ignorati o tamponati alla meglio”.“Le porto qualche esempio- prosegue PiccininiL’immobile della ex scuola risulta completamente da ristrutturare, le pavimentazioni stradali da sistemare, il problema dei parcheggi, l’assenza di un’area per i ragazzi, gli spazi per la socialità e per le associazioni, l’allargamento dell’ultimo tratto della strada che collega con Loano.… sono solo alcuni dei problemi che ci sono stati segnalati e si potrebbe andare ancora avanti.”

“Un vero peccato, perché Verzi merita invece tanta attenzione – continua il candidato della lista “Nuova Grande Loano – Piccinini Sindaco” – È un bel borgo caratteristico, una piccola oasi di pace che andrebbe valorizzata e sostenuta. È un ottimo punto di partenza per tante escursioni, potrebbe avere una splendida riqualificazione all’interno di un’offerta turistica efficace, con conseguente ampliamento dei servizi e delle attività commerciali, e quindi delle opportunità di lavoro. Anche i residenti, attivi e con tante iniziative, dovrebbero poter godere di spazi curati, di servizi adeguati alle loro esigenze, non vivere nel degrado”

“Dopo almeno 5 anni di promesse non mantenute, senza idee, senza interventi, dopo tanto tempo sprecato da assessori che ora ripromettono ciò che non hanno mai fatto, è arrivato il momento di cambiare modo di amministrare “- conclude il candidato sindaco Piccinini – “Votare la lista “Nuova Grande Loano” è il primo passo verso questo cambiamento, l’unico vero mezzo che hanno i cittadini per essere finalmente ascoltati. “Nuova Grande Loano – Piccini Sindaco” rappresenta i fatti oltre le parole.”

Riflessione e commento di trucioli.it- La minoranza  consiliare era solita raggiungere Verzi ed incontrare i cittadini ‘volenterosi’ per ascoltare ? Nei tour che lo schieramento Piccinini sta facendo in varie zone della città, almeno dalle foto inviate ai media, non sembra ci fossero eccessivi assembramenti. Non parliamo di chi nelle due liste da appuntamento al bar (o chi organizza cenette in pizzeria) per attirare simpatizzanti.

Ad ottobre 2020 quando abbiamo fatto un piccolo sondaggio tra 100 loanesi, solo una risicata minoranza conosceva il nome di consiglieri delle due opposizioni. Che avranno fatto un gran lavoro e “mettevamo il naso in troppe cose al punto da provocare una campagna denigratoria ai nostri danni”. Non solo: “nessuna minoranza ha messo in costante difficoltà l’amministrazione Pignocca come quella fatta da noi, frutto di un costante ( e spesso oscuro e poco noto al pubblico) lavoro ai fianchi che ha aperto gli occhi anche a quella parte di maggioranza che in alcune occasioni ha apprezzato i nostri interventi e condiviso le nostre preoccupazioni. A memoria non ricordo nessuna maggioranza che abbia portato l’intera giunta ad abbandonare un consiglio comunale, in palese difficoltà. Non ricordo nessuna minoranza che abbia portato il 14/1/2021 il cda di Servizi ambientali a palazzo Doria per parlare di bilancio. Ma questa minoranza in questi 5 anni si è guadagnata stima e rispetto lavorando ( spesso in silenzio) sodo. E non è finita qui ( anche se ci fa comodo che le voci sul nostro conto siano altre).”

Sara tutto vero. Gli elettori loanesi sono cittadini intelligenti, con la fortuna di essere informati dal quotidiano on line prediletto da maggioranza e minoranza, ricco di comunicati stampa e credibilità guadagnata con l’indipendenza e mai verità taciute. Capace di aprire gli occhi anche ai cechi.  Con queste premesse, non si può non credere in una meritata vittoria anche perchè “qui non abitano i rancorosi.” E il vecchio cronista,  noioso e pauroso da quel lontano 1966, con i suoi cinque lettori, può ben testimoniare. E non smette di imparare la lezione dai ‘maestri’. Per concludere con una nota curiosa. Per la prima volta nella storia delle elezioni comunali loanesi non figurano nelle due liste rappresentati operai e ‘casalinghe’. Non saranno più di moda. E la selezione pare sia stata ‘rigorosa’. Rinnovamento, rinnovamento, volti nuovi. (l.c.)

 

L.Corrado

L.Corrado

Torna in alto