Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il benvenuto e campane a festa. Da Noli a Capo Verde con i velisti Andrea e Gianni, frate Ottavio missionario, tre sindaci

Tutto nasce dall’idea di due abitanti di Taranto, Gianni Semeraro e Andrea Zaccaria che, amanti del mare, hanno inteso ripercorrere simbolicamente su una “tartana” di legno di 10 metri con vela (costruita nei Cantieri Cattaneo di Varazze), la rotta Noli – Arcipelago del Capo Verde. La storia/leggenda dice che sia stato un certo Anton da Noli lo scopritore di quell’arcipelago ben 555 anni or sono per conto del Re del Portogallo.

L’imbarcazione di nome “SALINA”, salpata da Taranto, ha risalito la costa italiana con soste in alcuni porti del Tirreno par arrivare a Noli accolta dal suono delle campane e trasferirsi poi nel porto di Finale Ligure per diversi giorni onde riparare danni alle strutture subiti a causa del forte vento e mare incontrati nella prima fase del tragitto. Le tappe successive saranno Sardegna, isole Baleari per poi attraversare Gibilterra, costeggiare l’Africa e quindi puntare verso le isole, per un totale di oltre 8.000 miglia.

La tartana sarebbe dovuta partire ufficialmente da Noli sabato 31 ottobre, ma un fortissimo vento di grecale ha sconsigliato di affrontare Capo Noli, evitando qualche possibile ulteriore danno durante il trasferimento da Finale.

La cerimonia ufficiale della partenza si è comunque svolta nel pomeriggio nella sala consiliare di Noli presenti la Funzionaria dell’Ambasciata di Capo Verde Sig.ra Maria Silva, il Com.te C.V.C.P. Vincenzo Vitale, il Sindaco di Noli Dott. Pino Niccoli, il Vice Alessandro Fiorito, il Sindaco di Taranto Dott. Stefàno Ippazio, oltre che il Dott. Alfredo Rossi, responsabile sanitario nazionale della società nazionale di salvamento.

Al termine dei saluti di circostanza da parte delle autorità (sorprendente quanto simpatico ed applaudito l’intervento inquisitorio del Com.te Vitale che, inizialmente, ha sorpreso e messo in difficoltà con una serie affrettata di domande sulla sicurezza i due impietriti “navigatori”), la cerimonia è proseguita con una serie di premiazioni.

CITTADINANZA ONORARIA da parte del Comune di NOLI ai due “navigatori“;

–DIPLOMA DI BENEMERENZA ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI SAVONA da parte della SOCIETA’ NAZIONALE DI SALVAMENTO e del COMUNE DI NOLI in occasione del 150.mo anno di vita delle Capitanerie di Porto. Nel ringraziare per il riconoscimento, il Com.te Vitale ha ricordato i compiti istituzionali non solo nazionali ma anche internazionali. Da ex Com.te di nave ho avuto motivo di apprezzare la competenza dimostrata da codesta istituzione necessaria per la salvaguardia della vita e della sicurezza in mare; da ex Sindaco, la costante benevola attenzione alle problematiche inerenti la piccola pesca locale;

–BENEMERENZA di Prima Classe con medaglia d’oro da parte della Società di Salvamento all’equipaggio della barca “Salina” – “Splendido esempio di elevatissime competenze di arte marinaresca unite a non comuni doti di iniziativa ed intraprendenza nel conseguire il proprio obbiettivo nella navigazione sulla rotta “da Noli a Capo Verde”. Uniti nella rievocazione storica allo spirito del navigatore Anton da Noli insieme alla cittadinanza tutta del golfo(del Comune di Noli) e della locale sezione di salvamento”;

–MERITO ARGENTO: al bagnino di salvataggio Gambacorta Riccardo “per aver soccorso un pericolante ferito sbattuto dalla risacca del mare agitato contro una parete rocciosa (roccie di Capo Noli) riuscendo a coordinare durante l’operazione l’azione dei mezzi di soccorso e ponendo in essere soluzioni efficaci con mezzi di contingenza. Chiaro esempio di elevate capacità marinaresche unite a non comunei doti di intraprendenza nell’esporre costantemente la propria vita a manifesto pericolo durante il salvataggio. Acque di Capo Noli 26 luglio 2015”;

MERITO BRONZO è stato consegnato per azioni di salvataggio e soccorso in mare nel 2015 a: CASALONE MAURIZIO, FILIPPONE LUIGI, BARONCINI TIZIANO, CAPILLUTO DOMENICO;

–Il Dott. ALFREDO ROSSI ha illustrato le ultime interessanti novità riguardanti il prossimo futuro della Società;

–Dulcis in fundo, in una sala gremita all’inverosimile da una comitiva di cittadini di Capo Verde residenti in Italia e da parenti/amici dei festeggiati, il Padre Cappuccino Ottavio Fasano, orginario di Bra e Missionario a Capo Verde, al termine di un breve saluto, ha invitato a visitare l’arcipelago dove la missione ha installato attività agricole, produzione vino compreso, con residenza alberghiera in casette sparse sulla collina. Unica nota negativa che non può essere nascosta: l’indifferenza partecipativa alla cerimonia da parte della comunità locale.

Carlo Gambetta

 

Avatar

S.Fasano

Torna in alto