Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

L’estate dei ‘Coccobello’ e del rag. Angelo.
Vaccarezza in processione a Ceriale scontro con Cerruti, ex sindaco: rovinate Forza Italia

Estate sicura, anzi sicurissima, almeno per i cittadini appartenenti alla “razza” ligure. I liguri, insomma, senza distinzione di credo religioso, di fede politica, di fede coniugale o calcistica, tanto meno di fedina penale. Il vento è cambiato, chi lo nega è un mistificatore della realtà. Ma noi pecoroni preferiamo il calcio alla politica, siamo irriconoscenti perchè ignoranti. Basterebbe scorrere, per esempio, la pagina ufficiale del rag. Angelo Vaccarezza per togliersi ogni dubbio sulla laboriosità ed operosità dei nostri amministratori. ULTIMA ORA – leggi a fondo pagina il post di Vaccarezza dopo la processione di San Rocco a Ceriale, con la pepatissima risposta dell’ex sindaco del centro destra della cittadina, Giovanni Cerruti, geometra ed ex imprenditore edile con il padre.

Sarebbe impossibile elencare tutte le manifestazioni alla quali ha partecipato l’ex delfino dell’ex capo dei servizi segreti (?) Quali ? Ce ne sono diversi, con sedi diverse. Vaccarezza, in termini di trasparenza verso i cittadini, agisce meglio di qualunque amministratore grillino, pubblicando quotidianamente il resoconto dei suoi meriti, delle sue vittorie, della sua religiosità. Per voi distratti, irriconoscenti, pubblichiamo di seguito il link dove vengono elencate le sue fatiche a servizio del popolo sovrano.https://www.facebook.com/angelo.vaccarezza/

Il 10 di Agosto, alle 06:00 del mattino, il capogruppo di Forza Italia Vaccarezza, pubblicava sulla sua pagina ufficiale quanto segue: S.S. 334 DEL SASSELLO. Dopo la firma del verbale di consegna che ha segnato il definitivo trasferimento di alcune strade provinciali all’ANAS, il Capogruppo regionale di Forza Italia Angelo Vaccarezza chiede che, in esito a tale passaggio, vengano al più presto messi in campo interventi di manutenzione e ripristino del manto stradale della S.S. 334 del Sassello. A tal fine Vaccarezza ha depositato quest’oggi un ordine del giorno – sottoscritto anche dal Consigliere Claudio Muzio – che verrà discusso nelle prossime sedute del Consiglio regionale.
Questa strada – dichiara Vaccarezza rappresenta un collegamento fondamentale per il nostro entroterra. Le precarie condizioni in cui versa costituiscono un oggettivo pericolo per l’incolumità di coloro che quotidianamente vi transitano”.
E’ tempo di intervenire – prosegue il Capogruppo regionale di Forza Italia – in maniera seria ed incisiva: dal trasferimento ad ANAS di questa arteria stradale, che ho sostenuto sin dall’inizio del mio mandato in Regione, potranno derivare maggiore capacità di azione e la possibilità di attingere a maggiori risorse per la manutenzione. Sono certo che questo passaggio imprimerà un’accelerazione al piano degli interventi, nel quale l’attenzione per la S.S. 334 del Sassello dovrà essere massima”.
“Pertanto – conclude – con il mio ordine del giorno chiedo alla Regione di attivarsi presso ANAS affinché vengano intraprese con la massima urgenza tutte le azioni necessarie al ripristino delle normali condizioni di praticabilità e di sicurezza di questa strada”.
Ma di Angelo ne abbiamo uno solo, non può essere dappertutto. Lui è anche l’angelo dei più deboli, degli ultimi, lo avete visto combattere al fianco dei balneari minacciati dalle aste europee. Oggi lo vediamo sudare per tutelare i diritti degli elettori dimenticati dell’entroterra.”Pagani da convertire“, scriverebbe un malfidente. Le spiagge sono salve, sono spariti i venditori abusivi, non tutti ma quasi. Intoccabili i venditori di cocco, loro sono un altro stirpe. Privi di licenza commerciale, incuranti delle più elementari norme igieniche, sono gli unici abusivi che nessuno ha mai visto scappare durante i rastrellamenti. Finanza, Asl, Nas, Ispettorato del lavoro, nessuno può fermare la “Coccobello Spa“(nome di fantasia) con sede a Napoli, vi siete mai chiesti perché ?
Il business milionario delle contraffazioni, orgoglio italiano, va difeso e tutelato. Che estate sarebbe senza più vu’ cumprà, senza le urla del ‘coccobello‘ ? Si tira tutti a campare, siamo tutti sulla stessa barca, sullo stesso gommone. La legalità non è un opinione, non dovrebbe esserlo, siamo tutti vu’ cumprà chi più chi meno (?), siamo tutti un pochino abusivi, il sistema lo impone per sopravvivere dignitosamente. Ci serve il nero, fiscalmente parlando, ovviamente. E che dire, dieci in più, dieci in meno, di qualche centinaio di attività dove in piena stagione turistica e balneare risulta al lavoro una sola persona, senza neppure un piccolo aiuto in nero. Questo è anche il Bel Paese che permette a molti di campare più o meno dignitosamente e quando si può si evade, non dal carcere, ma da un sistema fiscale dove gli unici a pagare, SENZA SCONTI, hanno sempre un nome e cognome.
Lo Spiffero
LA POESIA: OLTRE IL FUOCO COMINCIA L’AMORE 
O ragazza dalle guance di pesca,
O ragazza dalle guance d’aurora,
Io spero che a narrarti riesca
La mia vita all’età che tu hai ora.
Coprifuoco: la truppa tedesca
La città dominava. Siam pronti.
Chi non vuole chinare la testa
Con noi prenda la strada dei monti.Silenziosi sugli aghi di pino,
Su spinosi ricci di castagna,
Una squadra nel buio mattino
Discendeva l’oscura montagna.
La speranza era nostra compagna
Ad assaltar capisaldi nemici
Conquistandoci l’armi in battaglia
Scalzi e laceri eppure felici.Avevamo vent’anni e oltre il ponte
Oltre il ponte che è in mano nemica
Vedevam l’altra riva, la vita,
Tutto il bene del mondo oltre il ponte.
Tutto il male avevamo di fronte,
Tutto il bene avevamo nel cuore,
A vent’anni la vita è oltre il ponte,
Oltre il fuoco comincia l’amore.Non è detto che fossimo santi,
L’eroismo non è sovrumano,
Corri, abbassati, dài, balza avanti,
Ogni passo che fai non è vano.
Vedevamo a portata di mano,
Dietro il tronco, il cespuglio, il canneto,
L’avvenire d’un mondo più umano
E più giusto, più libero e lieto.Avevamo vent’anni e oltre il ponte
Oltre il ponte che è in mano nemica
Vedevam l’altra riva, la vita,
Tutto il bene del mondo oltre il ponte.
Tutto il male avevamo di fronte,
Tutto il bene avevamo nel cuore,
A vent’anni la vita è oltre il ponte,
Oltre il fuoco comincia l’amore.Ormai tutti han famiglia, hanno figli,
Che non sanno la storia di ieri.
lo son solo e passeggio tra i tigli
Con te, cara, che allora non c’eri.
E vorrei che quei nostri pensieri,
Quelle nostre speranze d’allora,
Rivivessero in quel che tu speri,
O ragazza color dell’aurora.Avevamo vent’anni e oltre il ponte
Oltre il ponte che è in mano nemica
Vedevam l’altra riva, la vita,
Tutto il bene del mondo oltre il ponte.
Tutto il male avevamo di fronte,
Tutto il bene avevamo nel cuore,
A vent’anni la vita è oltre il ponte,
Oltre il fuoco comincia l’amore.
E  DA CERIALE VACCAREZZA MANDA A DIRE VIA FACEBOOK:
PREGO PER VOI ALLA PROCESSIONE DI SAN ROCCO
Angelo Vaccarezza capogruppo di Forza Italia in Regione, ex presidente della Provincia, ex sindaco di Loano, alla processione di San Rocco a Ceriale

Buona sera Amici, anche se questi giorni nulla hanno di buono, stasera sono a Ceriale per le celebrazioni in onore di San Rocco, uno dei Santi taumaturghi più popolari in Occidente.
Tutti lo invocavano tra il Medioevo e l’Ottocento in occasione dei timori del rinnovarsi delle epidemie di peste. San Rocco è per questo anche uno dei Santi occidentali più raffigurati.
E tutti lo hanno dipinto o scolpito nello stesso modo, in un modo che serve a ricordare la sua storia, la storia di un pellegrino, con bastone, mantello, bisaccia, sandali, che va, nonostante una piaga sulla gamba, che cammina in compagnia di un cane, suo unico amico.
Le celebrazioni di San Rocco sono sempre molto sentite, la comunità si riunisce per celebrare l’esempio di amore incondizionato portato avanti dall’esperienza del Santo, che negli anni è divenuto fonte di speranza per tante persone che hanno trovato nella figura di Rocco da Montpellier una guida verso la serenità e la pace.
Impossibile non rivolgere un pensiero ed una Preghiera alle vittime del ponte sul Polcevera.
Invocando su di Loro la benedizione del Santo pellegrino.

L’EX SINDACO GIOVANNI CERRUTI GLI RISPONDE
…..Scusami (Angelo ndr) ma quando appoggiavi la lista degli storditi che hanno rovinato Ceriale con i ladri della T1, del pazzo Pesce, del mega porto, delle fontane interrate, non ti viene in mente che per colpa del vostre cazzate avete rovinato Forza Italia ! Hai una bella faccia tosta ! Vai avanti così è ci faremo del ridere per non piangere, Giovanni  Cerruti (ex sindaco di centro destra di Ceriale ndr).

VACCAREZZA REPLICA: Complimenti Giovanni opportuno e rispettoso dei giorni che stiamo vivendo.

E DA LOANO IN CORO: ANGELO VACCAREZZA NON MANCA MAI A PROCESSIONI ED EVENTI RELIGIOSI O COMMEMORATIVI, MAGARI I POLITICI FOSSERO TUTTI COSI’

 
Avatar

Trucioli

Torna in alto