Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

‘Aiutateci! Sono Marina, il nuovo rifugio
di Caprauna scoperchiato dal vento’

“Cari amici che avete a cuore madre natura delle nostre montagne e quanti si adoperano affinché siano più ospitali, usufruibili, ad iniziare dai bimbi, dai giovani, dalla terza età, chiediamo aiuto per ricostruire il tetto del rifugio Pian dell’Arma di Caprauna. Sono Marina… 3371083410, grazie anche del vostro passaparola. Il Comune, purtroppo, è commissariato da gennaio e senza sindaco…”. Non si pensi a opere malfatte, nelle spezzino abbiamo visto in tv che un intero paese è rimasto quasi senza tetti.

 

Il rifugio Pian dell’Arma di Caprauna è stato scoperchiato da una bufera di vento

Il vento fortissimo che ha soffiato sulla Val Tanaro ha anche scoperchiato il rifugio Pian dell’Arma, a Caprauna, in alta valle Pennavaire.

«L’80% del tetto è letteralmente volato via, con i pannelli solari, il rivestimento e i travetti ai quali era agganciata la perlinatura interna. Le stanze sono rimaste a cielo aperto», racconta Marina Caramellino che dal 2011 gestisce la struttura per la cooperativa “Ottagono” di Imperia. Il rifugio, di proprietà comunale, è aperto tutti i giorni da metà aprile a metà novembre. Il resto dell’anno accoglie gli ospiti nel fine settimana. Grazie all’impegno e all’entusiasmo, al rifugio si fanno sempre nuove iniziative, dalle escursioni alle ciaspolate sull’Alta Via dei Monti Liguri, dalle gite in mountain bike ai menù a tema.

La struttura, dopo un paio d’anni in perdita, oggi attira molti escursionisti, sportivi ed appassionati della montagna e anche molte famiglie, in cerca di un angolo di pace immerso nella natura. Un’attività che finalmente quest’anno era andata a pareggio , ma che è stata bruscamente interrotta, almeno per il momento, dal disastro causato da una bufera di vento che, oltre tutto, solo per caso non ha fatto vittime. «Di solito al mercoledì salgo per accendere il riscaldamento, così al venerdì le stanze sono pronte – prosegue Marina-. Ma mercoledì scorso, a causa di un impegno, sono dovuta rimanere ad Imperia. Se fossi salita, forse io stessa sarei rimasta sotto le macerie». A causa delle raffiche, oltre 140 km orari, la copertura dell’edificio è stata spazzata via e sbattuta nel cortile e nel bosco. Il Comune, proprietario della struttura, attualmente è commissariato. Al posto del sindaco che si è dimesso a gennaio c’è un commissario prefettizio che ha dichiarato inagibile il rifugio sino a quando la copertura non sarà ripristinata. Il Comune non ha i soldi per fare i lavori e si spera arrivino quelli dell’assicurazione per la riparazione, ma il tetto dovrà essere opportunamente ancorato per far si che non succeda più un disastro del genere. Grazie alle persone sensibili e di buona volontà si è dato avvio ad una raccolta fondi per aiutare il rifugio. A vivere nuovamente e a far vivere questo lembo di terra incontaminato della Valle Pennavaireche è già troppo dimenticata e non merita.

Marina Caramellino gestisce il rifugio Pian dell’Arma in una foto del 2011

La Pro Loco del paese si è già mossa con la raccolta fondi organizzando per domenica 29 marzo  2015– presso il salone delle Feste della Pro – Loco: PRANZO RACCOLTA FONDI PER IL RIFUGIO – GIOCHI PER BAMBINI. Euro 30,00 e bambini sino a 10 anni euro 10,00.

Prenotazioni e informazioni – chiamando Marina al 337.10.83.410. Chiedete chiarimenti e spiegazioni a Marina e seguite tutte le notizie sulle pagine facebook Rifugio Pian dell’Arma e a Pro Loco Caprauna.

 

 

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALLA MONTAGNA CUNEESE:

Spettabile trucioli.it.Per quanto riguarda la disgrazia del rifugio di Caprauna sto muovendo tutte le mie conoscenze per aiutare queste meravigliose persone. Forse siamo già riusciti ad ottenere qualche cosa ma sarò più preciso a brevissimo. Con stima e grazie per l’informazione che riservate alle nostre dimenticate e bellissime montagne…

Mauro Arneodo

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto